Callionima ramsdeni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Callionima ramsdeni
Immagine di Callionima ramsdeni mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Lepidoptera
Sottordine Glossata
Infraordine Heteroneura
Divisione Ditrysia
Superfamiglia Bombycoidea
Famiglia Sphingidae
Sottofamiglia Macroglossinae
Tribù Dilophonotini
Sottotribù Dilophonotina
Genere Callionima
Specie C. ramsdeni
Nomenclatura binomiale
Callionima ramsdeni
(Clark, 1920)
Sinonimi

Hemeroplanes ramsdeni
Clark, 1920

Callionima ramsdeni (Clark, 1920) è un lepidottero della famiglia Sphingidae, endemico di Cuba.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Adulto[modifica | modifica wikitesto]

Simile a C. parce e C. falcifera falcifera, ma di taglia più ridotta e con un apice dell'ala anteriore più smussato e meno appuntito. Le tegulae sono marroncine e contornate da un bordo più scuro, con punta acuminata, e bianche posteriormente (mentre in C. parce e C. falcifera falcifera sono uniformemente scure). L'ala anteriore rivela un'area di lunule bruno-pallide poco delineate, fuse insieme a dormare una macchia indistinta. Una sottile linea parte dall'apice e si estende verso il centro dell'ala passando attraverso due cospicue macchie nere, una tra Rs4 ed M1, e l'altra tra M1 ed M2.
L'ala posteriore presenta solo una singola banda nera nella regione anale, e l'area tra questa e il margine dell'ala appare pallida (mentre la corrispondente area è scura in Callionima parce e C. falcifera falcifera).
I sessi sono alquanto simili, ma il maschio presenta la cosiddetta "coda a ventaglio" (D'Abrera, 1986).

Larva[modifica | modifica wikitesto]

Dati non disponibili.

Pupa[modifica | modifica wikitesto]

Le crisalidi si rinvengono entro bozzoli traslucidi negli strati superficiali della lettiera del sottobosco.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di questa specie comprende esclusivamente l'isola di Cuba (locus typicus).

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'accoppiamento, le femmine richiamano i maschi grazie ad un feromone rilasciato da una ghiandola, posta all'estremità addominale. Gli adulti di entrambi i sessi sono attratti dalla luce, ma soprattutto i maschi.

Periodo di volo[modifica | modifica wikitesto]

La specie è probabilmente multivoltina.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti suggono il nettare di fiori di varie specie.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sottospecie[modifica | modifica wikitesto]

Non sono state descritte sottospecie.

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

È stato riportato un solo sinonimo:

  • Hemeroplanes ramsdeni Clark, 1920 - Proc. New Engl. zool. Club. 7: 71 (omotipo).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Clark, B.P., 1920 - Sixteen new Sphingidae Proc. New England Zool. Club 7 : 65-78.
  • D'Abrera, Bernard, 1986 - Sphingidae mundi; Hawk Moths of the World. 226 pp.; E.W. Classey, Faringdon; ISBN 086096-022-6
  • Druce in Godman & Salvin, 1881; Godman & Salvin, 1881 - Biologia Centrali-Americana; or Contributions to the Knowledge of the Fauna of Mexico and Central America. Zoology. Lepidoptera. Heterocera Biol. centr.-amer., Lep. Heterocera 1: 1-490 3: pl. 1-101
  • Kitching & Cadiou, 2000 - Hawkmoths of the World; An annotated and illustrated revisionary checklist (Lepidoptera: Sphingidae). 256 PP.; Comstock Publishing Associates; ISBN 978-0-8014-3734-2
  • (EN) Kükenthal, W. (Ed.), Handbuch der Zoologie / Handbook of Zoology, Band 4: Arthropoda - 2. Hälfte: Insecta - Lepidoptera, moths and butterflies, in Kristensen, N. P. (a cura di), Handbuch der Zoologie, Fischer, M. (Scientific Editor), Teilband/Part 35: Volume 1: Evolution, systematics, and biogeography, Berlino, New York, Walter de Gruyter, 1999 [1998], pp. x + 491, ISBN 978-3-11-015704-8, OCLC 174380917.
  • Landman Wijbren, 2001 - The Complete Encyclopedia of Moths. 272 pp.; Grange Books; ISBN 1-84013-409-7
  • Lewis, H. L., 1974 - Butterflies of the World; ISBN 0-245-52097-X
  • Opler Paul, Pavulaan Harry, Stanford Ray, Pogue Michael - Butterflies and Moths of North America; Mountain Prairie Information Node
  • Opler & Warren, 2003 - Butterflies of North America. 2. Scientific Names List for Butterfly Species of North America, north of Mexico.
  • (EN) Scoble, M. J., The Lepidoptera: Form, Function and Diversity, seconda edizione, London, Oxford University Press & Natural History Museum, 2011 [1992], pp. xi, 404, ISBN 978-0-19-854952-9, LCCN 92004297, OCLC 25282932.
  • (EN) Stehr, F. W. (Ed.), Immature Insects, 2 volumi, seconda edizione, Dubuque, Iowa, Kendall/Hunt Pub. Co., 1991 [1987], pp. ix, 754, ISBN 978-0-8403-3702-3, LCCN 85081922, OCLC 13784377.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]