Brilliant Disguise

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brilliant Disguise
Bruce Springsteen – Brilliant Disguise.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaBruce Springsteen
Tipo albumSingolo
Pubblicazione3 ottobre 1987
Durata4:16
Album di provenienzaTunnel of Love
GenerePop rock
EtichettaColumbia
ProduttoreJon Landau, Bruce Springsteen, Chuck Plotkin
Registrazionegennaio / maggio 1987 – Thrill Hill East (studio casalingo di Springsteen)
Formati7", 12"
Bruce Springsteen - cronologia
Singolo precedente
(1987)
Singolo successivo
(1987)

Brilliant Disguise è il primo singolo estratto da Tunnel of Love, l'ottavo album in studio del cantautore statunitense Bruce Springsteen. È stato pubblicato nell'ottobre del 1987, arrivando alla posizione numero 5 della Billboard Hot 100 e al primo posto della Mainstream Rock Songs.[1] Il singolo successivo, Tunnel of Love, raggiungerà anch'esso il primo posto della Mainstream Rock Songs, dando a Springsteen due numero 1 consecutivi.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Come gran parte dell'album Tunnel of Love, Brilliant Disguise è stata registrata nello studio casalingo di Springsteen, chiamato Thrill Hill East, tra il gennaio e il maggio del 1987 con alcuni membri della E Street Band.[2] In questa canzone, Springsteen ha suonato diversi strumenti ed è stato accompagnato dalle tastiere di Roy Bittan, dall'organo di Danny Federici e dalla batteria di Max Weinberg.[2]

Il testo della canzone rappresenta una confessione d'insicurezza da parte di Springsteen.[3] Vengono descritte emozioni che comprendono gelosia, confusione e ansia da parte del cantante sul fatto che sua moglie sia per lui diventata un estraneo.[3] Il testo fa riferimento alle maschere indossate dalle persone e all'amarezza che può scaturire quando ci si rende conto dell'oscurità celata dietro alle maschere stesse.[4]

Il ritmo tranquillo della canzone aumenta progressivamente.[5] Il sound è ridimensionato dal tipico stile della E Street Band.[3] Il cantante ammette di avere fatica nel fare le cose per bene, ma ciò non aiuta.[5] Egli non può fidarsi né di sé stesso, né di sua moglie[5]. Sia Springsteen che la donna continuano a svolgere i rispettivi ruoli – lui del "faithful man" (uomo fedele), lei della "loving woman" (donna innamorata), ma il cantante è comunque devastato dalla propria insicurezza.[5]

Un verso chiave a metà canzone recita: "I wanna know if it's you I don't trust / Because I damn sure don't trust myself" ("Voglio sapere se è di te che non mi fido / perché proprio non mi fido di me stesso"). Queste parole sintetizzano le emozioni che risuonano in tutta la canzone e, probabilmente, nell'intero secondo lato dell'album Tunnel of Love.[3][6]

Springsteen stesso ha ammesso riguardo al brano:[4]

«Dopo l'85 ne avevo abbastanza e scavai dentro di me per scrivere di uomini, donne e amore, argomenti che fino ad allora avevo lasciato ai margini del mio lavoro.»

La copertina originale del singolo è una foto scattata da Pamela Springsteen, sorella di Bruce.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Come alcuni altri videoclip estratti dall'album Tunnel of Love, tra cui Tunnel of Love, One Step Up e Tougher Than the Rest, il video di Brilliant Disguise è stato diretto da Meiert Avis.[7]

Il video, girato interamente in bianco e nero, riflette efficacemente le emozioni descritte nel testo della canzone.[5] L'ambientazione è una cucina a tre pareti ricreata su una spiaggia del New Jersey, al cui interno viene mostrato Springsteen seduto a disagio sul bordo di una sedia.[5][8] Egli suona la sua chitarra mentre canta di cosa significa fidarsi di qualcuno, guardando dritto nella telecamera senza battere ciglio, mentre l'inquadratura va restringendosi sempre di più sul suo primo piano.[5] Questa esibizione molto personale riflette efficacemente i temi della canzone.[5]

Il clip intensamente personale di Brilliant Disguise ha introdotto un territorio nuovo per MTV, in quanto strutturato su un'unica ripresa per tutta la sua durata. Il video presenta inoltre una traccia vocale ri-registrata dal vivo durante le riprese, tecnica ai tempi molto rara nei videoclip e riusata in seguito da Springsteen per Streets of Philadelphia e Lonesome Day.

Esibizioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la sua natura introspettiva, la canzone è stata eseguita dal vivo diverse volte, principalmente nelle esibizioni di Springsteen da solista piuttosto che in quelle con la E Street Band.[9]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

7" Single CBS 651141-7
  1. Brilliant Disguise – 4:16
  2. Lucky Man – 3:29
12" Single CBS 651141-6
  1. Brilliant Disguise – 4:16
  2. Lucky Man – 3:29
  3. 4th of July, Asbury Park (Sandy) – 5:36

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Bruce Springsteen Chart History, su allmusic.com. URL consultato il 6 aprile 2015.
  2. ^ a b (EN) Brucebase, On The Tracks: Tunnel of Love, su brucebase.wikispaces.com. URL consultato il 6 aprile 2015.
  3. ^ a b c d (EN) Allmusic Brilliant Disguise, su allmusic.com. URL consultato il 6 aprile 2015.
  4. ^ a b Patrick Humphries, Bruce Springsteen, 1996, p. 80–81, ISBN 0-7119-5304-X.
  5. ^ a b c d e f g h June Skinner Sawyers, Tougher Than the Rest 100 Best Bruce Springsteen Songs, 2006, p. 115–116, ISBN 978-0-8256-3470-3.
  6. ^ Dave Marsh, Glory Days, 1996, p. xxvii, ISBN 1-56025-101-8.
  7. ^ (EN) Meiert Avis, imdb. URL consultato il 6 aprile 2015.
  8. ^ Ermanno Labianca, Springsteen. Talk about a dream. Testi commentati 1973-1988, Arcana, 2008, p. 355, ISBN 9788862310253.
  9. ^ (EN) Bruce Springsteen Set List Page Brilliant Disguise, su brucesetlists.com. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2008).
  10. ^ David Kent, Australian Chart Book 1970–1992, Australian Chart Book, St Ives, N.S.W, 1993, ISBN 0-646-11917-6.
  11. ^ (NL) Ultratop Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, Ultratop.
  12. ^ (EN) Top Singles - Volume 47, No. 8, 28 novembre 1987, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2015).
  13. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  14. ^ (FR) Accès direct à ces Artistes, Infodisc.fr. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2015). Selezionare "BRUCE SPRINGSTEEN" e premere "OK".
  15. ^ (DE) German Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, su offiziellecharts.de.
  16. ^ Irish Recorded Music Association, Search the Charts - Brilliant Disguise, Fireball Media. URL consultato il 6 aprile 2015.
  17. ^ Hit Parade Italia - Indice per Interprete: S, Hit Parade Italia. URL consultato il 6 aprile 2015.
  18. ^ (EN) Norwegian Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, su norwegiancharts.com.
  19. ^ (EN) New Zealand Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, su charts.org.nz.
  20. ^ (NL) Dutch Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, su dutchcharts.nl.
  21. ^ (EN) Chart Archive – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, Chart Stats (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2015).
  22. ^ Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  23. ^ (EN) Bruce Springsteen – Chart History, Billboard. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2015).
  24. ^ (EN) Bruce Springsteen – Chart History (mainstream rock), Billboard. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2015).
  25. ^ (EN) Bruce Springsteen – Chart History (adult contemporary), Billboard. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2015).
  26. ^ (EN) South African Rock Lists Website SA Charts 1969 – 1989 Acts (S), su Rock.co.za, John Samson. URL consultato il 6 aprile 2015.
  27. ^ (EN) Swedish Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, swedischcharts.com.
  28. ^ (DE) Swiss Charts – Bruce Springsteen – Brilliant Disguise, su hitparade.ch.
  29. ^ (EN) Top Singles - Volume 47, No. 12, 26 dicembre 1987, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2015).
  30. ^ I singoli più venduti del 1987, hitparadeitalia.it. URL consultato il 6 aprile 2015.
  31. ^ Billboard Top 100 - 1987, su longboredsurfer.com. URL consultato il 6 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock