C'è sempre il sole a Philadelphia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
C'è sempre il sole a Philadelphia
C'è sempre il sole a Philadelphia.png
Immagine tratta dalla sigla italiana della serie televisiva
Titolo originaleIt's Always Sunny in Philadelphia
PaeseStati Uniti d'America
Anno2005 – in produzione
Formatoserie TV
Generesitcom, commedia nera
Stagioni12
Episodi134
Durata18-25 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3 (st. 1-4)
16:9 (st. 5+)
Crediti
IdeatoreRob McElhenney
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaPeter Smokler, John Tanzer
MontaggioJosh Drisko, Tim Roche, Robert Bromwell
MusicheCormac Bluestone
ProduttoreTom Lofaro, Fred Savage, Matt Shakman, Randall Einhorn, Dave Chernin, John Chernin, Hunter Covington, Todd Biermann
Produttore esecutivoCharlie Day, Glenn Howerton, Rob McElhenney, Michael Rotenberg, Nick Frenkel, Tom LoFaro
Casa di produzione3 Arts Entertainment
RCG Productions
Jersey Films
FX Productions (st. 3-11)
FXP (st. 12+)
Prima visione
Prima TV originale
Dal4 agosto 2005
Alin corso
Rete televisivaFX (st. 1-8)
FXX (st. 9+)
Prima TV in italiano
Dal15 giugno 2010
Alin corso
Rete televisivaFX (st. 1-6)
Cielo (st. 7)
Fox (st. 8)
Fox Comedy (st. 9+)

C'è sempre il sole a Philadelphia (It's Always Sunny in Philadelphia) è una sitcom statunitense prodotta dal 2005.

Ideata da Rob McElhenney e sviluppata dallo stesso McElhenney assieme a Glenn Howerton, la serie ha debuttato sul canale statunitense FX nell'agosto del 2005 (passando poi al canale gemello FXX dal 2013), ed è incentrata su quattro amici che gestiscono un pub irlandese nella periferia di Philadelphia. Gli episodi affrontano, con un approccio politicamente scorretto, temi quali aborto, razzismo, omosessualità, terrorismo, pedofilia, incesto, prostituzione, nazismo, necrofilia e molti altri.

