Bubalus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Bubalus
BinhQuoiWaterBuffalo Jun2005.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Bovidae
Sottofamiglia Bovinae
Sottotribù Bubalina
Genere Bubalus
C. H. Smith, 1827
Nomenclatura binomiale
Bubalus bubalis
Linnaeus, 1758
Specie

Bubalus è un genere di bovini asiatici proposto da Charles Hamilton Smith, nel 1827. Bubalus e Syncerus formano la sottotribù Bubalina, o veri bufali.

Il Codice internazionale di nomenclatura zoologica e classificazione degli animali domestici come specie, sottospecie, razze o varietà è oggetto di controversie da molti anni ed è spesso incoerente tra i vari autori.[1] Gli assessori dell'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura considerano le popolazioni di bufali d'acqua domestici come razze.[2]

Le specie di Bubalus comprendono il bufalo d'acqua domestico (B. bubalis), il bufalo d'acqua selvatico (B. arnee), il tamarù (B. mindorensis), l'anoa di pianura (B. depressicornis) e l'anoa di montagna (B. quarlesi).[3] Le ultime due specie di anoa sono state proposte per formare un sottogenere separato all'interno di Bubalus.[4]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Cranio di Bubalus
Rene di Bubalus

Smith descrisse Bubalus come un genere di bovini dal profilo basso in proporzione alla mole dagli arti robusti, giogaie ridotte e una coda lunga e slanciata; la testa è grande con una fronte stretta a dalla forma convessa, occhi grandi e orecchie a forma di imbuto; le corna sono piatte o piegate lateralmente e proiettate all'indietro; nelle femmine, le mammelle presentano quattro capezzoli.[5] Lydekker aggiunse che la linea della schiena è quasi dritta con 13 paia di costole; la coda è a ciuffo e arriva fino ai garretti; trasversalmente le corna sono triangolari per la maggior parte della loro lunghezza del corno, e la base delle corna è posta in basso sul cranio; il muso è largo e il pelo scarso negli adulti.[6]

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere comprende le seguenti specie viventi:[7]

Specie di Bubalus
Nome comune e binomiale Immagine Distribuzione
Bufalo d'acqua domestico
(Bubalus bubalis)
Water-buffalo.jpg Domestico nel subcontinente indiano, nel sud-est asiatico e in Cina; popolazioni ferali distribuite in Sud America e Australia
Bufalo d'acqua selvatico
(Bubalus arnee)
Indian Water Buffalo Bubalus arnee by Dr Raju Kasambe IMG 0347 (11) (cropped).jpg Subcontinente indiano e sud-est asiatico
Anoa di pianura
(Bubalus depressicornis)
Lowland Anoa.JPG Sulawesi in Indonesia
Tamarù
(Bubalus mindorensis)
Bubalus mindorensis by Gregg Yan 01.jpg Mindoro nelle Filippine
Anoa di montagna
(Bubalus quarlesi)
Mountain Anoa at Krefeld Zoo.jpg Sulawesi

Nomi validi[modifica | modifica wikitesto]

La checklist del 2013 del Catalogue of Life elenca come "accettate" cinque specie binomina nel genere Bubalus:

  • Bubalus bubalis Linnaeus, 1758
  • Bubalus depressicornis Smith, 1827
  • Bubalus mephistopheles Hopwood, 1925
  • Bubalus mindorensis Heude, 1888
  • Bubalus quarlesi Ouwens, 1910

Bubalus arnee non è elencato qui.[8]

L'Integrated Taxonomic Information System elenca le stesse cinque specie binomina come valide; elenca anche come valide sei sottospecie di Bubalus bubalis:[9]

  • Bubalus bubalis arnee Kerr, 1792
  • Bubalus bubalis bubalis Linnaeus, 1758
  • Bubalus bubalis fulvus Blanford, 1891
  • Bubalus bubalis kerabau Fitzinger, 1860
  • Bubalus bubalis migona Deraniyagala, 1952
  • Bubalus bubalis theerapati Groves, 1996

