Branko (ponte)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ponte di Branko
Бранков мост
Brankov most
Brankov-most-branko-bridge-hdr-atipiks.jpg
Localizzazione
StatoSerbia Serbia
CittàBelgrado
AttraversaSava
Coordinate44°48′53″N 20°26′54″E / 44.814722°N 20.448333°E44.814722; 20.448333Coordinate: 44°48′53″N 20°26′54″E / 44.814722°N 20.448333°E44.814722; 20.448333
Dati tecnici
Tipostradale
Realizzazione
Costruzione1957-1979
Mappa di localizzazione

Il ponte di Branko (in lingua serba Бранков мост, traslitterato Brankov most) è il secondo ponte per la sua lunghezza (dopo quello di Gazela) di Belgrado, la capitale della Serbia. Attraversa la Sava e collega il centro della città al comune di Novi Beograd.

Presentazione[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte è stato costruito nel 1957[1] in sostituzione del ponte Alexandre Ier, aperto alla circolazione il 16 dicembre 1934 e distrutto nel 1941[2].

Progettato come una strada veloce a tre vie, è effettivamente composto da due aperture separate, di cui la seconda è stata terminata nel 1979[3]. È lungo 450 metri e poggia su un telaio di acciaio in un unico pezzo, con una campata centrale di 261 m di lato e si estende su 81,5 m ciascuna. È percorso ogni giorno da circa 90.000 veicoli e gli ingorghi sono frequenti[4].

Il nome ufficiale del ponte, ai tempi della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia, era "ponte della fraternità e dell'unità" (Most bratstva i jedinstva), ma gli abitanti di Belgrado non hanno mai adottato questo nome. Fu soprannominato "ponte della via Branko" (con riferimento al poeta romantico serbo Branko Radičević) o ancora "ponte della Sava" ("Savski most"). Quando il poeta Branko Ćopić si suicida buttandosi dal ponte nel 1984, il nome di "ponte di Branko" ha iniziato a diffondersi senza che si sapesse con precisione a quale Branko si riferiva[5][6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SR) Arhiv : 16. decembar Archiviato il 3 luglio 2008 in Internet Archive., Danas, 16 dicembre 2003
  2. ^ Twentieth Century - Innovations in Belgrade (1930-1950) Archiviato il 18 gennaio 2008 in Internet Archive., sur le site Serbia-info.com
  3. ^ Branko's bridge Archiviato il 9 ottobre 2007 in Internet Archive., Mostprojekt company
  4. ^ Cevovod na Brankovom mostu Archiviato il 23 settembre 2007 in Internet Archive., Direkcija za građevinsko zemljište i izgradnju Beograda, 2 agosto 2006
  5. ^ (SR) Brankov most Archiviato il 16 novembre 2007 in Internet Archive.
  6. ^ (SR) Sporno ime mosta, Glas javnosti, 21 febbraio 2000

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]