Cagliari Calcio 2004-2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Cagliari Calcio.

Cagliari Calcio
Stagione 2004-2005
AllenatoreItalia Daniele Arrigoni
PresidenteItalia Massimo Cellino
Serie A12º posto
Coppa ItaliaSemifinali
Maggiori presenzeCampionato: Gobbi (36)
Miglior marcatoreCampionato: Esposito (16)
Totale: Esposito (19)
StadioSant'Elia

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Cagliari Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2004-2005.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il Cagliari parte bene conquistando nelle prime 8 gare ben 13 punti con quattro vittorie, un pareggio e tre sconfitte poi viene una sonora sconfitta allo stadio Olimpico contro la Roma per 5-1 e tre pareggi consecutivi tra cui uno clamoroso contro l'Inter per 3-3 (addirittura stava vincendo 3-1 a venti minuti dalla fine). Le due giornate successive, Il Cagliari vince 2 volte e si porta al 4º posto con 22 punti che dopo scenderà all'ottavo posto alla fine del girone d'andata raccogliendo solo 4 punti in cinque partite (da ricordare il pareggio interno contro la Juventus per 1-1 con il gol cagliaritano segnato da capitan Zola a un minuto dal termine).

Il girone di ritorno è paradossale perché la squadra in 8 partite conquista 7 punti in casa e perde tutte le gare in trasferta tranne una contro il Siena alla 22ª giornata. Alla 28ª giornata batte la Roma per 3-0 e risale al nono posto dopodiché, la squadra non vince più e racimola solo 7 punti fino alla fine del campionato e conquista una tranquilla salvezza piazzandosi al dodicesimo posto con 44 punti.

Il Cagliari in quell'anno fece un ottimo cammino in Coppa Italia, riuscendo a raggiungere la semifinale del torneo eliminando nell'ordine la Triestina, agli ottavi la Lazio e nei quarti la Sampdoria. In semifinale purtroppo si deve arrendere nuovamente all'Inter, che vincerà poi la coppa, pareggiando all'andata al Sant'Elia per 1 a 1 con un goal di punizione del fantasista di Oliena Gianfranco Zola ma perdendo nettamente a Milano per 3 a 1 venendo così eliminati dalla competizione.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico della stagione fu per la terza e ultima volta A-Line sponsor tecnico sardo tra cui proprietari vi era un calciatore e bandiera cagliaritana Gianluca Festa, mentre il main sponsor fu Terra Sarda. La prima divisa, è una rivisitazione del classico completo rossoblù con un inserto oro e un inserto a colori invertiti alle estremità della maglia, La seconda divisa si presenta nel classico bianco con inserti rossoblù. Durante la stagione sono state utilizzate anche altre due divise: un completo rosso, sfoggiato a Brescia e a Udine, e una tenuta azzurra, indossata nella trasferta sul campo della Roma.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
3ª divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Grecia P Fanīs Katergiannakīs[1]
3 Italia C Marcello Albino
4 Italia D Francesco Bega
5 Italia C Daniele Conti
6 Uruguay D Diego Luis López
7 Italia A Mauro Esposito
8 Italia C Massimo Gobbi
9 Honduras A David Suazo
10 Italia A Gianfranco Zola (capitano)
12 Italia P Davide Ugo Capello
13[2] Italia D Rocco Sabato
14 Italia D Francesco Pisano
15 Italia D Simone Loria
16 Italia C Alessandro Budel[3]
18 Uruguay C Nelson Abeijón
N. Ruolo Giocatore
19 Italia C Massimo Brambilla
20 Uruguay A Horacio Peralta[1]
21 Honduras C Edgar Álvarez[3]
22 Italia P Alex Brunner[3]
23 Italia A Antonio Langella
24 Italia D Davide Moi
27 Italia C Claudio Pani
28 Italia D Fabio Vignati
31 Italia D Alessandro Agostini
32 Italia A Rolando Bianchi
34 Italia P Gennaro Iezzo
35 Italia D Roberto Maltagliati
39 Italia C Luca A. Novelli
49 Italia C Loris Del Nevo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2004-2005.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
12 settembre 2004, ore 15:00
1ª giornata
Cagliari1 – 0
referto
BolognaStadio Sant'Elia

Firenze
19 settembre 2004, ore 15:00
2ª giornata
Fiorentina2 – 1
referto
CagliariStadio Artemio Franchi

Cagliari
22 settembre 2004, ore 20:30
3ª giornata
Cagliari2 – 0
referto
SienaStadio Sant'Elia

Lecce
26 settembre 2004, ore 15:00
4ª giornata
Lecce3 – 1
referto
CagliariStadio Via del Mare

Cagliari
2 ottobre 2004, ore 18:00
5ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
BresciaStadio Sant'Elia

Cagliari
17 ottobre 2004, ore 15:00
6ª giornata
Cagliari0 – 1
referto
MilanStadio Sant'Elia

Bergamo
23 ottobre 2004, ore 18:00
7ª giornata
Atalanta2 – 2
referto
CagliariStadio Atleti Azzurri d'Italia

Cagliari
27 ottobre 2004, ore 20:30
8ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
ParmaStadio Sant'Elia

Roma
31 ottobre 2004, ore 15:00
9ª giornata
Roma5 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico

Cagliari
7 novembre 2004, ore 15:00
10ª giornata
Cagliari0 – 0
referto
LivornoStadio Sant'Elia

Genova
10 novembre 2004, ore 20:30
11ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris

Cagliari
14 novembre 2004, ore 15:00
12ª giornata
Cagliari3 – 3
referto
InterStadio Sant'Elia

Roma
28 novembre 2004, ore 15:00
13ª giornata
Lazio2 – 3
referto
CagliariStadio Olimpico

Cagliari
5 dicembre 2004, ore 15:00
14ª giornata
Cagliari4 – 2
referto
ChievoStadio Sant'Elia

Reggio Calabria
12 dicembre 2004, ore 15:00
15ª giornata
Reggina3 – 2
referto
CagliariStadio Oreste Granillo

Palermo
19 dicembre 2004, ore 20:30
16ª giornata
Palermo3 – 0
referto
CagliariStadio Renzo Barbera

Cagliari
6 gennaio 2005, ore 15:00
17ª giornata
Cagliari2 – 1
referto
MessinaStadio Sant'Elia

Udine
9 gennaio 2005, ore 15:00
18ª giornata
Udinese2 – 0
referto
CagliariStadio Friuli

Cagliari
16 gennaio 2005, ore 20:30
19ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
JuventusStadio Sant'Elia

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
22 gennaio 2005, ore 18:00
20ª giornata
Bologna1 – 0
referto
CagliariStadio Renato Dall'Ara

Cagliari
30 gennaio 2005, ore 15:00
21ª giornata
Cagliari1 – 0
referto
FiorentinaStadio Sant'Elia

Siena
2 febbraio 2005, ore 20:30
22ª giornata
Siena2 – 2
referto
CagliariStadio Artemio Franchi

Cagliari
6 febbraio 2005, ore 15:00
23ª giornata
Cagliari3 – 1
referto
LecceStadio Sant'Elia

Brescia
13 febbraio 2005, ore 15:00
24ª giornata
Brescia2 – 0
referto
CagliariStadio Mario Rigamonti

Milano
19 febbraio 2005, ore 20:30
25ª giornata
Milan1 – 0
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza

Cagliari
27 febbraio 2005, ore 15:00
26ª giornata
Cagliari3 – 3
referto
AtalantaStadio Sant'Elia

Parma
6 marzo 2005, ore 15:00
27ª giornata
Parma3 – 2
referto
CagliariStadio Ennio Tardini

Cagliari
13 marzo 2005, ore 15:00
28ª giornata
Cagliari3 – 0
referto
RomaStadio Sant'Elia

Livorno
20 marzo 2005, ore 15:00
29ª giornata
Livorno3 – 3
referto
CagliariStadio Armando Picchi

Cagliari
10 aprile 2005, ore 15:00
30ª giornata
Cagliari0 – 0
referto
SampdoriaStadio Sant'Elia

Milano
17 aprile 2005, ore 15:00
31ª giornata
Inter2 – 0
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza

Cagliari
20 aprile 2005, ore 20:30
32ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
LazioStadio Sant'Elia

Verona
24 aprile 2005, ore 15:00
33ª giornata
Chievo1 – 1
referto
CagliariStadio Marcantonio Bentegodi

Cagliari
30 aprile 2005, ore 18:00
34ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
RegginaStadio Sant'Elia

Cagliari
8 maggio 2005, ore 15:00
35ª giornata
Cagliari0 – 0
referto
PalermoStadio Sant'Elia

Messina
15 maggio 2005, ore 15:00
36ª giornata
Messina2 – 1
referto
CagliariStadio San Filippo

Cagliari
22 maggio 2005, ore 15:00
37ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
UdineseStadio Sant'Elia

Torino
29 maggio 2005, ore 15:00
38ª giornata
Juventus4 – 2
referto
CagliariStadio delle Alpi

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2004-2005.
Trieste
15 settembre 2004
Secondo turno - Andata
Triestina1 – 3CagliariStadio Nereo Rocco

Cagliari
29 settembre 2004
Secondo turno - Ritorno
Cagliari3 – 1TriestinaStadio Sant'Elia

Cagliari
21 novembre 2004
Ottavi di finale - Andata
Cagliari2 – 1LazioStadio Sant'Elia

Roma
13 gennaio 2005
Ottavi di finale - Ritorno
Lazio3 – 2
(d.t.s.)
CagliariStadio Olimpico

Cagliari
27 gennaio 2005
Quarti di finale - Andata
Cagliari2 – 0SampdoriaStadio Sant'Elia

Genova
17 marzo 2005
Quarti di finale - Ritorno
Sampdoria3 – 2CagliariStadio Luigi Ferraris

Cagliari
12 maggio 2005
Semifinale - Andata
Cagliari1 – 1InterStadio Sant'Elia

Milano
18 maggio 2005
Semifinale - Ritorno
Inter3 – 1CagliariStadio Giuseppe Meazza

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 44 19 9 9 1 30 17 19 1 5 13 21 43 38 10 14 14 51 60
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 4 3 1 0 8 3 4 1 0 3 8 10 8 4 1 3 16 13
Totale - 23 12 10 1 38 20 23 2 5 16 29 53 46 14 15 17 67 73

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C C T C T C T C T C T T C T C T C T C T T C T C T C T C T C C T C T
Risultato V P V P V P N V P N N N V V P P V P N P V N V P P N P V N N P N N N N P N P
Posizione 2 10 4 11 6 8 7 4 8 8 9 10 4 4 4 9 6 8 8 11 9 10 8 8 8 10 11 9 9 8 10 9 10 9 8 8 9 12

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.
|} Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  2. ^ Numero 11 fino al 9 febbraio 2005. Cambia il numero in seguito alla decisione della società di ritirare il numero 11 in onore dell'ex giocatore rossoblù Gigi Riva, capocannoniere all-time del club.
  3. ^ a b c Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]