Calogero Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Calogero Marino
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Calogero Marino.svg
In manus tuas
 
TitoloSavona-Noli
Incarichi attualiVescovo di Savona-Noli (dal 2016)
 
Nato26 marzo 1955 (63 anni) a Brescia
Ordinato presbitero30 maggio 1982 dal vescovo Daniele Ferrari
Nominato vescovo20 ottobre 2016 da papa Francesco
Consacrato vescovo17 dicembre 2016 dal vescovo Alberto Tanasini
 

Calogero Marino (Brescia, 26 marzo 1955) è un vescovo cattolico italiano, dal 20 ottobre 2016 vescovo di Savona-Noli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Brescia, nell'omonima diocesi, il 26 marzo 1955, all'età di nove anni si è trasferito con i genitori in Liguria.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità classica si è laureato in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Genova; è entrato poi nel seminario di Chiavari, frequentando la Facoltà teologica dell'Italia settentrionale di Genova. Ha conseguito la laurea in diritto canonico presso la Pontificia Università Lateranense di Roma.[1]

È stato ordinato sacerdote il 30 maggio 1982 per la diocesi di Chiavari dal vescovo Daniele Ferrari.

Dopo l'ordinazione ha ricoperto diversi ruoli: è stato vicario giudiziale diocesano dal 1999 e giudice presso il tribunale ecclesiastico regionale ligure per le cause di matrimonio dal 2005.
Dal 2003 al 2005 è stato rettore del seminario diocesano; nel 2005 è stato nominato vicario generale della diocesi di Chiavari.[1]

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 ottobre 2016 papa Francesco lo ha nominato vescovo di Savona-Noli; succede a Vittorio Lupi, dimessosi per raggiunti limiti di età.[1]

Ha ricevuto l'ordinazione episcopale il successivo 17 dicembre nella Cattedrale di Nostra Signora dell'Orto a Chiavari da Alberto Tanasini, vescovo di Chiavari, coconsacranti il vescovo emerito di Brescia, già vescovo di Savona, Giulio Sanguineti e l'arcivescovo emerito di Ferrara-Comacchio Paolo Rabitti; ha preso possesso canonico della diocesi il 15 gennaio 2017.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cappellano di Sua Santità - nastrino per uniforme ordinaria Cappellano di Sua Santità
— 1995

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]