Brinasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La brinasi è un enzima ottenuto dalla coltura in brodo di Aspergillus oryzae.

La brinasi ha attività fibrinolitica e proteolitica. Presenta un effetto diretto non solo sulla fibrina, ma anche su altri substrati come il fibrinogeno, la protrombina e i fattori V e VII della coagulazione del sangue. Il suo effetto trombolitico è inversamente proporzionale alla concentrazione di inibitori della plasmina nel sangue.

La brinasi è stata impiegata per liberare le cannule per emodialisi da eventuali intasamenti. Il suo impiego è stato proposto nel trattamento della claudicatio intermittens, in alcune neoplasie e nel trattamento di disordini tromboembolici.

Sono stati osservati, fra gli effetti avversi, nausea, diarrea, eruzioni cutanee, sedazione, parestesie, piressia, tachicardia, dolore sternale, spasmi e dolori vascolari, trombosi nel sito di iniezione, edema da infiltrazione, ematomi, insufficienza renale transitoria e anafilassi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • V.V. Kakkar, M.F. Scully, Br. Med. Bull. 34, 191, 1978;
  • R.D. Thornes et al., Cancer Res. 32, 280, 1972;
  • E.T. O'Brien et al., Lancet 1, 173, 1968;
  • R.D. Thornes, ibid. 2, 1220, 1968;
  • W.H.E. Roschlau, Can. Med. Ass. J. 98, 757, 1968;
  • F. Lund et al., Angiology 26, 534, 1975.