Camerata Picena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Camerata Picena
comune
Camerata Picena – Stemma Camerata Picena – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Ancona-Stemma.png Ancona
Amministrazione
Sindaco Paolo Tittarelli (lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 43°34′41.95″N 13°21′09.94″E / 43.578319°N 13.352761°E43.578319; 13.352761 (Camerata Picena)Coordinate: 43°34′41.95″N 13°21′09.94″E / 43.578319°N 13.352761°E43.578319; 13.352761 (Camerata Picena)
Altitudine 125 m s.l.m.
Superficie 11,89 km²
Abitanti 2 369[1] (31-12-2010)
Densità 199,24 ab./km²
Comuni confinanti Agugliano, Ancona, Chiaravalle, Falconara Marittima, Jesi
Altre informazioni
Cod. postale 60020
Prefisso 071
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 042007
Cod. catastale B470
Targa AN
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 882 GG[2]
Nome abitanti cameratesi
Patrono santa Caterina d'Alessandria
Giorno festivo 25 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Camerata Picena
Camerata Picena
Camerata Picena – Mappa
Posizione del comune di Camerata Picena nella provincia di Ancona
Sito istituzionale

Camerata Picena è un comune italiano di 2 369 abitanti[1] della provincia di Ancona nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale ha una superficie di 11,64 km² ed una articolazione morfologica suddivisa in colli, crinali e pianura alluvionale. Sui colli sono insediati il capoluogo e la frazione Cassero. Nella pianura alluvionale, sul lato destro del fiume Esino, si trova la frazione Piane. Lungo il corso del fiume vi sono bacini lacustri - derivanti dall'estrazione della ghiaia, attività oggi proibita - ed una densa vegetazione arborea ed arbustiva, che rappresentano un importante ecosistema di valore naturalistico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo documento storico in cui appare il nome di Camerata risale ai primi decenni dell'anno mille. Nel 1309 Camerata si trova ad essere campo di battaglia tra una coalizione di comuni guidata da Jesi ed una guidata da Ancona. Gli jesini - vincitori - radono al suolo un castello che viene riedificato nel 1390-91 da venticinque famiglie provenienti da Genga, autorizzate dal comune di Ancona.

Sotto lo Stato Pontificio Camerata mantiene lo status di comunità autonoma, anche se forte è l'influenza da parte di alcune famiglie nobili anconetane, tanto è vero che in alcuni periodi fu uno dei Castelli di Ancona. Nel 1860, dopo l'annessione delle Marche al Regno sabaudo Camerata diviene Comune e, con R.D. dell'8 febbraio 1863, viene autorizzato ad aggiungere il toponimo di "Picena" per distinguerla da altre "Camerata" esistenti in Italia. Aggregato a Chiaravalle nel 1928, Camerata Picena riconquista l'autonomia comunale nel 1947.

A 2 km dal capoluogo, in frazione Cassero, sorge il Castello del Cassero, anch'esso uno dei Castelli di Ancona. Fondato nel 1375 dall'ammiraglio anconetano Niccolò Torriglioni, che aveva ricevuto un feudo in questa località da papa Urbano VI quale ricompensa per aver riportato, con la sua galea, il Papa da Avignone a Roma.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il centro di Camerata è racchiuso nelle mura castellane, dove vi sono Municipio, Chiesa con il monumento ai caduti della prima guerra mondiale. Dove una volta sorgeva l'acquedotto, ora vi sono delle grotte raggiungibili con una scala che portano direttamente fuori dalle mura.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
13 giugno 2004 7 giugno 2009 Massimo Tittarelli lista civica Sindaco
8 giugno 2009 in carica Paolo Tittarelli lista civica Sindaco

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Camerata Picena ha due frazioni: il Cassero e Le Piane, più la lottizzazione Montanina. Anche al Cassero vi è un castello.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio del paese è la Cameratese che gioca in Seconda Categoria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Fratesi. Storia di una comunità. Camerata Picena dalle origini ai nostri giorni. Comune di Camerata Picena, 2001.
  • Mario Fratesi. Storia di una comunità. Camerata Picena dall'Unità d'Italia ai nostri giorni. Comune di Camerata Picena, 2011.
  • Mario Fratesi -Teofilo Cenlani. La buona terra. Camerata Picena l'immagine racconta. Comune di camerata Picena, 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche