Busto di Giovanni Battista Santoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Busto di Giovanni Battista Santoni
Santoni02.jpg
Il busto
AutoreGian Lorenzo Bernini
Data1613-1616
Materialemarmo
UbicazioneBasilica di Santa Prassede, Roma
Coordinate41°53′46″N 12°29′55″E / 41.896111°N 12.498611°E41.896111; 12.498611

Il Busto di Giovanni Battisti Santoni è un'opera realizzata dall'artista Gian Lorenzo Bernini. Ritenuto uno dei primi lavori dell'artista, il busto è parte della tomba di Santoni, maggiordomo di Papa Sisto V dal 1590 al 1592. Il busto è stato scolpito tra il 1613 e il 1616, sebbene alcuni, incluso Filippo Baldinucci [1][2], credono sia datato al 1609[3], quando Bernini aveva dieci anni circa. L'opera si trova nella sua collocazione originale, la chiesa di Santa Prassede a Roma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1568, Santoni fu ordinato vescovo di Alife. In seguito, nel 1586, fu consacrato vescovo di Tricarico. Nel 1590, subito dopo la salita al trono papale, Papa Sisto V nominò Santoni come suo maggiordomo. Due anni dopo, Santoni morì[3]. Nel 1610, quando fu ordinato vescovo, il nipote di Santoni commissionò il busto dello zio postumo[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il busto marmoreo a grandezza naturale è collocato all'interno di una cornice ovale con modanature manieriste e nel mezzo di un parziale frontone[1]. La cornice ovale sovrasta un'altra cornice, più elaborata e decorata con tre cherubini, creati anch'essi dal Bernini[3]. Questi ultimi potrebbero essere stati utilizzati come modelli per le prime statue a tema mitologico dell'artista[1].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Avery 1997, p. 33.
  2. ^ Hawley, p.107
  3. ^ a b c Wittkower 1955, p. 231.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles Avery, Bernini: Genius of the Baroque, London, Thames and Hudson, 1997, ISBN 978-0-500-28633-3.
  • Filippo Baldinucci, The Life of Bernini, University Park, Pennsylvania State University Press, 2006 [1682], ISBN 978-0-271-73076-9.
  • Domenico Bernini, The Life of Giano Lorenzo Bernini, University Park, Pennsylvania State University Press, 2011 [1713], ISBN 978-0-271-03748-6.
  • Franco Mormando, Bernini: His Life and His Rome, Chicago, University of Chicago Press, 2011, ISBN 978-0-226-53852-5.
  • Rudolf Wittkower, Gian Lorenzo Bernini: The Sculptor of the Roman Baroque, London, Phaidon Press, 1955, ISBN 978-0-7148-3715-4.
  • Henry Hawley, A Terra-Cotta Model for Bernini's Proserpina, in The Bulletin of the Cleveland Museum of Art, vol. 58, April 1971, pp. 107–111, JSTOR 25152371.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]