Bruno Giorgi (scultore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Escultura, 1970.

Bruno Giorgi (Mococa, 13 agosto 1905Rio de Janeiro, 7 settembre 1993) è stato uno scultore brasiliano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dois Candangos, 1960.

Figlio di immigrati italiani, nel 1911, all'età di sei anni, tornò a Roma con la famiglia. Studiò disegno e scultura essendo in estate ospitato dalla grande bottega artigiana dei parenti di Ferentino, le fornaci Giorgi. Partecipò ai movimenti antifascisti e fu condannato dal regime a sette anni di carcere; sposò a Ponza Giuliana Segre. Grazie all'intervento dell'ambasciatore brasiliano in Italia, fu estradato verso il Brasile dopo quattro anni.

Riuscì però a fermarsi a Parigi, dove nel 1937 frequentò le accademie "La Grande Chaumière" e "Ranson", e conobbe Aristide Maillol, Henry Moore, Marino Marini e Charles Despiau.

Nel 1939, allo scoppio della guerra, rientrò a San Paolo dove lavorò con artisti del "Gruppo Santa Helena" e del gruppo "Famiglia Artistica Paolista". Nel 1943 trasferì il proprio atelier a Rio de Janeiro

I suoi lavori sono esposti in numerosi luoghi del Brasile.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Lavori di Bruno Giorgi, su pinturabrasileira.com. URL consultato il 23 maggio 2009 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2009).
  • Sculture di Bruno Giorgi, su tntarte.com.br. URL consultato il 22 aprile 2008 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2008).
Controllo di autoritàVIAF (EN94572786 · ISNI (EN0000 0001 0606 5874 · Europeana agent/base/21853 · LCCN (ENn82096280 · ULAN (EN500118097 · WorldCat Identities (ENlccn-n82096280