Calibro 35

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calibro 35
Calibro 35 - Osnago.jpg
Il gruppo in concerto ad Osnago
Paese d'origine Italia Italia
Genere Funk[1]
Jazz[2]
Periodo di attività musicale 2007 – in attività
Etichetta Tannen Records
Album pubblicati 5
Studio 3
Colonne sonore 1
Raccolte 1

I Calibro 35 sono un gruppo funk-jazz italiano formatosi nel 2007 a Milano. Il loro sound è ispirato dalle colonne sonore di molti film di genere poliziottesco tipici dell'Italia degli anni settanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 alcuni musicisti di diversa estrazione danno vita a un progetto dedicato alle colonne sonore italiane degli anni sessanta e settanta; per il gruppo viene scelto un nome che faccia riferimento al mondo cinematografico: infatti la parola calibro richiama molti titoli di film poliziotteschi, mentre 35 è scelto in riferimento ai 35mm della pellicola cinematografica.

Dei Calibro 35 fanno parte Enrico Gabrielli (Afterhours, Mariposa, Vinicio Capossela) alle tastiere e ai fiati, Massimo Martellotta (Stewart Copeland, Eugenio Finardi) alla chitarra, Fabio Rondanini (Collettivo Angelo Mai, Cristina Donà, Niccolò Fabi) alla batteria e Luca Cavina (Beatrice Antolini, Zeus!) al basso, oltre che Tommaso Colliva alla produzione. Il disco di debutto è prodotto da Colliva, e viene pubblicato da Cinedelic Records. Si tratta dell'album omonimo Calibro 35, pubblicato nell'ottobre del 2008 dopo una lunga stagione di concerti e registrazioni. Il disco comprende una versione del brano L'appuntamento, originariamente interpretato da Ornella Vanoni, con la voce di Roberto Dell'Era. Di questo brano verrà realizzato anche il video, per la regia dello stesso Colliva. Nel disco sono molti i generi fusi insieme: soul, funk, rock, jazz e rock su tutti.[3] Sono presenti sia brani scritti dalla stessa band che numerose reinterpretazioni di brani di grandi compositori, come Ennio Morricone, Luis Bacalov e Armando Trovajoli.

In poco tempo la band conquisterà la curiosità degli appassionati anche all'estero: Craig Charles seleziona il brano Italia a Mano Armata e lo inserisce nella playlist del suo Funk and Soul Show sulla BBC; il network belga-olandese Studio Brussels trasmette più volte Ricatto alla Mala. Questo porterà il gruppo a esibirsi anche nel Benelux. In Italia, prendono parte a numerosi festival come il MiAmi/Musica Interessante, il Ravenna Festival e il Re:Found.

Il loro legame con l'arte del cinema viene sigillato con la partecipazione, con musiche originali, alla colonna sonora del film Said, co-produzione italo-spagnola. Partecipano anche a diverse raccolte, tra le quali Afterhours presentano: Il paese è reale (19 artisti per un paese migliore?) (con L'uomo dagli occhi di ghiaccio), progetto-compilation ideato da Manuel Agnelli e dagli Afterhours. Nel 2009 registrano una versione di Tutta donna, originariamente interpretato da Lola Falana, con la voce di Georgeanne Kalweit (già Delta V). Di questo pezzo viene realizzato il video per la regia di Liliana "Q" Liberanome. Nel frattempo l'album d'esordio viene ristampato due volte.

Nel 2009 il gruppo intraprende il suo primo tour nel Stati Uniti, dove suonano all'HitWeek Festival di Los Angeles. Altre date al Nublu e allo Zebulon, prestigiosi club di New York. Sempre negli USA partecipano alla trasmissione radiofonica Morning Becomes Eclectic dell'emittente KCRW: una delle trasmissioni di musica live più importanti degli Stati Uniti. Nel novembre 2009 vincono il premio PIMI, promosso dal Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza nella categoria "Miglior Tour 2009".

Il 15 gennaio 2010 si esibiscono all'Eurosonic di Groninga: è la prima di una serie di concerti che li porterà a presentare il loro secondo album, ossia Ritornano quelli di... Calibro 35. Anche questo disco, prodotto da Tommaso Colliva e pubblicato da Ghost Records/Venus Dischi, contiene rivisitazioni di classici come Milano odia: la polizia non può sparare. Nello stesso anno il disco esce in Gran Bretagna (su Ghost Records) e negli Stati Uniti (per la Nublu Records). Sempre nel 2010 aprono il concerto milanese dei Muse.[4]

Nel settembre 2010 vincono il premio KeepOn Live come Miglior Band 2010.

Alcuni brani musicali dei Calibro 35 sono stati utilizzati nei film Vallanzasca - Gli angeli del male e La banda del brasiliano. Nel 2010, il brano Convergere in Giambellino è stato utilizzato come colonna sonora nei titoli di coda del film Red [5] con Bruce Willis.

Una raccolta dal titolo Rare, uscita in Italia e negli Stati Uniti nel dicembre 2010, contiene brani inediti, b-sides e cover di colonne sonore realizzate dalla band nei primi tre anni di attività.[6]

Nel febbraio 2012 viene pubblicato il terzo album della band, Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale. Il disco contiene dieci tracce originali firmate Calibro 35 e due riletture di classici. È stato realizzato a New York, negli studi Brooklyn Recording e Mission Sound. Dopo aver calcato i palchi di tutt'Italia, il 10 luglio 2012 la band pubblica il disco negli Stati Uniti (Nublu Records) nella versione americana, dal titolo Any Resemblance to Real Persons or Actual Facts Is Purely Coincidental.

Dall'ottobre dello stesso anno sono "resident band" nella seconda edizione della trasmissione di Fabio Volo Volo in diretta (Rai 3).

Il 5 novembre 2012 è uscito Dalla Bovisa a Brooklyn, il nuovo progetto firmato Calibro 35: si tratta di un EP-fumetto. Il fumetto è disegnato da Gianfranco Enrietto e scritto da Marco Philopat e racconta, tra realtà e finzione, l'esperienza newyorchese del gruppo. L'EP contiene sei brani registrati a New York durante le sessioni di Ogni riferimento....

A maggio 2012 ricevono la Targa Musica da Bere e si esibiscono accompagnati dal Corpo Bandistico Musicale di Vobarno nell'ambito dell'omonima rassegna.

A quattro anni dalla registrazione, il 20 aprile 2013 viene pubblicata la colonna sonora del film di Joseph Lefevre SAID. La pubblicazione si inserisce nella tradizione di release della band in occasione dell'annuale Record Store Day (nel 2011 pubblicarono il vinile DeathWish, nel 2012 i box set Dischi Da Asporto) e avverrà in contemporanea allo streaming gratuito del film sul sito della band.[7] Il 29 giugno seguente hanno aperto il concerto dei Muse a Torino.

Il 21 ottobre 2013 è stato pubblicato in tutta Europa l'album Traditori di tutti,[8][9] contenente 12 tracce. Il titolo dell'album è ispirato dall'omonimo libro di Giorgio Scerbanenco. Il singolo di lancio, intitolato Giulia mon amour, viene diffuso il 12 settembre. Il videoclip del brano è diretto da Lorenzo Del Bianco e viene pubblicato il 25 settembre.[10] Il 12 marzo 2014 esce il video del secondo singolo Vendetta.[11]

Il tour 2013/2014 porta la band a calcare ancora una volta i palchi in Italia, Spagna, Inghilterra, Francia, Croazia, Svizzera, Slovenia, Serbia e Turchia.

Dal 10 luglio 2014 la band realizza le nuove musiche per sonorizzazioni e programmi di Radio 1 e del GR1.

Il 6 novembre 2015 è stao pubblicato l'album S.P.A.C.E. per l'etichetta Record Kicks.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Sonorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]