Brawn BGP 001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brawn BGP 001
Button Spain 2009.jpg
Jenson Button a bordo della BGP 001
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Brawn GP
Categoria Formula 1
Squadra Brawn GP Formula 1 Team
Progettata da Jörg Zander
Loïc Bigois
Sostituisce Honda RA108
Sostituita da Mercedes MGP W01
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in fibra di carbonio
Motore Mercedes-Benz FO108W 2.4 V8
Trasmissione Brawn GP a 7 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Peso 600 kg
Altro
Carburante Mobil 1
Pneumatici Bridgestone
Avversarie Red Bull RB5
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio d'Australia 2009
Piloti 22. Jenson Button
23. Rubens Barrichello
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 8 5 4
Campionati costruttori 1 (2009)
Campionati piloti 1 (2009 con Jenson Button)

La Brawn BGP 001 è una vettura di Formula 1, la prima (ed unica) costruita dalla Brawn GP, che ha corso il campionato 2009. È stata presentata al Circuito di Silverstone il 6 marzo 2009.

Il pilota Jenson Button ha percorso i primi giri della BGP 001 già il giorno della presentazione,[1] prima di una più impegnativa sessione di prova svolta presso il Circuito di Barcellona il 9 e 12 marzo e di un'altra presso Circuito di Jerez il 15 e 18 dello stesso mese.[2]

Test[modifica | modifica wikitesto]

Il controverso diffusore della BGP 001.

La vettura, inizialmente sviluppata dalla Honda, è stata successivamente ceduta alla Brawn GP, stante il ritiro della casa nipponica dalla Formula 1. Nei mesi intercorsi tra l'annuncio dei giapponesi e l'esordio in pista, la vettura ha continuato a essere migliorata, pur in presenza di difficoltà finanziarie e incertezze in merito alla nascita della nuova scuderia. Al momento dell'esordio, la vettura era del tutto priva di sponsor, sfoggiando una livrea bianca con inserti gialloneri.[3]

Il primo test, svolto a Barcellona, mostra subito la potenzialità della vettura che segna tempi molto interessanti.[4] Nel secondo giorno l'altro pilota, Rubens Barrichello completa ben 111 giri col terzo miglior tempo fra tutte le vetture impegnate in Spagna.[5] Il giorno seguente Button torna in vetta ai tempi con oltre un secondo di vantaggio su Felipe Massa e la sua Ferrari, completando 130 giri.[6] Massa afferma come la BGP 001 sia la vettura più competitiva nei test invernali e di come la Ferrari sia indietro rispetto alla monosposto della Brawn GP.[7] Nell'ultimo giorno di test è ancora Barrichello a far segnare il miglior tempo di giornata con un vantaggio di 8 decimi su Nico Rosberg della Williams, compiendo 110 giri.[8]

Anche nei test svolti sul Circuito di Jerez la vettura continua a impressionare, distanziando di 6 decimi la Renault di Fernando Alonso, e girando per 107 tornate.[9] Alonso fa segnare il tempo miglior il secondo giorno, con Barrichello secondo e Button terzo.[10] Nell'ultima giornata Button torna a far segnare il miglior tempo, con un vantaggio di due secondi su Rosberg, e con Nelson Piquet Jr. e Lewis Hamilton ancor più staccati.[11]

Le soluzioni tecniche adottate nella zona del diffusore posteriore portano a un reclamo ufficiale di Renault, Red Bull e Ferrari. Tale reclamo coinvolge anche la Williams FW31 e la Toyota TF109.[12] I commissari sportivi in Australia rigettano il ricorso: la BGP 001 è al via del primo gran premio stagionale senza modifiche.[13]

Stagione 2009[modifica | modifica wikitesto]

Le due BGP 001 firmano i migliori tempi nella libere del venerdì del gran premio di Melbourne.[14] Nelle prove ufficiali Jenson Button conquista la pole davanti al suo compagno di scuderia Rubens Barrichello.[15] La Brawn conquista così la pole alla sua prima gara (un evento simile non accadeva dal 1970, quando la Tyrrell conquistò con Jackie Stewart la partenza al palo nel Gran Premio del Canada).

Button vince la gara in Australia e Barrichello giunge secondo. L'ultima vittoria all'esordio per una scuderia risaliva al Gran Premio d'Argentina 1977 con Jody Scheckter su Wolf; l'ultima doppietta addirittura al Gran Premio di Francia 1954 con Fangio e Kling primo e secondo per la Mercedes, tra l'altro ora fornitrice dei motori alla Brawn GP. Nella gara seguente (in Malesia) Button conquista addirittura un hat-trick: pole, giro più veloce e vittoria.

Il 15 aprile la FIA rigetta il ricorso contro le soluzioni tecniche adottate da Brawn GP (oltre che da Williams e Toyota). Le classifiche del gran premio della Malesia e di quello d'Australia vengono così definitivamente confermate[16][17].

Button conquista la terza vittoria stagionale in Bahrain, mentre Barrichello chiude ancora a punti, quinto [18]. Anche nelle gare seguenti, a Barcellona e Monte Carlo, weekend trionfali per la Brawn che conquista pole e vittoria con Button e secondo posto con Barrichello, col brasiliano che conquista il gpv in Spagna[19][20]. In Turchia Button conquista la quarta vittoria consecutiva, mentre Barrichello è costretto al primo ritiro della stagione per la scuderia.

La seconda parte della stagione è meno favorevole. La vettura conquista comunque con Rubens Barrichello la vittoria nel Gran Premio d'Europa [21] e nel Gran Premio d'Italia, gara in cui Jenson Button giunge secondo[22]. La monoposto permette a Button la conquista del mondiale piloti e alla scuderia la conquista del titolo costruttori al termine del Gran Premio del Brasile.[23]

Risultati F1[modifica | modifica wikitesto]

(Legenda) (I risultati in Grassetto indicano una pole position; i risultati in Corsivo indicano un giro più veloce)

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Europe.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
2009 Brawn GP Mercedes FO 108W 2.4 V8 B Regno Unito Button 1 1 3 1 1 1 1 6 5 7 7 Rit 2 5 8 5 3 172
Brasile Barrichello 2 5 4 5 2 2 Rit 3 6 10 1 7 1 6 7 8 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Button shakes down new Brawn car at Silverstone, formula1.com, 6 marzo 2009. URL consultato il 6 marzo 2009.
  2. ^ Brawn GP arrives, in GrandPrix.com, Inside F1, Inc., 6 marzo 2009. URL consultato il 24-03-09.
  3. ^ Brawn targets 'respectable' performance, autosport.com, 6 marzo 2009.
  4. ^ Brawn enjoy promising start to testing, in autosport.com, 9 febbraio 2009. URL consultato il 9 marzo 2009.
  5. ^ Barrichello shows surprise form [collegamento interrotto], su brawngp.com. URL consultato il 10 marzo 2009.
  6. ^ Button Shows Brawn's Pace at Barcelona (PDF), Brawn GP, 12 marzo 2009. URL consultato il 12 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2009).
  7. ^ Felipe Massa Q&A: Brawn threat is genuine, Formula One Website, 14 marzo 2009. URL consultato il 14 marzo 2009.
  8. ^ Barrichello keeps Brawn on top!, f1-live.com, 12 marzo 2009.
  9. ^ Brawn leads Testing again at Jerez (PDF), Brawn GP, 15 marzo 2009. URL consultato il 16 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2009).
  10. ^ Renault overturns Brawn pace (PDF), Brawn GP, 16 marzo 2009. URL consultato il 16 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2009).
  11. ^ Jenson back on top (PDF), Brawn GP, 18 marzo 2009. URL consultato il 18 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2009).
  12. ^ Official Complaint against Diffusers Archiviato il 30 marzo 2009 in Internet Archive.
  13. ^ BBC SPORT | Motorsport | Formula 1 | Date set for F1 diffuser appeal
  14. ^ Rosberg sets pace again Archiviato il 28 marzo 2009 in Internet Archive.|27-03-2009 ITV-F1.com]
  15. ^ Button heads all Brawn front row Archiviato il 29 marzo 2009 in Internet Archive.|2009-03-27|ITV-F1.com
  16. ^ Il tribunale rifiuta l'appello, it.f1-live.com, 15 aprile 2009. URL consultato il 15 aprile 2009.
  17. ^ La FIA rende nota la decisione sui diffusori, f1.gpupdate.net, 20 aprile 2009. URL consultato il 21 aprile 2009.
  18. ^ Ancora un successo di Button!, f1.gpupdate.net, 26 aprile 2009. URL consultato il 27 aprile 2009.
  19. ^ Doppietta Brawn, 4° successo per Button !, it.f1-live.com, 10 maggio 2009. URL consultato l'11 maggio 2009.
  20. ^ Button trionfa nel Principato, doppietta Brawn !, it.f1-live.com, 24 maggio 2009. URL consultato il 25 maggio 2009.
  21. ^ Vai Barrichello Questa è gioia! «Devo ringraziare Massa Mi ha aiutato a vincere», archiviostorico.gazzetta.it, 24 agosto 2009. URL consultato il 6 settembre 2009.
  22. ^ Doppietta Brawn a Monza !, it.f1-live.com, 13 settembre 2009. URL consultato il 14 settembre 2009.
  23. ^ Button Campione!, f1.gpupdate.net, 18 settembre 2009. URL consultato il 19 settembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1