Cacteae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cacteae
Pediocactus simpsonii.jpg
Pediocactus simpsonii
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Sottofamiglia Cactoideae
Tribù Cacteae
Genere
  • Vedi testo

Le Cacteae sono una tribù della famiglia delle Cactaceae, la maggiore delle tribù della sottofamiglia Cactoideae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le Cacteae hanno generalmente forma globoso-cilindrica, anche se non mancano i casi di piante subcolonari. Possono essere piante singole o cespitose, ma non formano lunghi rami nella porzione apicale del fusto.
Il fusto può essere ricoperto da coste o da tubercoli, questi ultimi in genere disposti in spirali che partono dall'apice vegetativo.
I fiori, che possono essere dei più svariati colori, si trovano in posizione apicale o subapicale. Sono di dimensioni medio-piccole rispetto a quelli di altre tribù. Sono regolari, raramente asimmetrici. Si aprono di giorno.
L'ovario infero, può essere ricoperto da scaglie o lanuggine, oppure essere completamente liscio.
Le areole sono generalmente ovali, a volte con un solco laterale o dimorfiche.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Queste piante sono tutte originarie del Nuovo Mondo, diffuse in Messico, Stati Uniti, Canada, America centrale, Colombia, Venezuela e nella zona dei Caraibi.

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Sono tra le piante succulente più coltivate al mondo, e molte di esse sono facili da far crescere e da far fiorire. Le regole base da tener presenti sono un buon drenaggio e innaffiature regolari nel periodo di vegetazione. Naturalmente, dato il grande numero di specie e di ambienti in cui esse crescono, le esigenze e la resistenza a particolari fattori quali temperatura, acidita del suolo e luminosità, variano moltissimo.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende i seguenti generi:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Edward F.Anderson,The Cactus family, pag.650, Timber press,Portland,2001

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]