C'è sempre un ma!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
C'è sempre un ma!
Titolo originale C'è sempre un ma!
Paese di produzione Italia
Anno 1943
Durata 83 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Luigi Zampa
Soggetto Luigi Zampa
Sceneggiatura Luigi Zampa, Cesare Zavattini, Gherardo Gherardi
Produttore Carlo Borsari per C.I.F.
Distribuzione (Italia) Rex Film
Fotografia Alberto Fusi
Montaggio Rolando Benedetti
Musiche Nuccio Fiorda
Scenografia Piero Filippone
Interpreti e personaggi

C'è sempre un ma! è un film del 1943 diretto da Luigi Zampa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La giovane Carla, appena uscita dal collegio, conosce Fabrizio; i due giovani si innamorano e vogliono fidanzarsi. Le loro intenzioni, però si scontrano con il diniego della famiglia di lui che, molto tradizionalista, non approva lo stile di vita allegro ed indipendente condotta della madre della ragazza, rimasta vedova da diversi anni.

Per superare queste difficoltà Carla si finge malata e si fa accompagnare dalla madre in una località marina poco frequentata, dove cerca di convincerla a cambiare modo di vita. Quando però le due donne vengono raggiunte dalla solita compagnia allegra frequentata dalla madre, questa riprende le sue frequentazioni e le intenzioni di Carla sembrano quindi andare in fumo.

Le richieste della figlia, invece, hanno avuto effetto e alla fine la donna rinuncerà alle sue abitudini per permettere alla figlia di coronare il suo sogno di formarsi una famiglia.

La critica[modifica | modifica wikitesto]

« Si può insistere insistere con palese compiacimento su un malcostume e salvarsi da ogni accusa mostrando, col trucco della morale in coda che lo si vuol condannare. C'è sempre un ma!, in cui riappare il vecchio tema, dei figli che mettono a posto la testa dei loro genitori, è l'ennesimo film che gioca su questo equivoco, tentando di imitare storie ed ambienti di ben altri film con Deanna Durbin, e Billie Burke. Ho nominato Carla Del Poggio e Jone Morino, la regia di Zampa è approssimativa e deficiente anche dal punto di vista tecnico...» (Francesco Callari su Film del 10 luglio 1943).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto da Carlo Borsari per la C.I.F (Consorzio Italiano Film) il film fu girato negli studi di Tirrenia ed a Portofino per uscire nelle sale nel luglio del 1943.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema