Campionati del mondo di ciclismo su pista 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionati del mondo di ciclismo su pista 2011
Competizione Campionati del mondo di ciclismo su pista
Sport Cycling (track) pictogram.svg Ciclismo su pista
Edizione 108ª
Organizzatore UCI
Date 23-27 marzo
Luogo Paesi Bassi Apeldoorn
Impianto/i Omnisport Apeldoorn
Statistiche
Miglior nazione Australia Australia (8/2/1)
Gare 10 gare maschili
9 gare femminili
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Ballerup 2010 Melbourne 2012 Right arrow.svg
Vista interna dell'Omnisport Apeldoorn durante la manifestazione

I campionati del mondo di ciclismo su pista 2011 (ufficialmente, in inglese, 2011 UCI Track World Championships) si svolsero ad Apeldoorn, nei Paesi Bassi, tra il 23 e il 27 marzo 2011.

Il programma comprendeva 19 eventi, 10 maschili e 9 femminili.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Mercoledì 23 marzo
  • 19:00-20:00 500 metri a cronometro femminile
  • 20:00-20:15 Inseguimento a squadre maschile
  • 20:35-21:10 Corsa a punti 35 km femminile
  • 21:10-21:35 Scratch 15 km maschile
Giovedì 24 marzo
  • 20:10-20:25 Inseguimento a squadre femminile
  • 20:40-20:50 Velocità a squadre femminile
  • 21:20-21:35 Inseguimento individuale maschile
Venerdì 25 marzo
  • 19:15-20:00 Corsa a punti 40 km maschile
  • 20:45-21:40 Velocità maschile
  • 20:55-21:10 Inseguimento individuale femminile
Sabato 26 marzo
  • 15:35-16:30 Velocità femminile
  • 16:15-16:25 Keirin maschile
  • 16:40-17:15 Omnium maschile
  • 17:25-17:45 Scratch femminile
Domenica 28 marzo
  • 13:30-15:10 Chilometro a cronometro maschile
  • 15:55-16:50 Americana
  • 16:50-17:15 Omnium femminile
  • 17:35-17:45 Keirin femminile

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nazione Oro Argento Bronzo Riepilogo
1 Australia Australia 8 2 2 12
2 Gran Bretagna Gran Bretagna 2 4 3 9
3 Bielorussia Bielorussia 2 1 0 3
4 Germania Germania 2 0 1 3
5 Stati Uniti Stati Uniti 1 2 0 3
6 Paesi Bassi Paesi Bassi 1 1 3 5
7 Canada Canada 1 0 0 1
Colombia Colombia 1 0 0 1
Hong Kong Hong Kong 1 0 0 1
10 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 3 1 4
11 Rep. Ceca Rep. Ceca 0 2 0 2
12 Francia Francia 0 1 5 6
13 Italia Italia 0 1 1 2
Lituania Lituania 0 1 1 2
15 Russia Russia 0 1 0 1
16 Belgio Belgio 0 0 1 1
Cina Cina 0 0 1 1
Totale 19 19 19 57

Podi[modifica | modifica wikitesto]

Evento Oro Oro Prestazione Argento Argento Prestazione Bronzo Bronzo Prestazione
Uomini
Chilometro a cronometro
dettagli
Stefan Nimke
Germania Germania
1'00"793 Teun Mulder
Paesi Bassi Paesi Bassi
1'01"179 François Pervis
Francia Francia
1'01"228
Keirin
dettagli
Shane Perkins
Australia Australia
Chris Hoy
Gran Bretagna Gran Bretagna
Teun Mulder
Paesi Bassi Paesi Bassi
Velocità[1]
dettagli
Jason Kenny
Gran Bretagna Gran Bretagna
Chris Hoy
Gran Bretagna Gran Bretagna
Mickaël Bourgain
Francia Francia
Velocità a squadre[2]
dettagli
Germania Germania
René Enders
Maximilian Levy
Stefan Nimke
44"483 Gran Bretagna Gran Bretagna
Matthew Crampton
Chris Hoy
Jason Kenny
44"235 Australia Australia
Dan Ellis
Matthew Glaetzer
Jason Niblett
45"241
Inseguimento individuale
dettagli
Jack Bobridge
Australia Australia
4'21"141 Jesse Sergent
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
4'23"865 Michael Hepburn
Australia Australia
4'22"553
Inseguimento a squadre
dettagli
Australia Australia
Jack Bobridge
Rohan Dennis
Luke Durbridge
Michael Hepburn
3'57"832 Russia Russia
Evgenij Kovalëv
Ivan Kovalëv
Aleksej Markov
Aleksandr Serov
4'02"229 Gran Bretagna Gran Bretagna
Steven Burke
Sam Harrison
Peter Kennaugh
Andrew Tennant
4'02"781
Corsa a punti
dettagli
Edwin Ávila
Colombia Colombia
33 p.ti Cameron Meyer
Australia Australia
25 p.ti Morgan Kneisky
Francia Francia
23 p.ti
Americana
dettagli
Australia Australia
Leigh Howard
Cameron Meyer
8 p.ti Rep. Ceca Rep. Ceca
Martin Bláha
Jiří Hochmann
1 p.to Paesi Bassi Paesi Bassi
Theo Bos
Peter Schep
21 p.ti (-1)
Scratch
dettagli
Kwok Ho Ting
Hong Kong Hong Kong
Elia Viviani
Italia Italia
Morgan Kneisky
Francia Francia
Omnium
dettagli
Michael Freiberg
Australia Australia
34 p.ti Shane Archbold
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
38 p.ti Gijs Van Hoecke
Belgio Belgio
41 p.ti
Donne
500m a cronometro
dettagli
Vol'ha Panaryna
Bielorussia Bielorussia
33"896 Sandie Clair
Francia Francia
33"919 Miriam Welte
Germania Germania
34"496
Keirin
dettagli
Anna Meares
Australia Australia
Vol'ha Panaryna
Bielorussia Bielorussia
Clara Sanchez
Francia Francia
Velocità
dettagli
Anna Meares
Australia Australia
Simona Krupeckaitė
Lituania Lituania
Victoria Pendleton
Gran Bretagna Gran Bretagna
Velocità a squadre
dettagli
Australia Australia
Kaarle McCulloch
Anna Meares
33"237 Gran Bretagna Gran Bretagna
Victoria Pendleton
Jessica Varnish
33"525 Cina Cina
Gong Jinjie
Guo Shuang
33"586
Inseguimento individuale
dettagli
Sarah Hammer
Stati Uniti Stati Uniti
3'32"933 Alison Shanks
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
3'33"229 Vilija Sereikaitė
Lituania Lituania
3'37"643
Inseguimento a squadre
dettagli
Gran Bretagna Gran Bretagna
Wendy Houvenaghel
Danielle King
Laura Trott
3'23"419 Stati Uniti Stati Uniti
Dotsie Bausch
Sarah Hammer
Jennie Reed
3'25"308 Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Kaytee Boyd
Jaime Nielsen
Alison Shanks
3'24"065
Corsa a punti
dettagli
Taccjana Šarakova
Bielorussia Bielorussia
30 p.ti Jarmila Machačová
Rep. Ceca Rep. Ceca
20 p.ti Giorgia Bronzini
Italia Italia
14 p.ti
Scratch
dettagli
Marianne Vos
Paesi Bassi Paesi Bassi
Katherine Bates
Australia Australia
Danielle King
Gran Bretagna Gran Bretagna
Omnium
dettagli
Tara Whitten
Canada Canada
23 p.ti Sarah Hammer
Stati Uniti Stati Uniti
31 p.ti Kirsten Wild
Paesi Bassi Paesi Bassi
42 p.ti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel gennaio 2012 il vincitore Grégory Baugé viene squalificato dall'Unione Ciclistica Internazionale per violazione del regolamento anti-doping. Il titolo mondiale viene assegnato al secondo classificato, Jason Kenny. Si veda (EN) Kenny welcomes news as UCI confirms he’s upgraded to 2011 world track sprint champion, in www.velonation.com, 6 gennaio 2012. URL consultato il 14 gennaio 2012.
  2. ^ Nel gennaio 2012 il terzetto vincitore, quello francese, formato da Grégory Baugé, Michaël D'Almeida e Kévin Sireau, viene squalificato dall'Unione Ciclistica Internazionale per violazione del regolamento anti-doping. Il titolo mondiale viene assegnato alla squadra classificatasi seconda, la Germania. Si veda (EN) Kenny welcomes news as UCI confirms he’s upgraded to 2011 world track sprint champion, in www.velonation.com, 6 gennaio 2012. URL consultato il 14 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo