Bunomys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bunomys
Immagine di Bunomys mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Bunomys
Thomas, 1910
Sinonimi

Frateromys

Specie

Vedi testo

Bunomys (Thomas, 1910) è un genere di Roditori della famiglia dei Muridi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Al genere Bunomys appartengono roditori di medie dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 97 e 197 mm, la lunghezza della coda tra 102 e 178 mm e un peso fino a 150 g.[1]

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio ha un rostro lungo e sottile, le creste sopra-orbitali poco sviluppate e i fori incisivi sono alquanto corti. I molari sono robusti mentre gli incisivi superiori sono lisci ed arancioni.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 0 0 1 1 0 0 3
3 0 0 1 1 0 0 3
Totale: 16
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è soffice, densa e talvolta setosa, altre volte lanosa. Solitamente non c'è distinzione di colore tra le parti dorsali e quelle ventrali e variano dal grigio scuro al grigio-brunastro. Il muso è relativamente allungato. Le orecchie sono rosate e prive di peli. Il piede è lungo e sottile, la pianta è fornita di sei cuscinetti carnosi. Le dita sono bianche e munite di artigli robusti. La coda è più corta della testa e del corpo, è generalmente scura sopra e più chiara sotto e ricoperta di piccole scaglie ognuna corredata di tre peli. Le femmine hanno due paia di mammelle inguinali.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono roditori terricoli ed onnivori endemici dell'Isola di Sulawesi.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere comprende 8 specie.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novak, 1999
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Bunomys, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi