Bulbophyllum putidum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bulbophyllum putidum
Bulbophyllum-putidum.jpg
Bulbophyllum putidum
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Malaxideae
Sottotribù Dendrobiinae
Genere Bulbophyllum
Specie B. putidum
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Liliidae
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Malaxideae
Sottotribù Dendrobiinae
Genere Bulbophyllum
Specie B. putidum
Nomenclatura binomiale
Bulbophyllum putidum
(Teijsm. & Binn.) J.J.Sm., 1912
Sinonimi

Cirrhopetalum putidum
Teijsm. & Binn., 1862
Mastigion putidum
(Teijsm. & Binn.) Garay, 1994

Bulbophyllum putidum (Teijsm. & Binn.) J.J.Sm., 1912 è una pianta della famiglia dell Orchidacee, originaria del sudest asiatico.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

B. putidum è un'orchidea di piccole dimensioni con crescita epifita. Presenta un rizoma dal quale, a distanze di circa 3 centimetri, si originano pseudobulbi di forma ellittica e di colore verde oliva, che portano al loro apice un'unica foglia sessile, di forma oblungo-ellittica. La fioritura avviene dall'estate all'autunno, mediante una infiorescenza basale, derivante dallo pseudobulbo maturo, lunga mediamente 14 centimetri, con una brattea floreale membranosa e recante un unico fiore. Questo è veramente molto appariscente, notevolmente grande (da 15 fino a 20 centimetri) e di forma decisamente particolare: i sepali laterali sono molto allungati e rivolti verso il basso e quello centrale è nel complesso triangolare, i petali sono molto più piccoli dei sepali e hanno forma triangolare, sfrangiata alle estremità, il labello richiama una lingua.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria del sudest asiatico, in particolare di Myanmar, Thailandia, Laos e Vietnam dove cresce epifita sugli alberi di foreste montane primarie, da 1000 a 2000 metri sul livello del mare.[2]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta è bene coltivata in cestini di legno appesi, contenenti materiale organico, preferibilmente felce, perché ha bisogno di prendere aria alle radici, inoltre necessita di esposizione all'ombra, umidità e temperature miti per tutto l'anno, più calde durante la fioritura.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bulbophyllum putidum, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  2. ^ a b c (EN) Bulbophyllum putidum, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 15 aprile 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]