By the Way (album Red Hot Chili Peppers)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
By the Way
ArtistaRed Hot Chili Peppers
Tipo albumStudio
Pubblicazione9 luglio 2002
Durata66:38
Dischi1
Tracce16
GenerePop rock
Rock alternativo
Funk rock
EtichettaWarner Bros.
ProduttoreRick Rubin
RegistrazioneCello Studios, Chateau Marmont
Certificazioni
Dischi d'oroBelgio Belgio[1]
(vendite: 25 000+)
Germania Germania (3)[2]
(vendite: 450 000+)
Polonia Polonia[3]
(vendite: 35 000+)
Svezia Svezia[4]
(vendite: 40 000+)
Dischi di platinoArgentina Argentina[5]
(vendite: 40 000+)
Australia Australia (5)[6]
(vendite: 350 000+)
Austria Austria[7]
(vendite: 30 000+)
Brasile Brasile (2)[8]
(vendite: 250 000+)
Canada Canada (2)[9]
(vendite: 200 000+)
Europa Europa (3)[10]
(vendite: 3 000 000+)
Finlandia Finlandia[11]
(vendite: 30 000+)
Francia Francia[12]
(vendite: 300 000+)
Giappone Giappone (2)[13]
(vendite: 500 000+)
Grecia Grecia[14]
(vendite: 30 000+)
Italia Italia (3)[15]
(vendite: 300 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[16]
(vendite: 30 000+)
Regno Unito Regno Unito (6)[17]
(vendite: 1 800 000+)
Spagna Spagna[18]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[19]
(vendite: 2 000 000+)
Svizzera Svizzera (2)[20]
(vendite: 80 000+)
Red Hot Chili Peppers - cronologia
Album precedente
(1999)
Album successivo
(2003)
Singoli
  1. By the Way
    Pubblicato: 10 giugno 2002
  2. The Zephyr Song
    Pubblicato: 17 agosto 2002
  3. Can't Stop
    Pubblicato: 24 gennaio 2003
  4. Dosed
    Pubblicato: 19 maggio 2003
  5. Universally Speaking
    Pubblicato: 15 luglio 2003

By the Way è l'ottavo album in studio del gruppo musicale statunitense Red Hot Chili Peppers, pubblicato nel luglio 2002 dalla Warner Bros. Records.

Si tratta del loro terzo lavoro per vendite (8 milioni di copie)[21], dopo Californication e Blood Sugar Sex Magik. Negli Stati Uniti è stato premiato con due dischi di platino.[19]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il grande successo di Californication, il gruppo decide di incidere un disco nettamente diverso rispetto ai precedenti continuando comunque l'evoluzione "mainstream" e melodica iniziata con Californication: così, nel 2002, esce By The Way, la prima edizione in vinile in 2 LP e poi successivamente verrà masterizzato in Compact Disc.

Anthony scrive nella sua autobiografia Scar Tissue: "Scrivere By the Way, il nostro album seguente fu un'esperienza totalmente diversa da Californication. John era tornato se stesso e traboccava fiducia."

L'album riscuote ancora una volta un gran successo di pubblico, come dimostrano i passaggi radio della stessa title track o di The Zephyr Song, ma scontenta i vecchi fan, ancora radicati al vecchio stile funk del gruppo (peraltro ancora presente, in versione modernizzata e meno ruvida, in brani come Can't Stop , Throw Away Your Television, o con contaminazioni ska "On Mercury" e psichedeliche "This is the place").

Le sonorità meno ruvide sono scaturite da un momento di forte crisi affettiva di Anthony Kiedis, appena uscito da una lunga relazione sentimentale. Inoltre, più forte è stata l'influenza del chitarrista John Frusciante per la creazione delle sonorità del disco. Tirando le somme By The Way è un album valido dal punto di vista tecnico. Il pop-rock inconcepibile nei primi album per una band che della fisicità e del crossover faceva la sua forza, ha qui trovato la sua evoluzione tecnica che era nata a partire dal più convincente Californication. L'album è stato sicuramente influenzato dal suond dei '70 tanto amati da Frusciante, che si rende ancora una volta protagonista grazie ai cori e alla sua chitarra, dalla quale riesce a sprigionare melodie semplici ma allo stesso tempo molto efficaci. Ed è proprio qui che sta l'abilità di John, un musicista completo che si offre nell'uso di sintetizzatori e tastiere (Warm Tape). L'edizione giapponese di By The Way contiene anche l'inedita Time.

Tour promozionali[modifica | modifica wikitesto]

Per promuovere l'album, il gruppo intraprese il By the Way World Tour nel 2002 e nel 2003 e il Roll on the Red Tour nel 2004. Prima dell'inizio del primo tour, Flea intuiva che c'erano dei problemi con John, pensando che il chitarrista volesse lasciare la band per seguire un suo progetto solista. La band si radunò per chiarire i problemi e tutto si risolse, infatti John non aveva alcuna intenzione di lasciare la formazione. Le date significative, tra le altre, furono: Fuji Rock Festival, Coachella Valley Music and Arts Festival, un concerto al Madison Square Garden di NY e il Rock am Ring festival verso la fine del tour. Da questo tour venne pubblicato il DVD Live at Slane Castle, ripreso in Irlanda il 23 agosto 2003 davanti a 80.000 persone.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Red Hot Chili Peppers.

  1. By the Way – 3:37
  2. Universally Speaking – 4:19
  3. This Is the Place – 4:17
  4. Dosed – 5:12
  5. Don't Forget Me – 4:37
  6. The Zephyr Song – 3:52
  7. Can't Stop – 4:29
  8. I Could Die for You – 3:13
  9. Midnight – 4:55
  10. Throw Away Your Television – 3:44
  11. Cabron – 3:38
  12. Tear – 5:17
  13. On Mercury – 3:28
  14. Minor Thing – 3:37
  15. Warm Tape – 4:16
  16. Venice Queen – 6:08
Traccia aggiuntiva nella versione giapponese
  1. Time – 3:47

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
massima
Australia[22] 1
Austria[22] 1
Belgio (Fiandre)[22] 1
Belgio (Vallonia)[22] 2
Danimarca[22] 1
Finlandia[22] 1
Francia[22] 2
Germania[22] 1
Italia[22] 1
Norvegia[22] 1
Nuova Zelanda[22] 1
Paesi Bassi[22] 1
Regno Unito 1
Stati Uniti 2
Svezia[22] 1
Svizzera[22] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NL) Goud en Platina – 2002, Ultratop. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  2. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  3. ^ (PL) Przyznane w 2002 roku, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  4. ^ (SV) Guld- och Platinacertifikat − År 2002 (PDF), su IFPI Sweden. URL consultato il 16 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  5. ^ (ES) Discos de Oro y Platino – 2002, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 12 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  6. ^ (EN) Accreditations - 2005 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  7. ^ (DE) Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 12 febbraio 2013. Inserire "By the Way in "Titel", dunque premere "Suchen".
  8. ^ (PT) Certificados, Associação Brasileira dos Produtores de Discos. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  9. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  10. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards – 2003, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 12 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).
  11. ^ (FI) Red Hot Chili Peppers, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  12. ^ (FR) Les Certifications, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  13. ^ (JA) ゴールド等認定作品一覧 2002年月, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  14. ^ (EL) Top 50 Ξένων Άλμπουμ, IFPI Greece. URL consultato il 17 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2003).
  15. ^ DATI DI VENDITA - RED HOT CHILI PEPPERS, it-charts.150m.com. URL consultato il 18 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2007).
  16. ^ (EN) NZ Top 40 Albums Chart - 17 November 2002, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 28 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2016).
  17. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 29 giugno 2015. Digitare "By the Way" in "Keywords", dunque premere "Search".
  18. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 2000–2003, 1ª ed., ISBN 84-8048-639-2.
  19. ^ a b (EN) Red Hot Chili Peppers, By the Way – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 29 giugno 2016.
  20. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  21. ^ RED HOT CHILI PEPPERS, su festivalbar.it. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  22. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Red Hot Chili Peppers - By The Way, Ultratop.be. URL consultato il 23 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock