Brian Orser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brian Orser
Yuzuru Hanyu Brian Orser.jpg
Brian Orser con Yuzuru Hanyū nel 2014
Nazionalità Canada Canada
Altezza 168 cm
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio singolo
Squadra Mariposa Winter Club e Midland FSC
Ritirato 1988
Carriera
Carriera da allenatore
1988-attualeToronto Cricket Club
Palmarès
Olimpiadi 0 2 0
Mondiali 1 4 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'11 febbraio 2017
Brian Orser con Kim Yuna nel 2007

Brian Ernest Orser, OC (Belleville, 18 dicembre 1961), è un pattinatore canadese. È stato vincitore della medaglia d'argento alle Olimpiadi del 1984 e del 1988, campione del mondo nel 1987 e otto volte campione nazionale canadese (dal 1981 al 1988). Nel 1988 si è ritirato dalle gare e ha pattinato per quasi vent'anni a Stars On Ice. Come allenatore, ha guidato sia la sudcoreana Yuna Kim che il giapponese Yuzuru Hanyū a conquistare l'oro olimpico, rispettivamente nel 2010 la prima e nel 2014 e 2018 il secondo. È anche allenatore del campione del mondo Javier Fernandez Lopez. È allenatore al Toronto Cricket, Skating and Curling Club, in Canada.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Brian Orser è nato a Belleville, in Ontario, ed è cresciuto a Penetanguishene.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Orser ha vinto il suo primo titolo nazionale nella categoria junior, nel 1977. La stagione successiva, ha partecipato ai mondiali juniores, classificandosi quarto dietro il rivale Brian Boitano. Nel 1979 ha conquistato un secondo titolo nazionale a livello junior.

Nel 1980 è passato nella categoria senior. Alla sua prima gara internazionale, la Vienna Cup, ha vinto il bronzo, piazzandosi poi quarto ai campionati canadesi di pattinaggio. Questa è stata l'ultima volta in cui in questa competizione è stato fuori dal podio.

Nella stagione 1980-1981, che ha seguito le Olimpiadi, Orser ha vinto l'argento al Nebelhorn Trophy, si é piazzato sesto a Skate Canada International, e poi ha vinto il primo degli otto titoli nazionali che avrebbero seguito. Nel suo debutto ai mondiali si é piazzato sesto. La stagione seguente, ha vinto la sua prima medaglia a Skate Canada e ai mondiali ha ottenuto il quarto posto. Migliorerà questa posizione nel 1983, con un bronzo che gli offrirà una buona posizione in preparazione alla stagione olimpica.

Già quando ancora gareggiava nella categoria junior, Orser era stato il secondo uomo ad atterrare un triplo Axel, che all'epoca solo pochi pattinatori avevano tentato.[2] Negli anni successivi, il canadese ha atterrato questo salto sempre più frequentemente e con molta più facilità rispetto agli altri pattinatori. Così, alle Olimpiadi non solo ha ottenuto la medaglia d'argento dietro Scott Hamilton, ma è stato anche il primo uomo ad atterrare un triplo Axel in una competizione olimpica. Di nuovo dietro ad Hamilton ha vinto l'argento ai mondiali del 1984.

Nella stagione 1984-1985, dopo il ritiro dello storico rivale Brian Boitano, Brian avrebbe potuto essere campione incontrastato, ma a causa di alcune imperfezioni ai mondiali si é piazzato solo secondo, dietro al russo Alexander Fadeev. Dopo questa gara quindi, per accumulare vantaggio su Fadeev, Orser ha cominciato a lavorare sull'aggiunta di un secondo triplo Axel nel suo programma: ai mondiali del 1987 è diventato il primo pattinatore ad atterrare due tripli Axel in un programma libero e tre in una sola competizione.[3] Vinse questa competizione.

Alle Olimpiadi del 1988, Orser ha vinto una seconda medaglia d'argento, superato solo dal rivale Brian Boitano.

Ha vinto di nuovo l'argento ai mondiali del 1988, grazie in particolare ad un buon libero. Da questa stagione in poi, Orser ha lasciato le competizioni.

Carriera come pattinatore professionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro dalle competizioni, Orser ha pattinato nei tour di Stars On Ice per quasi vent'anni, fino al 2007.

Carriera come allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Orser con Christina Gao, nel 2010.

Oggi, Orser è il principale allenatore di pattinaggio al Toronto Cricket Skating and Curling Club assieme a Tracy Wilson.

Tra i suoi allievi attualmente ci sono:

In passato, Orser ha allenato anche i seguenti pattinatori:

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Orser é apertamente gay. È stato forzato a dichiarare la propria omosessualità nel novembre del 1998 a causa di una battaglia legale contro un suo ex-partner.[24] Inizialmente, Orser temeva che ciò avrebbe rovinato la sua carriera,[25] ma da allora ha ottenuto il sostegno sia del pubblico che di altri pattinatori. Dal 2008 ha una relazione con Rajesh Tiwari, direttore della Brian Orser Foundation.[26]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Evento 1976-77 1977-78 1978-79 1979-80 1980-81 1981-82 1982-83 1983-84 1984-85 1985-86 1986-87 1987-88
Olimpiadi
Mondiali
Skate Canada
NHK Trophy
St.Ivel International
Nebelhorn Trophy
Vienna Cup
St.Gervais
Novarat
Mondiali Junior
Nazionali Canadesi 1°P. 3°J. 1°J.

Livelli: P: Principianti, J: Junior

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine del Canada
«Vincitore del campionato canadese junior di pattinaggio di figura all'età di nove anni. Nel 1984 la sua eccellenza come pattinatore libero gli ha fatto vincere il campionato del mondo e una medaglia d'argento alle olimpiadi invernali di Sarajevo.»
— nominato il 23 dicembre 1985, investito il 9 aprile 1986[27]
Ufficiale dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Canada
«Campione canadese dal 1981 e sempre performer internazionale eccellente, ha emozionato e deliziato gli appassionati di pattinaggio in tutto il mondo con le sue brillanti manifestazioni di lucido controllo atletico e con una coreografia affascinante. Oltre a vincere due medaglie d'argento olimpiche e una serie di altri importanti eventi internazionali, è stato il terzo canadese ad ottenere da singolo la medaglia d'oro maschile nei 77 anni di storia dei campionati del mondo.»
— nominato l'11 luglio 1988, investito il 18 ottobre 1989[27]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Michael Janofsky, "Orser, Boitano On Two Paths To Same Goal", in The New York Times, 15 febbraio 1988.
  2. ^ Beverley Smith, Figure Skating: A Celebration, ISBN 0-7710-2819-9, p. 149
  3. ^ Brian Orser, A Skater's Life, ISBN 1-55013-126-5, p. 135, p. 162
  4. ^ icenetwork.com: News: Orser amazed by pupil Hanyu's skill, politeness, su web.icenetwork.com. URL consultato il 12 maggio 2017.
  5. ^ (EN) nurun.com, Orser's skaters set to challenge Chan, su Vancouver 24 hrs. URL consultato il 12 maggio 2017.
  6. ^ "World bronze medalist Hanyu switches to Orser".
  7. ^ "Javier FERNANDEZ".
  8. ^ Ioana Visan, Absolute Skating, su www.absoluteskating.com. URL consultato il 12 maggio 2017.
  9. ^ a b (EN) Chartrand readies for Grand Prix debut, in Golden Skate, 23 agosto 2014. URL consultato il 18 marzo 2017.
  10. ^ a b Philip Hersh on Twitter, in Twitter. URL consultato il 18 marzo 2017.
  11. ^ Biography, su isuresults.com, 30 settembre 2013. URL consultato il 18 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2017).
  12. ^ (SV) Joshi Helgesson flyttar till Kanada, in http://sla.se. URL consultato il 18 marzo 2017.
  13. ^ Biography, su isuresults.com, 27 maggio 2010. URL consultato il 18 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2016).
  14. ^ Biography, su www.isuresults.com. URL consultato il 18 marzo 2017.
  15. ^ icenetwork.com: News: 'Gladiator' Manella ousts 'Zorro' Messing in Aston, su web.icenetwork.com. URL consultato il 18 marzo 2017.
  16. ^ Ioana Visan, Absolute Skating, su www.absoluteskating.com. URL consultato il 18 marzo 2017.
  17. ^ Biography, su www.isuresults.com. URL consultato il 18 marzo 2017.
  18. ^ Biography, su www.isuresults.com. URL consultato il 18 marzo 2017.
  19. ^ 20Minutos, Sonia Lafuente abandona España para trabajar con el entrenador de Javier Fernández - 20minutos.es, in 20minutos.es - Últimas Noticias. URL consultato il 19 marzo 2017.
  20. ^ (ES) Sonia Lafuente entrenará con Brian Orser | HIELO ESPAÑOL, su www.hieloespanol.es. URL consultato il 19 marzo 2017.
  21. ^ Biography, su www.isuresults.com. URL consultato il 19 marzo 2017.
  22. ^ (EN) Nam Nguyen, Brian Orser split as skater seeks 'fresh start', in CBC Sports. URL consultato il 19 marzo 2017.
  23. ^ Globetrotting: First Kim, now Rippon: what does latest split mean for Orser?, su newsblogs.chicagotribune.com. URL consultato il 19 marzo 2017.
  24. ^ "Ready, set, come out".
  25. ^ Crary, David (20 November 1998).
  26. ^ Ted Flett, Being Brian Orser, su Daily Xtra, 18 gennaio 2012.
  27. ^ a b (EN) Sito web del Governatore Generale del Canada: dettaglio decorato.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Beisteiner, Johanna: Art music in figure skating, synchronized swimming and rhythmic gymnastics / Kunstmusik in Eiskunstlauf, Synchronschwimmen und rhythmischer Gymnastik.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN55772430 · ISNI (EN0000 0000 7394 9840 · LCCN (ENn90654632