Caiman crocodilus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Caimano dagli occhiali
Spectacled Caiman.JPG
Caiman crocodilus
Stato di conservazione
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Superordine Crocodylomorpha
Ordine Crocodylia
Famiglia Alligatoridae
Genere Caiman
Specie C. crocodilus
Nomenclatura binomiale
Caiman crocodilus
(Linnaeus, 1758)

Il caimano dagli occhiali o caimano comune (Caiman crocodilus (Linnaeus, 1758)) è un rettile di modeste dimensioni appartenente alla famiglia Alligatoridae, diffuso nell'America centrale e nel Sud America settentrionale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti misurano dai 2 ai 2,5 m.[senza fonte] Di colorazione "oliva spento", ha un rilievo osseo posto davanti agli occhi, da cui trae il nome ed è per questo che è chiamato anche caimano dagli "occhiali".

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Vive in tutti gli ambienti umidi di acqua dolce, dalla quale esce raramente se non spinto dalla siccità; in questo caso si rifugia nel fango. Di giorno galleggia in superficie, mentre di notte diventa più attivo. I maschi sono territoriali e stabiliscono tra di loro una precisa gerarchia.[senza fonte]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti si cibano di altri rettili, pesci, anfibi e uccelli marini.[senza fonte]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine depongono da 14 a 40 uova in cumuli di terra e vegetazione in fermentazione, ai margini dell'acqua, o su intrichi di materiali vegetali galleggianti.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

  • Caiman crocodilus crocodilus (Linnaeus, 1758)
  • Caiman crocodilus apaporiensis Medem,, 1955
  • Caiman crocodilus chiapasius (Bocourt, 1876)
  • Caiman crocodilus fuscus (Cope, 1868)

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Benché pesantemente cacciato per la sua pelle, Caiman crocodilus ha beneficiato degli specchi d'acqua artificiali, come i bacini idrici, che hanno favorito un aumento sensibile della popolazione locale.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Crocodile Specialist Group 1996, Caiman crocodilus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  2. ^ a b (EN) Caiman crocodilus, su The Reptile Database. URL consultato il 17 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili