Brillante (telenovela)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brillante
Brillante (telenovela).JPG
Titolo originaleBrilhante
PaeseBrasile
Anno1981-1982
Formatoserial TV
Generetelenovela
Stagioni1
Puntate155
Durata50 min (puntata)
Lingua originaleportoghese
Crediti
RegiaDaniel Filho
Ary Coslov
Marcos Paulo
José Carlos Pieri
SoggettoGilberto Braga
SceneggiaturaEuclydes Marinho
Leonor Bassères
Interpreti e personaggi
Casa di produzioneRede Globo
Prima visione
Prima TV originale
Dal28 settembre 1981
Al26 marzo 1982
Rete televisivaRede Globo
Prima TV in italiano
Data19 novembre 1984
Rete televisivaRete 4

Brillante (Brilhante) è una telenovela brasiliana, andata in onda dal 28 settembre 1981 al 26 marzo 1982. In Italia, venne trasmessa da Rete 4 a partire dal 19 novembre 1984[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Prodotta da Rede Globo, la telenovela è scritta da Gilberto Braga, già autore di successi televisivi come La schiava Isaura, Dancin' Days e Agua Viva.

Protagonisti gli attori Fernanda Montenegro (Chica), Vera Fischer (Luiza), Tarcisio Meira (Paulo César), Denis Carvalho (Inácio), Mario Lago (Vitor) e José Wilker (Sidney). La regia generale fu affidata a Daniel Filho.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Luiza (Vera Fischer) è una giovane e importante designer di una grande azienda di gioielli. La donna, che vive con i genitori e sua sorella Virginia (Joana Fomm), decide di concedersi un viaggio in Europa durante le ferie. A Londra, incontra Vera (Aracy Balabanian), una vecchia amica di scuola, ora sposata con Oswaldo (José Wilker). La coppia vive in Svizzera ma si trova nella capitale britannica per partecipare al matrimonio del Principe Carlo. Vera confida a Luiza che è molto preoccupata dello stato emotivo di suo marito, e Luiza si offre di scambiare due parole con Oswaldo per aiutarla. Nel tentativo di farlo, però, l'uomo ha una forte crisi di nervi e si allontana con l'auto a grande velocità. L'indomani, Vera rivela a Luiza che durante la notte suo marito è morto in un incidente automobilistico. Tornata in Brasile, però, Luiza casualmente incontra Oswaldo, vivo e vegeto. L'uomo ha cambiato nome e si fa chiamare Sidney.

Intanto, Luiza entra in contatto diretto con la famiglia Newman, proprietaria dell'azienda per la quale lavora. La matriarca Chica Newman (Fernanda Montenegro) inizialmente la prende sotto la sua ala protettrice e la spinge in tutti i modi tra le braccia del figlio Inácio (Dênis Carvalho), scoprendo però solo in seguito l'omosessualità del giovane; Luiza peraltro si innamora di Paulo César (Tarcísio Meira), sposato con la figlia di Chica, Maria Isabel (Renée de Vielmond). L'uomo, in piena crisi matrimoniale, decide di lasciare sua moglie e inizia una relazione con Luiza.

La dispotica Chica non demorde: fa di tutto per allontanare Luiza e continua la ricerca di una moglie per suo figlio. La donna trova un'alleata in Leonor (Renata Sorrah). Anche Leonor, figlia della megolomane Edith (Eloísa Mafalda), lavora per le imprese Newman e accetta di abbandonare suo marito Carlos (Cláudio Marzo) per sposare Inácio. Il giovane Newman, in seguito alla morte del padre Vitor (Mario Lago), assume il controllo dell'azienda di famiglia e sposa Leonor, pur di allontanarsi dalla madre. Quest'ultima si innamorerà poi di Carlos, divenuto nel frattempo suo autista.

Luiza, felicemente fidanzatasi con Paulo César, il cui matrimonio con Maria Isabel si è concluso col divorzio, decide di aprire una sua piccola azienda di gioielli e inizia a esportare i propri articoli negli Stati Uniti.

Sidney, perdonato da Luiza alla quale ha confessato di aver inscenato la sua morte (non era dunque Oswaldo, ma un sosia perfetto di costui) inizia una relazione con Maria Isabel e rivela di essere il figlio di un grande coltivatore di Bahia, che però non lo ha mai riconosciuto come suo. Nonostante ciò il vecchio lascerà a Sidney parte della propria eredità.

Censura[modifica | modifica wikitesto]

L'autore della telenovela, Gilberto Braga, rivelò che - a causa della censura allora vigente in Brasile - non fu autorizzato a usare la parola "omosessuale" nello sceneggiato, rendendo difficile lo sviluppo del personaggio di Inácio, elemento integrante della storia principale. L'intervento e la caparbietà di Fernanda Montenegro resero però possibile l'aggiunta di un inequivocabile riferimento all'omosessualità di Inácio: in un dialogo con Chica Newman, Luiza parlò di "problemi sessuali" di suo figlio, e la frase non fu tagliata[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Brillante fu esportata in più di venti paesi stranieri, tra cui Italia, Francia e Polonia. Nel 1988, approdò anche in Marocco con il titolo di Coeur de Diamant (titolo usato anche in Francia), ottenendo un grande successo[3].

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La sigla della telenovela fu affidata a Tom Jobim, che compose appositamente per il personaggio interpretato da Vera Fischer il pezzo Luiza. Nella colonna sonora dello sceneggiato furono inclusi altri musicisti e cantanti di spicco come Elis Regina (Me Deixas Louca scritta da Armando Manzanero e Paulo Coelho), Caetano Veloso (Dans mon île di Henri Salvador), Gal Costa (Meu Bem, Meu Mal di Veloso), Joanna (Decisão) e Nana Caymmi (Canção da Manhã Feliz). Fu rilasciata anche una colonna sonora "internazionale" con tracce di Barbra Streisand (Comin' In And Out of Your Life), Carly Simon (Hurt) e Phil Collins (If Leaving Me Is Easy)[4].

Colonna sonora italiana[modifica | modifica wikitesto]

Come per le precedenti Dancin' Days e Agua Viva, anche in Italia fu pubblicata una colonna sonora su etichetta "SiglaQuattro" e distribuita dalla RCA Italiana. L'album - compilato da Cesare Benvenuti - comprendeva canzoni di autori italiani (Mimmo Locasciulli, Santo California, Umberto Bindi), stranieri (Freddy Cole, Jim Porto) nonché cover di brani famosi come One More Night di Phil Collins e Crazy for You di Madonna. Il progetto grafico, che vedeva in copertina il logo del titolo della telenovela in varie nuance di colori (lo stesso usato per la cover della soundtrack internazionale[5]), fu curato da Antonio Dojimi[6].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mimmo Locasciulli – Piove e non piove 4'32"
  2. Freddy Cole – Chove lá fora 2'57"
  3. George GarrettOne More Night 4'22"
  4. GilbertPerdonne moi 3'56"
  5. Monolo OteroPrincipessa del mio corpo 4'07"
  6. Light Dimension OrchestraSun Beam 3'29"
  7. Favoriti e VincentiSweet Killer 5'24"
  8. Jim Porto – Che sera 3'56"
  9. Santo California – Maledetto cuore 3'32"
  10. Cesar Camargo MarianoNovo tempo 3'10"
  11. Umberto Bindi – L'impossibile idea 4'39"
  12. Mary BurtonCrazy for You 4'13"

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Si tratta della seconda telenovela che ha visto recitare insieme Fernanda Montenegro e la figlia Fernanda Torres: i due personaggi da loro interpretati, Chica e Marilia, sono nonna e nipote.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Radiocorriere TV" - Archivio 1984 (N. 47).
  2. ^ Memoria Globo - Censura.URL consultato il 26 maggio 2015.
  3. ^ Memoria Globo - Curiosidades.URL consultato il 26 maggio 2015.
  4. ^ Memoria Globo - Trilha Sonora.URL consultato il 26 maggio 2015.
  5. ^ Discogs: Various – Brilhante (Trilha Internacional Da Novela).URL consultato il 29 maggio 2015.
  6. ^ Discogs: Various – Brillante (Colonna Sonora Originale Della Telenovela "Brillante").URL consultato il 26 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione