Bugatti Tipo 57 Coupé Atlantic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bugatti Type 57 Coupé Atlantic
RL 1938 Bugatti 57SC Atlantic 34 2.jpg
Descrizione generale
Costruttore Francia  Bugatti
Tipo principale Coupé
Produzione dal 1936 al 1938
Sostituisce la Bugatti Tipo 57 Coupé Aérolithe
Esemplari prodotti 4
Altre caratteristiche
Altro
Stile Jean Bugatti
Rl 1938 Bugatti 57SC Atlantic rear 34.jpg

La Bugatti Type 57 Coupé Atlantic, conosciuta anche come Type 57 SC Atlantic, è una coupè ideata da Jean Bugatti e commercializzata dal 1936 al 1938, in soli 4 esemplari.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

La Atlantic deriva dalla Type 57 SC e si basa anche sulla Aérolithe, una concept car ideata nel 1935, che andò perduta nella seconda guerra mondiale insieme ad uno dei quattro esemplari della Atlantic. Un secondo esemplare venne distrutto in un incidente avvenuto nel 1955[1]. Solo due esemplari originali sono rimasti intatti ancora oggi. Uno dei due esemplari fu venduto nel 1988 allo stilista statunitense Ralph Lauren, l'altro esemplare fu messo all'asta nel 2010 in seguito alla morte di Peter Williamson, suo ex proprietario[2].

Design[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo della Atlantic, fatto in alluminio, era più abbassato rispetto alla Type 57 ed il posto di guida era a ridosso del retrotreno. I finestrini laterali avevano una forma a fagiolo che si abbinava con il resto della vettura. Il tetto è caratterizzato da uno spazio per l'alloggiamento delle portiere. Il padiglione posteriore ad arco aveva un vano per la ruota di scorta talmente ben abbinato al corpo della vettura da essere appena visibile. Un'ulteriore particolarità della carrozzeria è una specie di "spina" che va dal radiatore all'estremità inferiore della coda, dimezzando il lunotto ed il parabrezza. Di solito le ruote erano piene.

La vettura aveva però dei piccoli difetti, in estate, per esempio, l'aereazione scarsa portava l'abitacolo, che aveva una visibilità scarsa per la forma dei finestrini, a temperature elevate, rendendola quasi inguidabile. Inoltre al raggiungimento del 60 km/h veniva prodotto dal motore uno strano suono che impediva ai passeggeri di parlare[2].

La Atlantic viene spesso definita la prima supercar della storia. La vettura era spinta da un 8 cilindri e poteva raggiungere i 210 km/h, una velocità molto alta per l'epoca. È considerata anche la seconda auto più costosa al mondo, dopo la Ferrari 250 GTO, per aver raggiunto un costo superiore ai 30 milioni di dollari[3].

Una volta restaurati, i due esemplari superstiti sono stati presentati in vari festival di vetture d'epoca, ottenendo diversi premi nelle manifestazioni più importanti, quali il Concours d'Elegance di Pebble Beach dove l'esemplare di Ralph Lauren è stato premiato nel 1990[4] e il secondo esemplare nel 2003[5]. Nel 2013 ha invece ottenuto i premi di maggior prestigio assegnati in occasione del Concorso d'eleganza Villa d'Este[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bugatti Type 57 SC Atlantic Coupe, su ultimatecarpage.com, 18 dicembre 2013. URL consultato il 14 marzo 2017.
  2. ^ a b Bugatti Atlantic: l'automobile più bella e costosa della storia, su leganerd.com, 4 ottobre 2013. URL consultato il 15 marzo 2017.
  3. ^ Bugatti: una Type 57 S Atlantic venduta per oltre 30 milioni di dollari!, su autoblog.it, 6 maggio 2010. URL consultato il 15 marzo 2017.
  4. ^ (EN) Every Pebble Beach Concours d’Elegance Best of Show winner, su hemmings.com, 21 agosto 2013. URL consultato il 14 marzo 2017.
  5. ^ LA BUGATTI ALZA LA CRESTA, su Ruoteclassiche. URL consultato il 14 marzo 2017.
  6. ^ A Villa d’Este trionfa la Bugatti Atlantic - Giornale di Brescia, in Giornale di Brescia. URL consultato il 14 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]