Bumblebee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il singolo dei Kasabian, vedi bumblebeee.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio DC, vedi Bumblebee (DC Comics).
Maggiolino/Goldbug/Wagenbot
Bumblebee was killed by Soundwave - TF3.jpg
Soundwave mentre cerca di uccidere Bumblebee nel film Transformers 3
UniversoTransformers
Nome orig.Bumblebee/Goldbug (Bumble/Goldback)
Lingua orig.Inglese/Giapponese
Alter egoVolkswagen Maggiolino/Chevrolet Camaro/Mercedes-Benz 770
Autori
StudioSunbow e Tokyo Movie Shinsha Hanno prodotto la prima serie animata del 1984
EditoreMarvel Comics Ha curato la prima edizione a fumetti
1ª app.17 ottobre 1984 – 9 gennaio 1986
1ª app. inTatakae! Chorobots seimeitai Transformers Prima serie (G1) dei Transformers
Editore it.Euro TV
app. it.ottobre 1985
Voci orig.
Voci italiane
Speciecybertroniano
SessoMaschio
Luogo di nascitaCybertron
PoteriTrasformazione in:
AffiliazioneMinibots, Racerbots (Throttlebots)

Bumblebee (noto in Giappone come Bumble) è un personaggio immaginario appartenente alla serie multimediale Transformers. È uno dei membri più attivi della fazione degli Autobot di Cybertron ed è presente in quasi tutte le serie dei cartoni animati.

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie G1[modifica | modifica wikitesto]

In Transformers (G1) è uno dei più piccoli e deboli Autorobot, ne è cosciente, ma riesce con il suo coraggio, o a volte imprudenza, a compensare questi difetti. Nella prima serie G1 è spesso il veicolo di Sparkplug e Spike Witwicky, anche nel Live action movie del 2007 è l'automobile di quest'ultimo (in questo caso Spike è stato chiamato Sam).

Ferito gravemente da Pentajet (Superion) nel penultimo episodio della serie Transformers 2010, intitolato Il ritorno di Commander, viene riparato e modificato da un quintessenziano nell'episodio successivo, date le modifiche e l'aspetto "tutto d'oro" (definitosi così da solo) viene ribattezzato Goldbug (Goldback in Giappone) da Commander. Nella serie The Rebirth (pubblicata solo in DVD) viene chiamato Wagenbot in Italia.

Transformers Animated[modifica | modifica wikitesto]

In Transformers Animated, Bumblebee è il migliore amico di Sari, la protagonista umana. Nel cartone, l'Autobot si trasforma prima in un'auto Cybertroniana, in seguito in una Chevrolet Beat della Polizia. Il suo carattere, a differenza degli altri cartoni, è abbastanza irriverente, dandogli un'aria da teenager.

Transformers: Prime[modifica | modifica wikitesto]

Bumblebee appare anche nel cartone animato Transformers: Prime creato in CGI dalla Hasbro. Come nella trilogia cinematografica, si trasforma in un'auto sportiva gialla, una Chevrolet Camaro e invece di comunicare normalmente, comunica con dei effetti sonori elettronici, a causa di una battaglia su Cybertron. La sua migliore amica è Arcee. Nel sequel, Transformers: Robots in Disguise diventa il leader degli Autobot.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Bumblebee in versione Chevrolet Camaro 5

Compare in tutta la serie di film Transformers, dove è chiamato con il nome americano Bumblebee, non parla ma emette suoni tramite trasmissioni radiofoniche terrestri. La sua trasformazione in veicolo è una Chevrolet Camaro, prima di vecchia generazione e poi di ultimissimo tipo. Il Bumblebee dei film è il primo a non parlare e a trasformarsi in un'auto a strisce nere (stessa cosa per i Bee di Transformers: Prime e Transformers: Animated).

Arrivato sulla terra seguendo i segnali inviati da Internet dove era presente una foto degli occhiali di Sam (dove era localizzata la mappa per ritrovare il Cubo), localizza l'umano Sam Witwicky che aiuterà lui e i suoi compagni Autobot nella guerra contro i Decepticon per il possesso dell'Allspark.

Ritorna anche nel sequel Transformers - La vendetta del caduto dove si ritrova a combattere in Egitto dove porta in salvo i genitori di Sam e uccide vari Decepticon tra cui Ravange e Rampage.

In Transformers 3, Bumblebee è diventato un membro attivo del NEST dove risolve i problemi tra umani per non farsi del male a vicenda. Nella battaglia finale a Chicago, viene intrappolato da diversi Decepticon, ma con l'aiuto involontario di Wheelie e Brains, riesce a liberarsi e riesce ad uccidere Soundwave.

In due film su tre, Bumblebee ha diverse trasformazioni, nel primo una Camaro del 1977, poi del 2007; nel terzo film in una camaro del 2011 Fifth Generation (anche nel secondo film, non cambiando modello, si possono notare alcune differenze della carrozzeria rispetto al primo e al terzo film).

Compare anche nel quarto film, dove inizialmente sarà una Chevrolet Camaro del '67 e poi il nuovissimo modello 2014. Come con Sam, anche con Cade Yeager assumerà il ruolo d'una sorta di guardia del corpo; si unirà con Optimus Prime insieme a Hound, Drift e Crosshairs per formare il nuovo team Autobot. Combatterà insieme alla squadra a Hong Kong per fermare Galvatron e Lockdown, e aiuterà Cade Yeager nel salvataggio di Optimus da quest'ultimo. Sempre a Hong Kong cavalcherà un Dinobot pterodattilo a due teste. Sopravvive anche a quest'avventura uscendone coi suoi compagni vincitore.

Nel quinto film cambia per l'ennesima volta forma (Camaro del 2016), aumentando pure di poco di dimensioni. In assenza di Optimus è lui il capo degli Autobot , i quali si nascondono con Cade Yeager, Jimmy (un hacker), i Dinobot, ed Izabella (un'orfana in seguito alla battaglia di Chicago) in una discarica nel Sud Dakota. Accompagnerà Cade in Inghilterra dove si scoprirà avere un fratello di nome Hot Rod, e che durante la ricerca dell'All Spark, i due fratelli (e qualche altro Autobot) arrivarono sulla Terra negli anni '40 e combatterono nella 2ª Guerra Mondiale a fianco degli Americani contro la Germania nazista dove esso si trasformerà in una missione in una Mercedes-Benz 770. Affronterà Optimus per farlo rinsavire dall'ipnosi di Quintessa (la creatrice dei robot), riaquisterà la voce ed avrà un ruolo fondamentale nel salvare la Terra. Alla fine torna a Cybertron con gli altri per restaurarlo.

È stato confermato che Bumblebee sarà il protagonista di uno spin-off/prequel della serie cinematografica, diretto da Travis Knight e scritto da Lorenzo Di Bonaventura dal titolo Bumblebee: The Movie[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Transformers Universe: Bumblebee - Transformers Wiki, su tfwiki.net. URL consultato il 4 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]