Camera nazionale della moda italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Camera Nazionale della Moda Italiana
Camera Nazionale della Moda Italiana
AbbreviazioneCNMI
TipoOrganizzazione internazionale
ScopoPromuovere l’industria della Moda Italiana a livello mondiale
Sede centraleItalia Milano
Area di azioneItalia, Mondo
Lingue ufficialiitaliano, inglese, cinese
Sito web

La Camera Nazionale della Moda Italiana è un'associazione senza scopo di lucro, il cui fine è la promozione, il coordinamento del settore della Moda italiana e la formazione dei giovani stilisti italiani.

Fu fondata nel 1958, diretta discendente del SIAM - Sindacato Italiano Alta Moda. Ha sede a Milano, in via Gerolamo Morone, 6. Attualmente rappresenta oltre 200 aziende, operanti in vari settori: abbigliamento, accessorio, pelletteria, calzature, distribuzione. Il Presidente e Consigliere Delegato è Carlo Capasa fratello dello stilista salentino Ennio Capasa. Il Presidente Onorario è Giuseppe Modenese.

Organi[modifica | modifica wikitesto]

Gli organi direttivi sono il Consiglio Direttivo ed il Comitato di Presidenza. Il Consiglio Direttivo è composto da un numero di membri variabile fra undici e diciotto. È dotato dei poteri necessari alla gestione ordinaria e straordinaria dell'associazione. Il Comitato di Presidenza è composto dal Presidente e dai quattro Vicepresidenti del Consiglio Direttivo. Si occupa della gestione ordinaria e può sostituirsi, in caso di urgenza, al Consiglio Direttivo.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

L'attività principali di cui si occupa Camera Nazionale della Moda Italiana è l'organizzazione di eventi di grande importanza che si svolgono in Italia ed hanno per oggetto il settore della moda. In particolare organizza le sfilate del prêt-à-porter a Milano (Milano Moda Donna e Milano Moda Uomo), che si svolgono principalmente presso la Fiera di Milano e nella tensostruttura al Castello Sforzesco. Organizza altresì le presentazioni della moda di sartoria a Roma (AltaRomAltaModa[1]). In passato è stata promotrice anche di spettacoli televisivi, fra cui Donna sotto le stelle, che si svolgeva a Roma, in Piazza di Spagna e che chiudeva la settimana romana dell'alta moda. Si occupa anche della formazione dei giovani stilisti italiani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Associazioni simili[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]