L'undicesima stagione è stata trasmessa negli Stati Uniti d'America a partire dal 6 gennaio 2016, e la serie è stata rinnovata per la dodicesima stagione.[1] Il 1 aprile 2016, la serie viene rinnovata per altre due stagioni.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie ruota attorno alle vicende di quattro amici estremamente disonesti, nullafacenti, egoisti e manipolatori: Charlie Kelly, Mac McDonald, Dennis Reynolds e Dee Reynolds. Insieme gestiscono il Paddy's Pub, un pub irlandese nel sud di Philadelphia, e fra una bevuta e l'altra si confrontano su temi caldi e questioni personali. In ogni discorso cambiano rapidamente opinione a seconda delle circostanze, fregandosene di ogni possibile valore etico o morale. Dalla seconda stagione entra a far parte del gruppo il padre dei fratelli Reynolds, egoista e manipolatore come i figli.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Dennis Reynolds (stagione 1-in corso), interpretato da Glenn Howerton, doppiato da Marco Vivio.
    Dennis è il co-proprietario del pub e il fratello gemello di Deandra. È il più istruito del gruppo, essendo laureato in psicologia all'università di Pennsylvania. A differenza dei suoi amici, non era un completo emarginato a scuola, pur non essendo popolare quanto lui pensava di essere. Incredibilmente vanitoso, narcisista ed egocentrico, si ritiene di una bellezza fuori dal normale ed è molto suscettibile a qualunque critica sul suo aspetto fisico. Frequentemente manipola le ragazze con cui esce e in una puntata si scopre che ha inventato un "sistema" ad arte per sedurre le donne e poi abbandonarle. Dennis condivide il suo appartamento con l'amico Mac.
  • Charlie Kelly (stagione 1-in corso), interpretato da Charlie Day, doppiato da Francesco Pezzulli.
    Charlie è un altro co-proprietario del pub nonché amico d'infanzia di Mac e Dennis. Forse il membro più sfortunato e patetico del gruppo, Charlie è alcolizzato, analfabeta, mantiene una scarsa igiene e vive nello squallore. L'unica donna che gli interessa è "La Cameriera" per cui nutre una malsana ossessione (al limite dello stalking), che però non lo sopporta e al contrario sembra attratta da Dennis. Seppur non molto intelligente, Charlie sembra avere un vero talento artistico ed è bravo a suonare il piano. Dalla seconda stagione condivide l'appartamento con l'amico Frank.
  • Ronald "Mac" McDonald (stagione 1-in corso), interpretato da Rob McElhenney, doppiato da Fabrizio Vidale.
    Mac è l'altro co-proprietario del pub. Figlio di uno spacciatore, è amico di Dennis fin dal liceo dove, a detta di quest'ultimo, era ridotto a vendere droga per essere accettato dai più popolari. Si vanta spesso di essere un duro, capace di fare a botte con chiunque, e porta magliette a maniche corte per mostrare i suoi "muscoli" ma in realtà non ha nessun tipo di capacità atletica né di forza fisica. Nonostante mostri uno scarso senso dell'etica, Mac è cattolico ed è l'unico membro del gruppo ad avere una fede religiosa. Ha un attaccamento morboso per il migliore amico Dennis.
  • Deandra "Dee" Reynolds (stagione 1-in corso), interpretata da Kaitlin Olson, doppiata da Daniela Calò.
    Deandra, detta Dee, è la principale barista e la sorella gemella di Dennis. Al contrario del fratello non ha mai finito l'università e ai tempi del liceo era un'emarginata, avendo la scoliosi e dovendo portare un busto ortopedico. Egocentrica come il fratello Dennis, Dee sogna di diventare attrice, pur non avendo nessun talento. Unica femmina del gruppo, viene regolarmente presa in giro e insultata dagli altri per il suo aspetto fisico, mancanza di talento o anche per il solo fatto di essere una donna.
  • Frank Reynolds (stagione 2-in corso), interpretato da Danny DeVito, doppiato da Giorgio Lopez.
    Frank è il padre (ma non biologico) dei gemelli Dennis e Dee. Dopo essere stato un importante uomo d'affari, grazie a operazioni illegali con personaggi discussi, si ritrova nel mezzo di una crisi di mezza età e si unisce al gruppo all'inizio della seconda stagione. Essendo un naturale manipolatore spesso si mette a capo dei numerosi complotti organizzati dal gruppo. Divide l'appartamento e il letto con Charlie.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 7 2005 2008
Seconda stagione 10 2006 2008
Terza stagione 15 2007 2008-2009
Quarta stagione 13 2008 2009-2010
Quinta stagione 12 2009 2010
Sesta stagione 14 2010 2011
Settima stagione 13 2011 2013
Ottava stagione 10 2012 2014
Nona stagione 10 2013 2015
Decima stagione 10 2015 2015
Undicesima stagione 10 2016 2016
Dodicesima stagione 10 2017 2017

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Logo della serie.

Inizialmente l'idea della serie, dal titolo di lavorazione The Jerks (letteralmente I cretini) prevedeva la realizzazione di un breve film per la televisione scritto da Rob McElhenney, da utilizzare come pilota della serie, riguardante un uomo che finge di avere il cancro con il proprio amico.[3] In seguito l'idea si è trasformata nella realizzazione di un episodio pilota di circa 20 minuti intitolato It's Always Sunny on TV (traducibile con C'è sempre il sole in TV), e le vicende del film progettato sono state poi riutilizzate per il quarto episodio della stagione.[3] L'episodio pilota era stato girato con una videocamera da Charlie Day, Glenn Howerton e Rob McElhenney a Los Angeles. In seguito è stato presentato a varie emittenti, mostrando il DVD del pilota ai dirigenti. L'episodio attirò infine l'attenzione dell'emittente FX, che ordinò una prima stagione.[3] Sebbene è stato spesso detto che l'episodio pilota venne girato con 200 dollari,[4] i realizzatori della serie hanno dichiarato che il costo fu molto più basso, in quanto le uniche spese furono le videocassette.[4] Danny DeVito, che è entrato nel cast della serie dalla seconda stagione, ha detto a The Daily Show (3 agosto 2006) e al David Letterman Show (6 settembre 2007) che le spese furono solamente di 85 dollari. L'episodio originale a basso costo non è stato mai trasmesso in televisione: l'episodio venne rigirato con più fondi, spostando l'ambientazione da Los Angeles a Filadelfia.[3]

A marzo 2017, dopo la conclusione della dodicesima stagione, Glenn Howerton ha rivelato che potrebbe non tornare alla serie, a causa del lavoro su altri progetti.[5] In un'intervista dell'agosto 2017, Charlie Day ha detto che crede che Howerton tornerà e che non si sentirà in grado di continuare senza di lui.[6]

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione è formata da sette episodi, il finale di stagione è andato in onda il 13 settembre 2005 negli Stati Uniti.

Secondo McElhenney,[4] i giudizi sullo spettacolo erano stati sufficiente buoni da indurre l'emittente FX a rinnovare la serie per una seconda stagione, che è stata trasmessa dal 29 giugno al 17 agosto 2006. Danny DeVito entrò a far parte del cast fisso nel ruolo del padre dei gemelli Dennis (interpretato da Glenn Howerton) e Dee (interpretata da Kaitlin Olson).

La terza stagione è andata in onda dal 13 settembre al 15 novembre 2007.

Il 15 luglio 2008 è stato dichiarato che FX ha ordinato 39 ulteriori episodi; ciò significa che la serie arriverà almeno alla settima stagione. Tutte le stagioni rimanenti saranno composte da 13 episodi. I cinque membri principali del cast sono stati confermati per l'intera programmazione.[7]

La quinta stagione ha debuttato negli Stati Uniti il 17 settembre 2009,[8] la sesta il 16 settembre 2010, la settima il 15 settembre 2011.

La settima stagione è andata in onda in Italia su Cielo in orario notturno nel 2013. L'ottava è stata trasmessa sul canale satellitare Fox nel 2014. La nona stagione in Italia è stata messa in onda sul canale satellitare Fox Comedy a partire dal 2 febbraio 2015.

La serie è stata rinnovata per un'undicesima stagione e per una dodicesima stagione[9], ed in seguito per una tredicesima e quattordicesima stagione, diventando la più lunga della tv via cavo.[10]

La dodicesima stagione è andata in onda negli Stati Uniti dal 4 gennaio[11] all'8 marzo 2017.[1]

Nell'aprile 2017, è stato annunciato da Kaitlin Olson che la serie avrebbe preso una lunga pausa, a causa degli impegni degli attori in altri progetti. La tredicesima stagione, dunque, potrebbe iniziare nel 2019.[12]

Dal 2 ottobre 2017, la serie viene trasmessa anche sul canale statunitense Viceland.[13]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La sigla è "Temptation Sensation" del compositore tedesco Heinz Kiessling.

La colonna sonora della serie è stata pubblicata nel 2010.[14]

It's Always Sunny in Philadelphia (Music from the Original TV Series)[modifica | modifica wikitesto]

Tracce
Titolo Artista Durata
1 Temptation Sensation (Main Title Theme) The Heinz Kiessling Orchestra 2:53
2 Derby Day 2:39
3 Blue Blood 2:54
4 On Your Bike 2:15
5 Take the Plunge 3:10
6 Hotsy-Totsy 2:18
7 Off Broadway 2:31
8 Coconut Shy The Diamontinos 2:25
9 Honey Bunch The Ralph Manning Orchestra 2:44
10 Glitterati Party The Heinz Kiessling Orchestra 2:51
11 Singles Soiree The Rüdiger Piesker Orchestra 2:09
12 Pink Deville The Ole Olafsen Band 2:34
13 Captain's Table The Heinz Kiessling Orchestra 2:44
14 Starlet Express 2:31
15 Final Fling 2:29
16 Sweetheart Serenade 2:54
17 Tea at Tiffani's 2:28
18 Moonbeam Kiss The Rüdiger Piesker Orchestra 2:21
19 Grand Central The Heinz Kiessling Orchestra 3:15
Durata totale 50:05

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

C'è sempre il sole a Philadelphia ha ricevuto il plauso della critica.

Emily Nussbaum di The New Yorker ha elogiato lo spettacolo, definendolo "non solo la migliore sitcom in televisione, ma una delle serie televisive più interessanti e ambiziose del momento".

Stagione Accoglienza
Rotten Tomatoes Rotten Tomatoes - Punteggio del pubblico Metacritic Metacritic - Punteggio del pubblico
1 80% (5 recensioni)[15] 90% (237 recensioni) 64 (23 recensioni)[16] 9.0 (255 recensioni)
2 - 97% (169 recensioni)[17] 70 (12 recensioni)[18] 9.0 (117 recensioni)
3 100% (5 recensioni)[19] 97% (151 recensioni) - 9.3 (107 recensioni)[20]
4 100% (5 recensioni)[21] 97% (137 recensioni) 69 (5 recensioni)[22] 9.0 (162 recensioni)
5 100% (5 recensioni)[23] 95% (132 recensioni) 78 (6 recensioni)[24] 9.0 (139 recensioni)
6 100% (5 recensioni)[25] 94% (122 recensioni) 84 (4 recensioni)[26] 9.1 (126 recensioni)
7 100% (5 recensioni)[27] 94% (124 recensioni) - 8.7 (104 recensioni)[28]
8 100% (7 recensioni)[29] 95% (122 recensioni) - 9.0 (77 recensioni)[30]
9 100% (16 recensioni)[31] 95% (202 recensioni) 86 (4 recensioni)[32] 8.3 (101 recensioni)
10 100% (5 recensioni)[33] 95% (234 recensioni) - 8.0 (54 recensioni)[34]
11 - 94% (109 recensioni)[35] - 8.4 (48 recensioni)[36]
12 100% (10 recensioni)[37] 88% (138 recensioni) - 8.2 (34 recensioni)[38]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Adattamento russo[modifica | modifica wikitesto]

Un adattamento russo della serie, intitolato "В Москве всегда солнечно" è stata trasmesso sul canale TNT dal 12 maggio al 5 giugno 2014.[39]

Libro[modifica | modifica wikitesto]

Un libro intitolato "The Gang Writes a Self-Help Book: The 7 Secrets of Awakening the Highly Effective Four-Hour Giant, Today" è stato pubblicato il 6 gennaio 2015.[40]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dan Fienberg, FX renews 'It's Always Sunny in Philadelphia,' extends deal with stars, HitFix, 4 aprile 2014. URL consultato il 4 aprile 2014.
  2. ^ tvline.com, 2 aprile 2016, http://tvline.com/2016/04/01/its-always-sunny-renewed-season-13-14-fxx/. URL consultato il 2 aprile 2016.
  3. ^ a b c d Trivia for "It's Always Sunny in Philadelphia", IMDb. URL consultato il 19 febbraio 2010.
  4. ^ a b c Eric Goldman, IGN: ''It's Always Sunny in Philadelphia'' Premiere, Tv.ign.com. URL consultato il 22 giugno 2009.
  5. ^ (EN) Is Glen Howerton Leaving 'It's Always Sunny In Philadelphia'?, in UPROXX, 09 marzo 2017. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  6. ^ (EN) That One 'Always Sunny' Character Might Not Be Leaving After All, in HuffPost Canada, 15 agosto 2017. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  7. ^ 'FX Shows Love for It's Always Sunny, IGN. URL consultato il 15 luglio 2008.
  8. ^ FX Networks, FX Networks. URL consultato il 22 giugno 2009.
  9. ^ (EN) FX renews ‘It’s Always Sunny in Philadelphia,’ extends deal with stars, in UPROXX, 04 aprile 2014. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) Michael Ausiello, It's Always Sunny in Philadelphia Renewed for Seasons 13 and 14 at FXX, in TVLine, 1° aprile 2016. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  11. ^ (EN) Erik Pedersen, ‘It’s Always Sunny In Philadelphia’ & ‘Man Seeking Woman’ Get Return Dates On FXX, in Deadline, 07 novembre 2016. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  12. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia Season 13 Will Be a Year Late, in TVGuide.com, 27 aprile 2017. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  13. ^ VICELAND, It's Always Sunny in Philadelphia on VICELAND - Begins Oct 2, 30 settembre 2017. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  14. ^ (EN) 'It's Always Sunny in Philadelphia' soundtrack to be released September 1: Ta-da, ta-da, ta-da-daah-daah-daah..., in EW.com. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  15. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 1 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  16. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  17. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 2 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  18. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  19. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 3 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  20. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  21. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 4 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  22. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  23. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 5 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  24. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  25. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 6 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  26. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  27. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 7 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  28. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  29. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 8 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  30. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  31. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 9 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  32. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  33. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 10 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  34. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  35. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 11 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  36. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  37. ^ (EN) It's Always Sunny in Philadelphia: Season 12 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  38. ^ It's Always Sunny in Philadelphia. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  39. ^ В Москве всегда солнечно, su a-s-i-m.tnt-online.ru.
  40. ^ "It's Always Sunny in Philadelphia by The Gang"., su share.hc.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione