Bruno Quaresima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno Quaresima
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Termine carriera 1958 - giocatore
1970 - allenatore
Carriera
Giovanili
193?-1938Vicenza
Squadre di club1
1938-1939Vicenza0 (0)
1939-1941Fiumana45 (28)
1941-1943Vicenza57 (26)
1944Vicenza10 (9)
1944-1945Fiumana? (?)
1945-1946Vicenza61 (18)
1947-1948Inter25 (16)
1948-1951Vicenza105 (50)
1951-1952SPAL19 (4)
1952-1953Marzotto Valdagno29 (6)
1953-1954Lanerossi Vicenza12 (2)
1954-1956Belluno? (?)
1956-1958Schio? (?)
Carriera da allenatore
1958-1961Belluno
1961-1964Rovereto
1964-1965Portogruaro
1965-1966Conegliano
1966-1967Mirandolese
1967-1970Lanerossi VicenzaGiovanili
1970-1971Dolo
1971-1972[1]Malo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Bruno Quaresima (Vicenza, 2 luglio 1920Vicenza, 26 agosto 1999) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centravanti.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Legò per quasi tutta la carriera da calciatore alla maglia biancorossa del L.R. Vicenza provenendo dalla Palladio, società del vivaio del Vicenza. A 18 anni venne mandato a fare esperienza alla Fiumana in Istria per fare esperienza, conquistando la promozione dalla Serie C alla B. Passò poi al Vicenza appena ventuenne nel 1941, esordiendo col botto in Serie B segnando ben 20 reti che valsero ai vicentini la promozione in massima divisione.

In Serie A fu fra i protagonisti della risicata salvezza del Vicenza, ottenuta all'ultima giornata con un clamoroso 6-2 a Torino contro la Juventus. Dopo il campionato di guerra del 1944 fu catturato dai tedeschi e mandato in un campo di concentramento.

Tornato a casa dopo la fine della guerra, fu fra i primi giocatori a rispondere all'appello di Pietro Spinato che cercava di mettere insieme una squadra per disputare il campionato. Dopo un discreto torneo 1945-1946, Quaresima si mise in luce con 13 reti nel 1946-1947, stagione in cui il Vicenza ottenne il quinto posto, a lungo miglior prestazione della squadra in massima serie.

Nell'estate 1947 fu acquistato dall'Inter e in nerazzurro non smentì le promesse ritrovandosi capocannoniere a dicembre di quell'anno. Fu tuttavia vittima di un grave doppio infortunio (frattura prima della clavicola e poi del perone) che ne minò la carriera, e non solo la stagione, che chiuse con 25 gare su 40 con ben 16 reti. In quella stagione realizzò tra l'altro due quaterne, contro Alessandria e Bari.

Tornato a Vicenza nel 1948, fu il bomber della squadra per tre anni di seguito, in cui realizzò ben 51 reti. Dopo una non fortunata avventura alla neopromossa SPAL di Paolo Mazza e una stagione nel Marzotto Valdagno, rientrò a Vicenza, divenuto Lanerossi a giugno, nel 1953 giocando 12 gare e segnando 2 reti.

È il decimo biancorosso di tutti i tempi con 246 presenze in campionato e il secondo fra i bomber con 107 reti.

In carriera ha totalizzato complessivamente 104 presenze e 39 reti in Serie A e 178 presenze e 78 reti in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fiumana: 1940-1941
Belluno: 1954-1955

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Conegliano: 1965-1966

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco Illustrato del calcio 1972, edizioni Panini, pag. 311

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luca Dibenedetto, El Balon fiuman quando su la tore era l'aquila. L'epopea del calcio a Fiume: i suoi numeri ed i suoi eroi dal 1918 al 1948, Borgomanero, Litopress, 2004, p. 335.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]