Camaldoli (Campagna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Camaldoli
frazione
Camaldoli – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Salerno-Stemma.png Salerno
ComuneCampagna (comune)-Stemma.png Campagna
Territorio
Coordinate40°38′32″N 15°09′17″E / 40.642222°N 15.154722°E40.642222; 15.154722 (Camaldoli)Coordinate: 40°38′32″N 15°09′17″E / 40.642222°N 15.154722°E40.642222; 15.154722 (Camaldoli)
Altitudine355 m s.l.m.
Abitanti103 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale84022
Prefisso0828
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticampagnesi
Patronosanta Maria Domenica
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Camaldoli
Camaldoli

Camaldoli è una frazione di Campagna in provincia di Salerno[1]. Ha una popolazione di 258 abitanti secondo il censimento del 2011.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si sviluppa a 355 metri di altitudine, in zona collinare fra le propaggini meridionali del Monte Nero, il fiume Sele e il fiume Trigento. È attraversata dalla Strada statale 91 della Valle del Sele e dalla SP153.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Denominata in origine S.Abbondio, prende nome da un cenobio camaldolese ivi edificato. Sorta probabilmente nel XVI secolo si è ulteriormente sviluppata con la costruzione della strada statale 91 della Valle del Sele, rendendola luogo di passaggio obbligatorio per i collegamenti fra Campagna e i comuni dell'alto Sele. A seguito del terremoto dell'Irpinia del 1980 ha subito una totale distruzione degli edifici civili e l'abbattimento della chiesa di Santa Maria Domenica edificata negli anni cinquanta.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Eremo camaldolese di S. Maria Domenica: fondato nel XVI secolo dai camaldolesi di Napoli e dedicato a santa Maria Domenica, martire cristiana sotto Diocleziano uccisa, secondo la tradizione, nelle vicinanze. Il cenobio è composto da una cappella, dal soccorpo, da una foresteria e all'esterno presenta un'aia per la battitura del grano e due frantoi. La struttura, venduta dal demanio, è attualmente proprietà di un privato.
  • Lungo la SS 91, in corrispondenza del ponte sul fiume Trigento sono ben visibili i ruderi di due antichi mulini ad acqua.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La principale risorsa è la coltivazione e la produzione dell'olio di oliva Colline Salernitane (DOP).

Centrali eoliche[modifica | modifica wikitesto]

Nelle località Piano del Cornale e Serra Lunga sono in fase di costruzione, tre centrali eoliche:

  • Serra Lunga-Piano del Cornale, Campagna (Mw 46 di potenza)
  • Piano del Cornale, Campagna (Mw 40 di potenza)
  • Piano del Cornale, Campagna e Contursi Terme (Mw 20 di potenza)
Antichi mulini un tempo azionati dalle acque del Trigento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Adriana Maggio, Serradarce, la storia e la memoria, Edizioni 10/17, 1996.
  • N. De Nigris, Campagna antica e nuova, sagra e profana overo compendiosa istoria della Città di Campagna descritta dal dott. Nicolò De Nigris e alla medesima dedicata, Napoli 1691.
  • A. Rivelli, Memorie storiche della città di Campagna, Salerno 1894-95.
  • Valentino Izzo, Raccontare Campagna: Il Castello Gerione, Eboli - 2006

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]