Caerostris darwini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Caerostris darwini
Caerostris darwini using bridging silk.jpg
Caerostris darwini mentre fila la tela
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Opisthothelae
Infraordine Araneomorphae
Superfamiglia Araneoidea
Famiglia Araneidae
Sottofamiglia Gasteracanthinae
Tribù Caerostrini
Genere Caerostris
Specie C. darwini
Nomenclatura binomiale
Caerostris darwini
Kuntner & Agnarsson, 2010
Nomi comuni

Ragno corteccia di Darwin

Caerostris darwini Kuntner & Agnarsson, 2010 è un ragno appartenente alla famiglia Araneidae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della specie è in onore del naturalista e geologo britannico Charles Darwin (1809-1882).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel filmato è ben visibile la capacità di questo ragno di eiettare la tela a notevole distanza
Un chiaro esempio della grandezza e della struttura elaborata di queste tele

Una particolarità di questa specie è il fatto che può tessere ragnatele talmente grandi da avere come punti d'appoggio due estremità distanti di un piccolo lago o di un fiume.

È stato in seguito scoperto che la sua ragnatela è tanto resistente da essere stata immediatamente classificata come tessuto biologico non artificiale più resistente del mondo (si stima che, a parità di spessore e lunghezza, un filo di tale ragnatela è dieci volte più resistente di un filo di Kevlar)[1].

Matjaž Gregorič, un ricercatore della Slovenian Academy of Sciences and Arts, ha studiato i comportamenti sessuali di questa specie per diverso tempo, nell'Andasibe-Mantadia National Park (Madagascar). I maschi, molto più piccoli delle femmine, prima del rapporto sessuale, eseguono un particolare cerimoniale in cui bagnano con liquidi secreti dalla bocca l'aria copulatoria delle femmine. Si è ipotizzato che potrebbe servire a comunicare alla femmina la qualità del maschio, oppure a diminuire l'efficacia dello sperma dei rivali.

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Gli esemplari raccolti mostrano uno spiccato dimorfismo sessuale:

  • Il paratipo femminile ha il cefalotorace lungo 6,2mm e largo 8,6mm; l'opistosoma lungo 12,8mm e largo 14,5mm. La lunghezza totale del primo paio di zampe è di 34,9mm[2].
  • Il paratipo maschile ha il cefalotorace lungo 3,0mm e largo 3,1mm; l'opistosoma lungo 3,3mm e largo 4,3mm. La lunghezza totale del primo paio di zampe è di 15,0mm[2].

Ragnatele[modifica | modifica wikitesto]

Le tele esaminate sono per la maggior parte ad orientamento verticale, solo alcune mostravano inclinazioni dalla verticale di 50, 70 o 80 gradi. Sono state misurate 18 tele singole di grandezza variabile fra i 31,5 ed i 105 centimetri e fili di collegamento in tensione fra due rive fra i 180 ed i 700 centimetri[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stata rinvenuta nel Madagascar meridionale[3]: l'olotipo maschile ed i paratipi maschili e femminili sono stati rinvenuti in diversi punti lungo il fiume Namorona, nel territorio del Parco nazionale di Ranomafana, nella provincia di Fianarantsoa[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Al 2014 non sono note sottospecie e dal 2010 non sono stati esaminati nuovi esemplari[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]