Campagna del Nordafrica (1915-1916)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fronte di Libia ed Egitto
Data 14 novembre 1915 - maggio 1916
Luogo frontiera tra Libia ed Egitto
Esito Pace tra Alleati e tribù libiche
Schieramenti
Comandanti
I comandanti delle piazzeforti italiane e delle unità britanniche vari capi tribù
Effettivi
Italia: 15.000 uomini
Impero Britannico: 30.000 uomini
Circa 60.000 uomini
Perdite
Circa 800 morti, 2.000 feriti 4.000 tra morti e feriti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Il Fronte di Libia ed Egitto fu un fronte di breve durata della Prima guerra mondiale.

Le premesse[modifica | modifica wikitesto]

L'Impero ottomano aveva per secoli conservato un governo politico sulla Libia. Le ambizioni coloniali italiane portarono alla guerra italo-turca ed all'annessione della zona.

L'entrata del paese nella Prima guerra mondiale (del resto proprio contro i turchi e con i britannici, altri nemici dell'Impero turco), portò all'insurrezione dei Senussi

I fatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 novembre 1915[1] si aprì il fronte.

Nei deserti della Libia, italiana da 3 anni, la tribù dei Senussi insorse ed aprì il fuoco contro il posto di pattuglia italo-inglese di Sollum (sul confine libico-egiziano), provocando decine di morti e feriti ma subendo ingenti perdite[2]. Due giorni dopo, fu attaccato da 300 Senussi il monastero di Zaura a Sidi el Barrani. A contrastarli furono inviati soldati italiani, inglesi e anche Ascari libici, che aprirono il fuoco, scacciando gli assalitori.

I Senussi si ritirarono verso il deserto, ma continuarono a compiere sabotaggi, impegnando italiani e inglesi in difficili atti di controllo e repressione. Nel maggio 1916 fu intavolata una pace che dava più autonomia ai Senussi ma che di fatto manteneva lo status quo. Il fronte condizionò il Fronte occidentale che era proprio il luogo in cui erano destinati tutti i soldati rimasti poi contro i Senussi, i quali tennero soprattutto grazie ai rifornimenti di armi turche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Martin Gilbert La grande storia della Prima guerra mondiale
  2. ^ Alcune fonti dicono: 57 morti e 118 feriti italiani, 76 morti e 79 feriti dell'Impero Britannico, 1000 Senussi morti o feriti