Calcutta (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Calcutta
Calcutta a Largo San Giorgio (Rieti) 01.jpg
Il cantautore in concerto a Rieti nel 2016, durante la tournée Mainstream
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica d'autore
Indie rock
Indie pop
Periodo di attività musicale2009 – in attività
Strumentovoce, chitarra, pianoforte
EtichettaBomba Dischi
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Calcutta, pseudonimo di Edoardo D'Erme (Latina, 19 aprile 1989), è un cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e primi lavori (2007-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Attivo come musicista in diversi gruppi musicali locali fin dal 2007, nel 2009 fonda il duo musicale Calcutta. In seguito all'abbandono dell'altro membro, Marco Crypta[1], Calcutta mantiene il nome, che come dichiarato in un'intervista dice essere casuale e non avere un senso definito,[2] e lo adotta come nome d'arte[1]. Nel 2012 pubblica per l'etichetta Geograph Records il suo primo disco intitolato Forse..., a seguito del quale si esibisce in diversi locali d'Italia[2]. In questo periodo si dedica a diversi progetti paralleli quali "I Magici", "Le Suore Adoratrici Del Sangue di Cristo", "Je suis Toni Cutrone", ''Comunione'', ''Donna Moderna'' e "Uccelli", tutti caratterizzati da una forte vena dissacrante e sperimentale.[senza fonte]

Dopo la pubblicazione dell'EP The Sabaudian Tape nel 2013, registrato in cassetta a tiratura limitata, partecipa al disco "Upstart World" di Grip Casino, suonando la chitarra e partecipando alla stesura delle musiche.[senza fonte]

Con l'eclettico Davide Panizza (Pop X) ha realizzato alcuni brani non pubblicati, all'interno del progetto Friuilli.[3] [4]

Mainstream, il successo e le collaborazioni (2015-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015, in collaborazione con Marta Venturini e Niccolò Contessa de I Cani, produce e pubblica il suo secondo lavoro, Mainstream[5], raggiungendo la notorietà nazionale anche grazie al singolo Cosa mi manchi a fare, primo estratto dall'album[6], seguito da Gaetano, Frosinone e Oroscopo il cui video raggiunge un milione di visualizzazioni su YouTube nel giro di un mese.[7][8] Il disco viene nominato per il premio Targa Tenco nella categoria "album dell'anno", mentre in quella per la "canzone singola" vengono candidati Cosa mi manchi a fare, Frosinone e Oroscopo.[9] A seguito del buon risultato di vendite, Calcutta intraprende un tour nazionale per promuovere Mainstream[10]. Nel maggio 2016 pubblica il singolo Oroscopo, in collaborazione con il duo Takagi & Ketra e con il quale si è esibito il 18 settembre 2016 in qualità di ospite nella trasmissione Quelli che il calcio[11] e ad ottobre vince il suo primo disco d'oro (poi diventato disco di platino).[12] All'inizio del 2017, anche Cosa mi manchi a fare, Gaetano e Frosinone vengono premiati con il disco d'oro.[13]

Nel corso del 2017, scrive per J-Ax e Fedez i testi di due canzoni (Milano intorno e Allergia) pubblicate nell'album Comunisti col Rolex uscito il 20 gennaio dello stesso anno;[14] collabora al singolo estivo di Nina Zilli Mi hai fatto fare tardi che anticipa l'album Modern Art, uscito a settembre del medesimo anno;[15] inoltre partecipa all'album 2640 di Francesca Michielin, nel quale collabora alla stesura di Io non abito al mare, Tropicale, La Serie B e Tapioca.[16]

Evergreen (2018-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 dicembre 2017 esce il suo nuovo singolo dal titolo Orgasmo, anticipato da una campagna pubblicitaria urbana eseguita con modalità da guerrilla marketing, e il video è stato girato dal regista campano Francesco Lettieri[17] [18]. Nello stesso mese, elabora una playlist di un'ora per il Capodanno 2018 a Bologna, città nella quale l'artista vive da qualche anno, su commissione del Comune[19]: la forma della prestazione e il cachet ricevuto, cinquemila euro, sono oggetto di discussione e di critiche nei social, e da parte degli operatori del settore dell'intrattenimento.[20] [21] [22]

Il 2 febbraio 2018 viene pubblicato il singolo Pesto. Nello stesso mese partecipa al primo EP ufficiale di MasciaTi, Svegli Sempre, come coproduttore.[senza fonte]

Intervistato da Rolling Stone Italia, annuncia l'imminente arrivo del suo terzo album, Evergreen.[23] Il 23 aprile 2018, con un post sul suo profilo Instagram, annuncia la copertina e la data di uscita dell'album, prevista per il 25 maggio 2018 per l'etichetta Bomba Dischi. [24] [25]

Il 16 maggio 2018 esce il terzo singolo Paracetamolo, accompagnato da un videoclip diretto da Francesco Lettieri.[26]

Il 14 settembre 2018 il brano Kiwi esce in radio come quarto singolo.[27]

Viene annunciata la collaborazione di Calcutta con i Tiromancino nella nuova versione del brano Strade, contenuta nell'album Fino a qui in uscita il 28 settembre 2018.[28]

È suo il testo di Se piovesse il tuo nome brano interpretato da Elisa e pubblicato il 28 settembre 2018.[29]

Influenze musicali[modifica | modifica wikitesto]

Calcutta ha affermato di ispirarsi a vari artisti italiani, citando fra essi Lucio Battisti, Lucio Dalla e Luca Carboni, ma anche alla musica del Brasile, in particolare quella di Caetano Veloso, avvicinandosi al Paese sudamericano tramite il movimento musical-culturale del tropicalismo[2].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ha dichiarato di aver lavorato come pubblico pagato in programmi televisivi, in un periodo in cui viveva a Brooklyn.[30]

Calcutta compare inoltre in una puntata del telefilm Tutto può succedere.[senza fonte]

Il 28 settembre 2018 viene pubblicata Calcutta. Amatevi in disparte la prima biografia dell'artista, a cura di Antonio Coletta per Arcana Edizioni.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni in raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Biografia di Calcutta, su rockit.it, Rock It. URL consultato il 5 luglio 2016.
  2. ^ a b c Gianni Santoro, Calcutta, il disagio di un cantautore venuto da Latina: "Volevo fare un disco mainstream", in la Repubblica, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 24 novembre 2015. URL consultato il 5 luglio 2016.
  3. ^ Gerardo Russo, Pop X: Un'intervista visiva a Davide Panizza in undici immagini, su Talassa. URL consultato il 17 novembre 2018.
  4. ^ Marco Minoggio, Un missile di nome Pop X, su the Submarine, 22 marzo 2018. URL consultato il 17 novembre 2018.
  5. ^ Calcutta, chi è il cantautore di cui parlano tutti bene, su Il Fatto Quotidiano, 23 febbraio 2016. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  6. ^ Michelangelo Iuliano, Intervista al cantautore Calcutta: "Canto la saudade portoghese e scriverei una canzone per Albano", in Radio Deejay, 29 febbraio 2016. URL consultato il 5 luglio 2016.
  7. ^ Samantha Suriani, Calcutta, Oroscopo: video ufficiale | Velvet Music Italia, su velvetmusic.it. URL consultato il 9 settembre 2016.
  8. ^ Calcutta, il fenomeno del web allergico alla fama: «Io a un talent non andrei mai», su spettacoliecultura.ilmessaggero.it. URL consultato il 9 settembre 2016.
  9. ^ Targhe Tenco 2016: le candidature, su rockol.it, rockol.it. URL consultato l'8 settembre 2016.
  10. ^ Federica Mingarelli, Il lungo pellegrinaggio verso Calcutta: l'uomo che sussurrava ai sold-out, su rollingstone.it, Rolling Stone, 19 gennaio 2016. URL consultato il 5 luglio 2016.
  11. ^ Calcutta si esibisce a Quelli che il calcio con il brano 'Oroscopo' - Quelli che il calcio del 18/09/16, su Rai. URL consultato il 18 settembre 2016.
  12. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 5 agosto 2017.
  13. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana.
  14. ^ Francesco Uzzauto, Calcutta: ascolta i due brani scritti per J-Ax e Fedez in “Comunisti Col Rolex”, in Deer Waves, 20 gennaio 2017. URL consultato il 26 gennaio 2017.
  15. ^ Mi hai fatto fare tardi”, il nuovo singolo di Nina Zilli scritto con Calcutta e Tommaso Paradiso, in Rockit.it. URL consultato il 5 agosto 2017.
  16. ^ “2640” il nuovo album di Francesca Michielin in uscita il 12 gennaio, su Radio web Italia, 8 gennaio 2018. URL consultato il 14 gennaio 2018.
  17. ^ Benedetta Perilli, Calcutta è cresciuto: ora è il tempo di "Orgasmo", online il nuovo singolo, su Repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 14 dicembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  18. ^ Manifesti misteriosi tra Milano e Roma: "Raggiungermi è un orgasmo da provare", su Repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 14 dicembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  19. ^ Luca Bortolotti, Bologna, 5mila euro a Calcutta per fare la playlist del Capodanno 2018 (ma lui non ci sarà), su Repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 28 dicembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  20. ^ Valeria Morini, Calcutta chiede 5mila euro per il Capodanno a Bologna, ma lui non ci sarà, su Fanpage.it, Ciaopeople Media Group, 29 dicembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  21. ^ Pierfrancesco Pacoda, Bologna, playlist di Capodanno, le polemiche dei dj, su il Resto del Carlino, MONRIF NET S.r.l., 30 dicembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  22. ^ Tommaso Naccari, Se criticate i 5000 euro a Calcutta poi non rompete se suonate gratis, su Noisey, VICE Media LLC, 28 dicembre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  23. ^ Alberto Piccinini, ... e Calcutta in Serie A, su Rolling Stone Italia, Luciano Bernardini De Pace Editore S.r.l., 5 maggio 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  24. ^ Calcutta e le pecore: la copertina del nuovo album 'Evergreen', che esce il 25 maggio - GUARDA, su Rockol.it, 23 aprile 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  25. ^ calcutta_foto_di, C A L C U T T A su Instagram: "Annuncio: 25/05/2018 (È il disco)", su Instagram, 25 maggio 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  26. ^ Claudio Biazzetti, Francesco Lettieri racconta i personaggi nei video di Calcutta, su Rolling Stone Italia, Luciano Bernardini De Pace Editore S.r.l., 16 maggio 2018. URL consultato il 3 ottobre 2018.
  27. ^ Stefano Predolin, Calcutta - Kiwi (Radio Date: 14-09-2018), su EarOne, 13 settembre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  28. ^ Redazione, Video: TIROMANCINO “Noi casomai”, su Newsic.it, Dj’s Gang S.r.l., 4 settembre 2018. URL consultato il 15 settembre 2018.
  29. ^ Bianca Chiriatti, Elisa canta Calcutta, tornano Maneskin e Tiromancino. La Puglia suona con i Kalascima, su La Gazzetta del Mezzogiorno, 28 settembre 2018. URL consultato il 1º ottobre 2018.|
  30. ^ Calcutta: «All’inizio suonavo per ubriacarmi gratis», su rollingstone.it. URL consultato il 26 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]