Bulzoni Editore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bulzoni)
Bulzoni editore
StatoItalia Italia
Fondazione1963 a Roma
Fondata daMario Bulzoni
Sede principaleRoma
SettoreEditoria
Sito web

La Bulzoni Editore, meglio nota come Bulzoni, è una casa editrice italiana specializzata nella stampa di testi universitari e di opere riguardanti il teatro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attività editoriale della Bulzoni è iniziata nel 1971. In precedenza Mario Bulzoni, fondatore della casa editrice, gestiva, con l'aiuto della moglie Ivana, una libreria universitaria, nei pressi della città universitaria della Sapienza di Roma; presso la libreria venivano in genere approntate e distribuite delle "dispense universitarie", ossia fascicoli contenenti il testo del corso monografico di un professore universitario.

La casa editrice ha un ricco catalogo di testi universitari, soprattutto di facoltà umanistiche. È specializzata inoltre nella pubblicazione di testi di storia e di critica teatrale e cinematografica. La prima grande opera stampata dalla Bulzoni fu, nel 1967, il testo di Marcello e Maurizio Fagiolo dell'Arco Bernini: una introduzione al Gran Teatro del Barocco.

Riviste[modifica | modifica wikitesto]

Tra le riviste pubblicate dalla casa editrice:

  • "Rassegna Italiana di Linguistica Applicata", quadrimestrale di linguistica fondato nel 1969 da Renzo Titone e diretto da Gianfranco Porcelli.
  • "Nuovi studi politici", trimestrale diretto da Luigi Ciaurro fino al 2006 quando è stata chiusa. La rivista era stata fondata da Salvatore Valitutti nel 1971.
  • "Biblioteca teatrale", trimestrale di studi e ricerche sullo spettacolo, fondato nel 1971 e diretto da Ferruccio Marotti e Cesare Molinari.
  • "Prospettiva EP", trimestrale fondato da Mario Mencarelli nel 1978 e chiuso nel 2007 (al momento della chiusura il direttore era Sira S. Macchietti).
  • "Letterature d'America", trimestrale fondato nel 1979 da Dario Puccini e ora diretto da Ettore Finazzi Agrò, Vanni Blengino e Cristina Giorcelli.
  • "Cheiron", materiali e strumenti di aggiornamento storiografico, fondata nel 1982 e diretta da Cesare Mozzarelli e Marzio A. Romani.
  • "Ariel", quadrimestrale di drammaturgia dell'Istituto di Studi Pirandelliani, fondato nel 1986 e diretto da Alfredo Barbina. La nuova serie semestrale, lanciata nel 2011 è diretta da Franca Angelini.
  • "Venezia Cinquecento", semestrale di studi di storia dell'arte e della cultura, fondato nel 1991 e diretto da Augusto Gentili.
  • "Studi (e testi) italiani", semestrale di italianistica diretto da Amedeo Quondam, fondato nel 1998.
  • "Il Bibliotecario", quadrimestrale di studi bibliografici giunto nel 2011 alla terza serie, diretto da Alfredo Serrai.
  • "IMAGO", studi di cinema e media, semestrale coordinato da Paolo Bertetto e Giorgio De Vincenti e diretto da Enrico Menduni. In redazione vi sono inoltre Lucilla Albano, Orio Caldiron, Marco Maria Gazzano, Stefania Parigi, Veronica Pravadelli, Valentina Valentini e Vito Zagarrio.
  • "Teatro e Storia", rivista annuale diretta da Mirella Schino (all'origine era pubblicata da Il Mulino). Il comitato di redazione comprende Eugenio Barba, Eugenia Casini-Ropa, Clelia Falletti, Stefano Geraci, Raimondo Guarino, Franco Ruffini, Nicola Savarese e Ferdinando Taviani. Vi hanno fatto parte anche Fabrizio Cruciani (1941-1992), Claudio Meldolesi (1942-2009) e Daniele Seragnoli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]