Calisto Bertramo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Calisto Bertramo (Torino, 28 agosto 1875Viareggio, 30 settembre 1941) è stato un attore italiano, attivo in teatro e nel cinema.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello dell'attrice teatrale drammatica Maddalena Bertramo, dopo aver conseguito la licenza liceale, nel 1895 ad appena vent'anni inizia a recitare nella Compagnia di Pia Marchi Maggi; nel 1898 è con Italia Vitaliani, insieme alla quale compie tournée in Russia e in Romania. Nei primi anni del XX secolo lo troviamo con grandi nomi dell'epoca quali Virgilio Talli, Emma ed Irma Gramatica, Oreste Calabresi, Vittorio Zampieri, Leo Orlandini e Ruggero Ruggeri. Allo scoppio della prima guerra mondiale recitò insieme ad Ermete Novelli. Al termine del conflitto fonda compagnie in proprio con Alda Borelli, è dirigente della Compagnia del Teatro del Popolo, viaggia con Eleonora Duse in una serie di recite a Londra e nel 1923 è nella compagnia di Tatiana Pavlova. Unitosi in precedenza in matrimonio con Ernestina Bardazzi, ha da lei una figlia, Maria Letizia Bertramo, che assume il nome d'arte di Letizia Bonini e nel 1924 insieme a Umberto Casilini forma una compagine che dura diversi anni. Nel 1929 si unisce con l'ultima sua compagine teatrale, quella con Sandro Ruffini, Franco Becci e Lina Tricerri. Dopo una rappresentazione de La figlia di Jorio si ritira in una villa sul lungomare di Viareggio. Sul grande schermo debutta già nel 1922, in periodo muto, quando è tra gli interpreti principali di Messalina, diretto da Enrico Guazzoni. Nel periodo sonoro inizia ad apparire come caratterista dal 1932 in venti pellicole, fino alla morte avvenuta a Viareggio all'età di 66 anni. Nel 1937 risulta essere anche nel cast del film I due barbieri, diretto da Duilio Coletti, pellicola che però è rimasta incompiuta.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]