C'è posta per te (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
C'è posta per te
Logo del programma
Anno dal 2000
Genere People show
Edizioni 20
Puntate 206 (al 25 febbraio 2017)
Durata 200 min
Ideatore Maria De Filippi, Alberto Silvestri
Produttore Maria De Filippi, Sabina Gregoretti (Fascino PGT)
Presentatore Maria De Filippi
Regia Laura Basile (2000-2001), Valentino Tocco (dal 2001), Paolo Pietrangeli
Rete Canale 5

C'è posta per te è un programma televisivo italiano in onda in prima serata su Canale 5 a partire dal 2000 con la conduzione di Maria De Filippi.[1]

Ne sono state realizzate diciannove edizioni, la maggior parte delle quali in onda in sabato sera. Dal 7 gennaio 2017 è in onda la ventesima edizione.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Sigla del 2012

Il programma è stato ideato da Maria De Filippi insieme ad Alberto Silvestri, che sono anche autori della trasmissione insieme a Franca Di Gangi.[1]

Il meccanismo del programma riprende e sviluppa il tema dei messaggi a sorpresa a giro per l'Italia di un altro programma di successo, Stranamore. In questo caso una lettera immaginaria (da cui il titolo del programma) è inviata da un mittente a un destinatario per i motivi più svariati: generalmente si tratta di persone comuni che vogliono ricongiungersi con parenti con i quali si è interrotto il rapporto, recuperare dei legami amorosi perduti, ritrovare amori o amicizie di gioventù o chiarire delle questioni rimaste in sospeso. I destinatari dell'appello vengono avvertiti che qualcuno desidera parlar con loro tramite i "postini", che consegnano gli inviti a presentarsi in studio al cospetto della busta. Il destinatario, una volta arrivato in studio, scopre chi è il mittente ed ha la possibilità di scegliere di non ascoltare il messaggio e quindi di andarsene, oppure di accettare o meno le richieste del mittente aprendo o chiudendo simbolicamente un separé a forma di busta.[1] A partire dall'edizione del 2014, per alcune storie particolarmente complesse è stata introdotta una seconda "busta", che rappresenta una ulteriore scelta che la persona convocata in trasmissione dovrà compiere in relazione ai mittenti della "posta".

In talune occasioni, invece, la missiva è "spedita" (su richiesta di parenti o conoscenti del ricevente) da ospiti vip, spesso anche di calibro internazionale, invitati in studio appositamente per esaudire desideri e fare sorprese ai protagonisti della storia.[1]

Stabilizzandosi dopo alcuni anni nella serata del sabato di Canale 5, il programma ha introdotto alcuni elementi di varietà che spezzassero il clima talvolta teso o drammatico creato dalla maggior parte delle storie affrontate, ospitando dei comici come protagonisti di alcune storie leggere (tra i più frequenti, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti e Luciana Littizzetto). Per alcune edizioni, inoltre, la conduttrice è stata protagonista di alcune esibizioni in coppia con il ballerino Kledi Kadiu, danzando sulle note delle colonne sonore dei più noti film d'amore con le coreografie di Garrison Rochelle,[1] attirando l'attenzione del pubblico e della critica a causa della poca dimestichezza della conduttrice con la disciplina del ballo.

Inoltre, da diversi anni la conduttrice saluta il pubblico in chiusura di puntata in compagnia di alcuni cani che, opportunamente addestrati, compiono semplici esercizi all'interno dello studio televisivo.[2]

La consegna della posta[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei ruoli essenziali all'interno del programma è quello dei "postini", attori che, vestiti da portalettere, attraversano in bici la città di residenza del destinatario della missiva della quale vengono così mostrati degli scorci (con in sottofondo la sigla della trasmissione) fino a giungere di fronte all'abitazione della persona invitata in trasmissione. L'invito, che non svela l'identità di colui che si è rivolto alla trasmissione per poter dialogare con il convocato, viene consegnato in una vera e propria busta solo dopo che il postino si è accertato dell'identità del destinatario ponendogli alcune domande di carattere personale, e invitando l'ignaro protagonista ad esclamare "C'è posta per te!" guardando la telecamera al termine della consegna, come previsto da rituale.[1]

Il ruolo dei postini non si limita però solo a consegnare gli inviti, ma anche ad introdurre le persone convocate rispondendo a Maria De Filippi, che chiede loro se l'invito è stato accettato; la risposta è solitamente affermativa, anche se in alcuni casi, nelle prime edizioni della trasmissione, venivano introdotte delle storie che rimanevano irrisolte perché l'invitato aveva deciso di non presentarsi al programma.

I postini[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso delle stagioni si sono susseguiti diversi "postini". Tra i più noti al pubblico si ricorda la ballerina Rossella Brescia, presente nelle prime edizioni per poi dedicarsi alla conduzione televisiva, l'ex calciatore Walter Zenga e Maurizio Zamboni, nel cast della trasmissione in dal 2000 insieme a Gianfranco Apicerni e Marcello Mordino.[3]

In alcuni casi, hanno ricoperto il ruolo di postini anche personaggi dello spettacolo, come gli attori della soap Vivere Sara Ricci, Alessandro Preziosi, Paolo Calissano o, nella puntata del 13 gennaio 2001, alcuni protagonisti della prima edizione del Grande Fratello, Maria Antonietta Tilloca, Rocco Casalino, Sergio Volpini e Salvo Veneziano.[3]

Dal 2017, grazie alla sponsorizzazione di Poste Italiane, diventano "postini" anche nell' abbigliamento, la bici diventa gialla così come la "busta" da consegnare.

Hanno fatto parte del cast in qualità di postini:

Esportazione del format e spin off[modifica | modifica wikitesto]

I diritti del format del programma, ideato in Italia da Maria De Filippi, sono stati acquisiti anche da altri paesi per realizzare delle edizioni locali della trasmissione.

In particolare, in Spagna sono state proposte due differenti versioni; il primo da parte di Europroduzione per Antena 3 (nel 2002) e condotto da Isabel Gemio per 70 puntate dal titolo Hay una carta para ti, mentre il secondo è invece opera di Magnolia per Telecinco, sempre facente parte del gruppo Mediaset, e trasmesso dall'aprile 2012 al 2015 dal titolo Hay una cosa que te quiero decir. In Bulgaria lo show è stato prodotto da Global Vision con il titolo Imaš Pošta (Имаш Поща in bulgaro), mentre in Repubblica Ceca è trasmesso sul canale pubblico CT1 dal 19 maggio 2005, con il titolo Pošta pro tebe, con una durata di 60 minuti. In Romania i diritti sono stati acquistati dalla Mediapro pictures per Acasă, che ne ha prodotto un'edizione locale dal 2007 al 2008 con la conduzione dall'attrice Carmen Tanase e intitolata Am o scrisoare pentru tine; nel 2015 Intact Media Group ha comprato il format per produrlo per il canale televisivo Antena 1 con il titolo Am ceva să-ți spun, con la conduzione dalla giornalista Sonia Simionov, trasmettendolo dal 1º ottobre 2015[4].

Altri paesi in cui è sbarcato il format sono: Francia, Germania, Stati Uniti, Portogallo, Turchia, Argentina, Perù, Venezuela, Belgio, Canada, Tunisia ed Egitto, con il titolo Al Mousameh Karim.

C'è una cartolina per te[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2000/2001, Maria De Filippi ha sperimentato nella sua trasmissione pomeridiana Uomini e donne diverse formule, affiancandole alla versione talk show (presente sin dal 1996). Oltre all'introduzione della versione con Tronisti e Corteggiatori inizialmente intitolata Cuore cerca Cuore, fu proposta per alcune puntate C'è una cartolina per te, ovvero una versione quotidiana di C'è Posta per te, in cui la famosa busta che separa i protagonisti era sostituita da una cartolina. Nelle puntate venivano affrontate storie che non avevano trovato spazio nell'appuntamento serale.

Successo e collocazione in palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Il programma è uno degli spettacoli di punta di Canale 5, trasmesso in prima serata ogni stagione fin dal 2000 e sempre con ottimi ascolti. Dopo alcuni anni di trasmissione in diverse parti della stagione e in differenti giorni della settimana, in particolar modo il mercoledì e la domenica, si è stabilito nel settembre del 2002 nella serata del sabato sera, mantenendo tale collocazione nel palinsesto autunnale dell'emittente Mediaset per dieci anni, fino al 2012.

Dal 2014, il programma è stato collocato nella parte invernale della stagione televisiva, tra i mesi di gennaio e marzo, sempre al sabato sera.

Gli ascolti sono sempre stati ottimi, rendendo il programma uno dei protagonisti delle "sfide" degli ascolti del sabato sera con i programmi di Rai 1, superando o comunque mantenendo buoni risultati venendo contrapposto a diversi spettacoli dell'azienda pubblica, come Torno sabato, Stasera pago io, Uno di noi, La Bella e la bestia, Ballando con le stelle e Ti lascio una canzone.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Edizioni di C'è posta per te.
Edizione Conduzione Anno Giorno Puntate Programmazione Telespettatori Share Studio
1 Maria De Filippi 2000 mercoledi/venerdì 13 12 gennaio - 14 aprile 6.213.000 [5] 24,41% [6] Teatro 2 di Cinecittà
2 domenica 17 settembre - 10 dicembre 6.895.000 27,84%
3 2001 sabato 7 13 gennaio - 24 febbraio 8.177.000 34,20%
4 venerdi 11 28 settembre - 7 dicembre 6.950.000 28,35%
5 2002 sabato 8 12 gennaio - 2 marzo 6.686.000 32,31%
6 13 21 settembre - 14 dicembre 6.332.000 29,72%
7 2003 12 27 settembre - 6 dicembre 6.202.000 29,53%
8 2004 11 25 settembre - 4 dicembre 6.454.000 30,44%
9 2005 24 settembre - 3 dicembre 5.400.000 27,84%
10 2006 10 16 settembre - 18 novembre 5.199.000 27,86%
11 2007 11 15 settembre - 24 novembre 5.019.000 27,57%
12 2008 20 settembre - 29 novembre 5.876.000 29,89%
13 2009 10 19 settembre - 21 novembre 5.858.000 30,22%
14 2010 18 settembre - 20 novembre 5.626.000 27,18% Studio 4 CPTV Elios di Roma
15 2011 17 settembre - 19 novembre 4.761.000 22,87%
16 2012 8 settembre - 10 novembre 4.665.000 22,84%
17 2014 9 11 gennaio - 15 marzo 5.572.000 24,77%
18 2015 17 gennaio - 21 marzo 5.828.000 26,84%
19 2016 10 9 gennaio - 19 marzo 5.406.000 25,18%
20 2017 dal 7 gennaio in corso in corso

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Baroni, p. 85.
  2. ^ Manuela Puglisi, Saki, le foto del cane di C'è posta per te, in TV Sorrisi e Canzoni, 13 marzo 2015. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  3. ^ a b Grasso, p. 258.
  4. ^ Un reporter al Observatorului va prezenta show-ul „Am ceva să-ți spun”, la Antena 1 | Pagina de media - Petrişor Obae
  5. ^ Senza la dodicesima puntata
  6. ^ Senza la dodicesima puntata

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione