Campionati del mondo di ciclismo su strada 2006 - Cronometro maschile Under-23

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Austria Cronometro maschile Under-23 2006
Edizione 11ª
Data 21 settembre
Partenza Salisburgo
Arrivo Salisburgo
Percorso 39,54 km
Tempo 49'28"42
Media 47,904 km/h
Ordine d'arrivo
Primo Belgio Dominique Cornu
Secondo Russia Michail Ignat'ev
Terzo Francia Jérôme Coppel
Cronologia
Edizione precedente
Madrid 2005
Edizione successiva
Stoccarda 2007

La Cronometro individuale maschile Under-23 dei campionati del mondo di ciclismo su strada 2006 fu corsa il 21 settembre 2006 nel territorio circostante Salisburgo, in Austria, per un percorso totale di 39,54 km. Il belga Dominique Cornu vinse la medaglia d'oro, terminando in 49'28"42.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Le gare a cronometro prendevano il via dalla periferia settentrionale di Salisburgo. Dopo la partenza sulle rive della Salzach, lungo l'Elisabethkai,, nel punto più alto di tutto il tracciato, 575 m s.l.m., il percorso portava i partecipanti verso gli abitati di Hallwang ed Elixhausen, e quindi più a nord verso Obertrum. Il tracciato della corsa maschile Under-23 proseguiva fino a toccare il centro di Obertrum, prima di tornare di nuovo nella città di partenza. Il traguardo era posto in Mirabellplatz.

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

61 Kazakistan Andrej Zejc 35º 41 Rep. Ceca Lukas Sablik 57º 21 Polonia Maciej Bodnar 45º
60 Slovacchia Peter Velits 38º 40 Nuova Zelanda Logan Dennis Hutchings 20 Italia Luca Barla 32º
59 Ungheria Adrian Hegyvari 53º 39 Argentina Federico Pagani 47º 19 Moldavia Alexandr Pliuschin 34º
58 Colombia Rigoberto Urán 25º 38 Brasile Magno Nazaret NP 18 Russia Maksim Bel'kov 13º
57 Polonia Mateusz Taciak 24º 37 Bulgaria Stefan Kushlev 51º 17 Germania Tony Martin 18º
56 Estonia Rein Taaramäe 19º 36 Kazakistan Berik Kupešov 41º 16 Slovenia Kristijan Koren 10º
55 Ucraina Oleksandr Surutkovych 42º 35 Lituania Ignatas Konovalovas 12º 15 Svizzera Thomas Frei 28º
54 Germania Stefan Schäfer 34 Corea del Sud Hyun Wook Joo 39º 14 Norvegia Edvald Boasson Hagen
53 Bielorussia Branislaŭ Samojlaŭ 17º 33 Estonia Gert Jõeäär 52º 13 Regno Unito Ian Stannard 23º
52 Moldavia Ruslan Sambris 37º 32 Algeria Mohamed Aoun Seghir 59º 12 Australia Mark Jamieson 33º
51 Italia Alan Marangoni 21º 31 Australia Shaun Higgerson 29º 11 Belgio Dominique Cornu
50 Canada David Veilleux 50º 30 Irlanda Ryan Connor 44º 10 Danimarca Alex Rasmussen 11º
49 Francia Sylvain Georges 20º 29 Messico Abundio Guerrero NP 9 Svizzera Lars Boom 26º
48 Russia Aleksandr Filippov 28 Kenya Chris Froome 36º 8 Bielorussia Andrėj Kunicki 16º
47 Spagna Juan Carlos Fernandez 56º 27 Canada Bradley Fairall 43º 7 Danimarca Martin Mortensen 14º
46 Stati Uniti Steven Cozza 30º 26 Colombia Fabio Duarte 48º 6 Slovenia Simon Špilak
45 Algeria Abdelkader Belmokhtar 49º 25 Austria Stefan Denifl 46º 5 Francia Jérôme Coppel
44 Slovacchia Martin Velits 31º 24 Ungheria Akos Haiszer 58º 4 Nuova Zelanda Peter Latham
43 Uruguay Jorge Soto 55º 23 Spagna Javier Chacon Quesada 54º 3 Paesi Bassi Jos van Hemden 22º
42 Lettonia Gatis Smukulis 27º 22 Stati Uniti Brent Bookwalter 40º 2 Ucraina Dmytro Hrabovs'kyj 14º
1 Russia Michail Ignat'ev

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

La cronometro Under-23 vedeva al via i primi sette classificati della prova dell'anno precedente, con Michail Ignat'ev, Dmytro Hrabovs'kyj e Peter Latham che nel 2005 formarono il podio. Il russo tuttavia non riuscì a confermare il titolo iridato e fu battuto dal belga della Davitamon-Lotto Dominique Cornu di quasi 40 secondi. Jérôme Coppel, secondo nella prova a cronometro dei campionati europei del 2005, riuscì ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo, mentre Dmytro Hrabovs'kyj, secondo a Madrid e tra i favoriti principali, non andò oltre il quattordicesimo posto.[1]

Classifica (Top 10)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Dominique Cornu Belgio 49'28"42
2 Russia Michail Ignat'ev Russia a 37"10
3 Francia Jérôme Coppel Francia a 44"66
4 Russia Aleksandr Filippov Russia a 51"52
5 Norvegia Edvald Boasson Hagen Norvegia a 1'12"69
6 Germania Stefan Schäfer Germania a 1'21"28
7 Nuova Zelanda Logan Dennis Hutchings Nuova Zelanda a 1'25"06
8 Slovenia Simon Špilak Slovenia a 1'26"60
9 Nuova Zelanda Peter Latham Nuova Zelanda a 1'29"03
10 Slovenia Kristjan Koren Slovenia a 1'36"32

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hedwig Kröner, A dream comes true for Cornu, in cyclingnews.com, 20 settembre 2006. URL consultato il 12 maggio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]