Buche di ghiaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le buche di ghiaccio o pozzi glaciali sono un fenomeno naturale rilevabile in alcune formazioni rocciose.

In presenza di fessure fra i macigni - a volte possono essere vere e proprie grotte - si può verificare una circolazione dell'aria dall'alto verso il basso che, raffreddandosi, diviene più pesante di quella calda, ristagnando sul fondo di queste fessure. All'interno è possibile osservare vere e proprie stalattiti di ghiaccio anche in estate.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei luoghi dove si può vedere questo fenomeno si trova nei pressi di Appiano (BZ) Qui, ad un'altezza di circa 500 m s.l.m., il particolare microclima, originato dalle buche di ghiaccio, fa in modo che nella immediate vicinanze crescano il rododendro rosso, mirtilli rossi, la rosa alpina e la clematide alpina. Tutte specie che normalmente crescono a quote ben più elevate. Nei pressi, invece, si possono osservare specie botaniche che amano il caldo. In un'area decisamente ristretta sono state contate fino a 600 specie vegetali diverse.

Altre denominazioni[modifica | modifica wikitesto]

In altri luoghi, come in Valchiavenna o nella Svizzera italiana, prendono il nome di crotti.

Scienze della Terra Portale Scienze della Terra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienze della Terra