Specie fossili[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate le specie estinte appartenenti al genere Bubalus:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gentry, A., Clutton-Brock, J. e Groves, C. P., The naming of wild animal species and their domestic derivatives (PDF), in Journal of Archaeological Science, vol. 31, n. 5, 2004, pp. 645–651, DOI:10.1016/j.jas.2003.10.006.
  2. ^ FAO (2013). Breeds from species: Buffalo.. Domestic Animal Diversity Information System, Food and Agriculture Organization of the United Nations, Rome.
  3. ^ A. H. H. Minervino, M. Zava, D. Vecchio e A. Borghese, Bubalus bubalis: A Short Story, in Frontiers in Veterinary Science, vol. 7, 2020, pp. 570413, DOI:10.3389/fvets.2020.570413, PMC 7736047, PMID 33335917.
  4. ^ J. A. Burton, S. Hedges e A. H. Mustari, The taxonomic status, distribution and conservation of the lowland anoa Bubalus depressicornis and mountain anoa Bubalus quarlesi (PDF), in Mammal Review, vol. 35, n. 1, 2005, pp. 25–50, DOI:10.1111/j.1365-2907.2005.00048.x.
  5. ^ C. H. Smith, Sub-genus I. Bubalus, in E. Griffith (a cura di), The animal kingdom arranged in conformity with its organization. Class Mammalia, Volume 5, Londra, Geo. B. Whittaker, 1827, pp. 371–373.
  6. ^ R. Lydekker, Subgenus Bubalus, in Catalogue of the ungulate mammals in the British Museum (Natural History), Londra, British Museum (Natural History), 1913, pp. 40.
  7. ^ C. Groves e P. Grubb, Ungulate Taxonomy, Baltimore, Maryland, Johns Hopkins University Press, 2011, ISBN 978-1421400938.
  8. ^ Roskov Y., Kunze T., Paglinawan L., Orrell T., Nicolson D., Culham A., Bailly N., Kirk P., Bourgoin T., Baillargeon G., Hernandez F., De Wever A., eds (2013). Bubalus.. Species 2000 & ITIS Catalogue of Life, 2013 Annual Checklist. Reading, UK.
  9. ^ ITIS Results of: Search in every Kingdom for Scientific Name containing 'Bubalus' (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2009).. Integrated Taxonomic Information System. Accessed january 2014.
  10. ^ Croft, D. A., Heaney, L. R., Flynn, J. J., Bautista, A. P. (2006). Fossil remains of a new, diminutive Bubalus (Artiodactyla: Bovidae: Bovini) from Cebu island, Philippines. Journal of Mammalogy 87(#5): 1037–1051.
  11. ^ Roberto Rozzi, A new extinct dwarfed buffalo from Sulawesi and the evolution of the subgenus Anoa: An interdisciplinary perspective, in Quaternary Science Reviews, vol. 157, 2017, pp. 188–205, Bibcode:2017QSRv..157..188R, DOI:10.1016/j.quascirev.2016.12.011.
  12. ^ A. T. Hopwood, A new species of buffalo from the Pleistocene of China, in Annals and Magazine of Natural History, 9, XVI, n. 92, 1925, pp. 238–239, DOI:10.1080/00222932508633297.
  13. ^ Schreiber, H. D., Munk, W. (2002). A skull fragment of Bubalus murrensis (Berckhemer, 1927) (Mammalia, Bovinae) from the Pleistocene of Bruchsal-Buchenau (NE-Karlsruhe, SW-Germany). Neues Jahrbuch für Geologie und Paläontologie (12): 737–748.
  14. ^ Fossilworks: Bubalus palaeokerabau, su fossilworks.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Bubalus, su Fossilworks.org. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàThesaurus BNCF 22996 · LCCN (ENsh85017642 · BNF (FRcb11977014p (data) · J9U (ENHE987007292536105171 (topic)
  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi