Brian Tatler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brian Tatler
DH Twist 08.jpg
Brian Tatler in concerto nel 2008
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Heavy metal
Hard rock
Periodo di attività musicale 1976 – in attività
Strumento Chitarra
Etichetta Happy Face
MCA Records
Castle Records
Geffen Records
Gruppo attuale Diamond Head
Gruppi precedenti Radio Moscow, Quill
Album pubblicati 11
Studio 11
Sito ufficiale

Brian Tatler (Stourbridge, ...) è un chitarrista britannico, membro e cofondatore del gruppo musicale Diamond Head.

Diamond Head[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Diamond Head.

Lavorando inizialmente come meccanico[1], Tatler è conosciuto per aver fondato i Diamond Head insieme al suo compagno di scuola e batterista del gruppo Duncan Scott. Più tardi reclutarono Sean Harris e Colin Kimberley, rispettivamente nei ruoli di cantante e bassista.

Il gruppo registrò e pubblicò alcuni demo tra il 1977 e il 1979. Nonostante non fossero ancora famosi, il loro sound unico e la qualità delle composizioni permisero di guadagnare abbastanza attenzione nei tour come band di supporto a AC/DC ed Iron Maiden. Anche se molte case discografiche lottarono tra di loro per ingaggiare il gruppo, nessuna di queste erano disposte ad impegnarsi a fondo. Per questo motivo, i Diamond Head si spazientirono e decisero di pubblicare l'album d'esordio Lightning to the Nations tramite la loro etichetta personale, la Happy Face Records. Questo album aveva una copertina totalmente bianca e non presentava nessun titolo (persino la lista tracce non era presente) e questo valse all'album il soprannome di The White Album. Nonostante tutto, l'album presenta molti riff di chitarra ideati dallo stesso Tatler e al riguardo Geoff Burton scrisse sul "Sounds Magazine" che sono presenti più riff in una canzone del White Album che nell'intero primo disco dei Black Sabbath[senza fonte].

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Tatler cita gli Scorpions gli UFO e i Rainbow come suoi gruppi ispiratori. Tatler dichiarò che i suoi primi album che acquistò furono Machine Head dei Deep Purple e il secondo album dei Led Zeppelin; dei Led Zeppelin disse che il suo album preferito è Physical Graffiti, in quanto contiene il suo brano preferito Kashmir.[2] Per quanto riguarda la propria tecnica nell'utilizzo della chitarra, disse di essersi ispirato al chitarrista dei Deep Purple Ritchie Blackmore.[3]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i Diamond Head[modifica | modifica wikitesto]

Con i Radio Moscow[modifica | modifica wikitesto]

  • World Service
  • Get a New Life

Con i Quill[modifica | modifica wikitesto]

  • Out of the Hat
  • Privileged
  • Back Intact

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Survivors Classic Rock vol.124, pg59
  2. ^ (EN) Diamond Gezzer! Record Collector December 2005 (JPG), Diamond-Head.net. URL consultato il 28 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2012).
  3. ^ (EN) The Week June 2008 (JPG), Diamond-Head.net. URL consultato il 28 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2011).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN79870896