Buteogallus solitarius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aquila solitaria
Solitary Eagle.jpg
Buteogallus solitarius
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Accipitriformes
Famiglia Accipitridae
Sottofamiglia Buteoninae
Genere Buteogallus
Specie B. solitarius
Nomenclatura binomiale
Buteogallus solitarius
(Tschudi, 1844)
Sinonimi

Harpyhaliaetus solitarius

Areale
Buteogallus solitarius.svg

L'aquila solitaria (Buteogallus solitarius (Tschudi, 1844)) è un uccello rapace della famiglia degli Accipitridi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un rapace di grande taglia, che può raggiungere i 3 kg di peso, una lunghezza che può variare dai 63 ai 76 cm e un'apertura alare di 150–180 cm.[3] Il piumaggio è uniformemente di colore grigio ardesia.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La sua biologia è poco nota, la sua dieta consisterebbe in massima parte di serpenti.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale di questa specie si estende dal Messico occidentale all'estremo nord-occidentale dell'Argentina, con avvistamenti confermati in Nicaragua, Belize, Guatemala, Costa Rica, Panama, Venezuela, Colombia, Perù, Ecuador e Bolivia.[1]

Localmente rara, popola le foreste tropicali e subtropicali, tra i 600 e i 2.200 m di altitudine.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica Buteogallus solitarius come specie prossima alla minaccia di estinzione (Near Threatened).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2016, Buteogallus solitarius, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Accipitridae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  3. ^ a b (EN) Bierregaard, R.O., Jr, Christie, D.A., Kirwan, G.M. & Sharpe, C.J., Black Solitary Eagle (Buteogallus solitarius), su Handbook of the Birds of the World Alive, 2018. URL consultato il 7 ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uccelli