Budrio (Longiano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Budrio
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Forlì-Cesena-Stemma.png Forlì-Cesena
ComuneLongiano-Stemma.png Longiano
Cesena-Stemma.png Cesena
Gambettola-Stemma.png Gambettola
Territorio
Coordinate44°06′00.63″N 12°19′52.73″E / 44.100176°N 12.331313°E44.100176; 12.331313 (Budrio)Coordinate: 44°06′00.63″N 12°19′52.73″E / 44.100176°N 12.331313°E44.100176; 12.331313 (Budrio)
Altitudine36 m s.l.m.
Superficie4 km²
Abitanti2 656 (2001)
Densità664 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso0547
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Budrio
Budrio

Budrio è una frazione del comune di Longiano, nella provincia di Forlì-Cesena, ma il proprio perimetro si estende in alcuni punti anche nei territori comunali di Cesena e Gambettola.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La più antica menzione di Budrio di Longiano risale al 1059 e deve il suo nome alla conformazione paludosa della zona, di probabile derivazione umbra, proprietà del contado di Rimini e comprendeva anche il rio Ospedaletto. Nel 1205 il Podestà di Bologna Uberto Visconti stabilì a Budrio i confini tra il contado di Rimini e quello di Cesena. Il paese si sviluppò lungo la via Emilia, dove nell'XI secolo fu costruita la Masona (chiesa e ospizio) dedicata ai Santi Simone e Giuda, proprietà dei cavalieri Templari, poi passata nel 1312 all'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme[1]. Terra di confine tra i territori comunali di Longiano, Cesena e Gambettola, Budrio si sviluppò soprattutto nel dopoguerra, divenendo un popoloso paese e importante distretto industriale, e seppur il suo centro si trova ancora oggi nel comune di Longiano, il suo perimetro si estende anche ai comuni di Cesena e Gambettola.

Oggi Budrio è un paese i cui abitanti tengono alla propria identità di frazione, di circa 3000 abitanti, in quanto crocevia di tre comuni differenti.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

A Budrio sorgeva la Masona dei Santi Simone e Giuda, risalente all'XI secolo, proprietà dei Templari, dei Giovanniti e successivamente dei Cavalieri di Malta. L'edificio, situato sulla via Emilia all'incrocio per Gambettola, fu però demolito nel 1969[2]. La moderna chiesa parrocchiale fu realizzata solamente negli anni novanta e consacrata il 26 ottobre 1991[3].

Presso la riva destra del fiume Rigossa si trova invece ancora oggi l'Osteria del Budrio, costruita da Gottifredo d'Iseo, primo feudatario di Gambettola, nel XV secolo, edificio che vestì per secoli la funzione di osteria, oltre che occasionalmente di ospizio, scuola e locanda. L'osteria è situata nella zona di Budrio che è già amministrazione del comune di Gambettola.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Romagna Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna