Caloprymnus campestris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ratto canguro del deserto[1]
Caloprymnus.jpg
Caloprymnus campestris
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EX it.svg
Estinto (1935)[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Infraclasse Metatheria
Superordine Australidelphia
Ordine Diprotodontia
Sottordine Macropodiformes
Famiglia Potoroidae
Sottofamiglia Potoroinae
Genere Caloprymnus

Thomas, 1888

Specie C. campestris
Nomenclatura binomiale
Caloprymnus campestris
(Gould, 1843)

Il ratto canguro del deserto (Caloprymnus campestris Gould, 1843), noto anche come ratto canguro dal naso marroncino o ratto canguro delle pianure, è un marsupiale estinto che viveva tra le dune sabbiose e nelle distese ghiaiose del Queensland sud-occidentale e dell'Australia nord-orientale[3]. Aveva le dimensioni di un piccolo coniglio. Quando si spostava a grande velocità era dotato di una grande resistenza e «si fermava solamente per morire»[senza fonte]. Durante il giorno stava nascosto in piccoli covi, dai quali usciva soltanto di notte per nutrirsi. Era una creatura solitaria ed era così indipendente dall'acqua da essere in grado di dissetarsi solo con le piante succulente delle dune sabbiose. Scoperto per la prima volta dagli europei intorno al 1841, non venne più avvistato per i successivi 90 anni.

L'ultimo suo avvistamento risale al 1935, quando tre uomini a cavallo ne inseguirono un esemplare per circa diciannove chilometri senza mai fermarsi. Quando i cavalli interruppero esausti la loro corsa il ratto canguro del deserto fuggì via[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Caloprymnus campestris, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Lamoreux, J. & Hilton-Taylor, C. (Global Mammal Assessment Team) 2008, Caloprymnus campestris, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.
  3. ^ "South Australian Museum Desert Rat-Kangaroo page" Archiviato il 12 giugno 2009 in Internet Archive..
  4. ^ Bill Bryson, In a Sunburned Country, Broadway, 15 maggio 2001, ISBN 0-7679-0386-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi