Bibliografia sugli armoriali delle famiglie italiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Brafit)
Jump to navigation Jump to search

La bibliografia degli armoriali delle famiglie italiane raccoglie testi e siti web, seri ed affidabili, su armi e stemmi delle famiglie nobili e notabili italiane.
Questi stessi testi sono stati utilizzati per la compilazione delle varie voci che costituiscono l'Armoriale delle famiglie italiane.
Ogni documento è identificato da un codice univoco di quattro lettere.

  • AMDC: Alessandro Augusto Monti della Corte, Armerista bresciano, camuno, benacense e di Valsabbia, Brescia, Tipolitografia Geroldi, 1974.
  • ANNB: Annuario della Nobiltà Italiana, Teglio, S.A.G.I., 2006 - 2010.
  • ARCH: Giorgio Aldrighetti, Stemmi di cittadinanza delle antiche famiglie chioggiotte, su L'araldica gentilizia. URL consultato il 23 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  • ARCN: R. Albanese e S. Coates, Araldica cuneese, Cuneo, Società per gli studi storici, archeologici ed artistici della provincia di Cuneo, 1996.
  • ARMF: Dario R. Uva (a cura di), Araldica, su Molfetta.net. URL consultato il 1º marzo 2014 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2012).
  • ARSI: Araldica nel Palazzo Pubblico a Siena, Comune di Siena.
  • ASFI: Enrico Ceramelli Papiani, Raccolta Ceramelli Papiani, su Ceramelli Papiani, Archivio di Stato di Firenze, 2008.
  • ASGE: Archivio di Stato di Genova, manoscritto n. 169, sec. XVII
  • ASPN: Archivio di Stato di Pordenone, Genealogia Del Ben
  • ASPT: Archivio di Stato di Pistoia. Quadro stemmario: Armi E Cognomi Delle Famiglie Nobili Di Pistoia Che Anno Goduto Il Primo Grado Di Detta Città Che È Il Gonfaloniere Cavati Dalla Cancelleria E Priorista Della Medesima Città Registrati Qui Sotto Secondo L'Ordine Dell'Alfabeto Sec. XVII - IL Priorista di Pier Lorenzo Franchi, prima metà XVII sec., conservato presso lo stesso Archivio.
  • ASSI: Archivio di Stato di Siena, su archiviodistato.siena.it. Rev. Antonio Aurieri, Stemmi delle famiglie nobili senesi e forestiere, mss. A22 e A23, compilato nella prima metà del XIX sec.
  • ATHE: Diego Boassa, Athena noctua, su athenanoctua.com (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  • BCBG: Biblioteca Civica Berio, Genova, Odoardo Ganduccio, Origine delle case antiche nobili di Genova, voll. I e II, manoscritti XVII secolo, ms. IX.2.24-25 (stemmi a colori)
  • BEUA: Angelo Maria da Bologna, Araldo nel quale si vedono delineate e colorite le armi de' potentati e sovrani d'Europa, delle più conspicue d'Italia, varie di Francia, e Spagna con moltissime di famiglie ordinarie d'alcune città. arme di molte comunità e di molte religioni (PDF). Ospitato su Biblioteca estense universitaria.
  • BICC: L. Borgia, E. Carli, M. A. Ceppari, U. Morandi, Sinibaldi e C.Zarilli, Le Biccherne - Tavole dipinte delle Magistrature Senesi - Secoli XIII - XVIII, Roma, Ministero per i beni culturali e ambientali - Ufficio centrale per i beni archivistici, 1984.
  • BLBI: Luigi Borello e Mario Zucchi, Blasonario Biellese, Torino, Off. Graf. Pasquale Scarrone, 1929.
  • BLBO: Floriano Canetoli, Arme gentilizie di famiglie bolognesi, nobili, cittadinesche, e aggregate, Bologna, 1791-1795. Ospitato su Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio.
  • BLCL: Luciano Moricca Caputo, Blasonario delle piazze chiuse della Calabria: Catanzaro, Cosenza e Tropea, TropeaMagazine.
  • BLCR: Blasonario Cremonese, Cremona. URL consultato il 22 agosto 2015.
  • BLCW: Gioacchino Sassi, Blasone cesenate, Ed. on-line del 2004 presso la Biblioteca Malatestiana, 1789. URL consultato il 21 agosto 2015.
  • BLGI: Blasonario Generale Italiano, Firenze, Accademia Araldica Nobiliare Italiana, 2010.
  • BLSC: Vincenzo Palizzolo Gravina, Il blasone in Sicilia (ristampa anastatica), Forni Editore, 1972 [1871-1875].
  • BNDD: Domenico Bandini, Raccolta d'armi di Sarteano, inedito.
  • BSGN: (LA) Giuseppe Bisogni de Gatti, Hipponii, seu Vibonis Valentiae, vel Montisleonis, Ausoniae Civitatis accurata Historia, Napoli, 1710.
  • BVEN: Eugenio Morando di Costosa, Blasonario Veneto, Verona, 1985.
  • CAIS: Consiglio Araldico Italiano, Istituto Marchese V. Spreti
  • CAPP: Tito Cappugi (raccolta), Blasone o sia l'Armolario, contenente l'Armi Gentilizie delle Famiglie Toscane e delle Città, Terre e Castelli,..., ricavato da altro simile esistente nell'Archivio Segreto di S.A.R., Manoscritti Cappugi 623, inizio XVIII sec. (copia di uno dei primi anni del XVII sec.), presso Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
  • CASN: Biblioteca Casanatense
  • CIRR: Alfredo Cirri (frate Eusebio), Blasonario Fiorentino presso Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
  • CNDD: Berardo Candida Gonzaga, Memorie delle Famiglie Nobili delle Province meridionali d'Italia, Napoli, 1879.
  • CPLL: Carlo Felice Capello, Villalvernia, Chieri, Astesano, 1967.
  • CRNL: Vincenzo Maria Coronelli, Teatro della guerra: stato pontificio, Venezia, XVIII sec..
  • CROD: Giovanni Battista di Crollalanza, Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti (ristampa anastatica), Pisa, Forni Editore, 1965 [1886].
  • CROG: Giovanni Battista di Crollalanza, Giornale Araldico-Genealogico-Diplomatico, Bari, 1892.
  • CROL: Goffredo di Crollalanza, Enciclopedia araldico cavalleresca: Prontuario nobiliare, Pisa, 1876-1877.
  • CRRI: Eusebio Cirri, Necrologio Fiorentino, Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale.
  • DALE: Alfonso di Sanza d'Alena, Sito della famiglia d'Alena, su casadalena.it.
  • DOLF: Pompeo Scipione Dolfi, Cronologia di famiglie nobili di Bologna, Bologna, Giovanni Battista Ferroni, 1670.
  • EIGM: E.Igor Mineo, Nobiltà di Stato, Roma, Donzelli, 2001.
  • FBBG: Francesco Boni De Nobili, Blasonario della Garfagnana, Lucca, Comunità Montana della Garfagnana, 2007.
  • FDAM: Fra Don Andrea Minutolo, Memorie del Gran Priorato di Messina, Palermo, 1699.
  • FRAN: Agostino Fransone, Nobiltà di Genova (Genova, P.G. Calenzano e G.M. Farroni, 1636).
  • FRCL: Umberto Ferrari, Armerista calabrese, Bassano del Grappa, La Remondiniana Editrice, 1971.
  • GARI: (FR) Pierre-Robert Garino, Armorial du Comté de Nice, Familles et Communautés, Nice, Serre Éditeur, 2000, ISBN 978-2-86410-315-8.
  • GCCI: Antonio Gucci, Memorie della città di Cagli e dei suoi principi dominanti (manoscritto), Biblioteca Comunale di Cagli, 1650.
  • GHTT: Nicola Ghietti, Famiglie e personaggi della storia carmagnolese, Torino, Giuseppe Graziano Tipografo, 1980.
  • GDLA: Giovanni Dolcetti, Il libro d'argento delle famiglie venete (ristampa anastatica), Venezia, Forni Editore, 1998 [1922-28].
  • GLLI: Jacopo Gelli, Divise, motti, imprese di famiglie e personaggi italiani, Milano, Ulrico Hoepli Editore, 1928.
  • GLLP: Giuseppe Galluppi, Nobiliario della Città di Messina, Napoli, 1877.
  • GHVE: Delli gentilhuomini di secondo ordine in Vinetia, Venezia, 1511. Conservato presso la Biblioteca Nazionale Marciana (BNM), Cod. It. VII, 27 (=7761).
  • GLVN: Francesco Galvani, Storia delle famiglie illustri italiane (presso Ulisse Diligenti), Firenze, 1884.
  • GMBR: Ludovico Gambara, Le ville parmensi, Parma, La Nazionale, 1966.
  • GSCD: Francesco Guasco, Dizionario feudale degli antichi stati sardi e della Lombardia (dall'epoca carolingia ai nostri tempo, 774-1909), Pinerolo, Tipografia già Chiantore - Mascarelli, 1911. Conservato presso la Biblioteca della Società Storica Subalpina, voll. LIV-LVIII), 5 voll. con doppia numerazione delle pagine, singola e progressiva, per pp. compl. XVI, 2370.
  • GSCO: Francesco Guasco, Tavole genealogiche delle famiglie nobili alessandrine e monferrine, Casale, Ballatore Bosco, 1924-1945.
  • GUCA: Piero Guelfi Camaiani, Dizionario araldico, Milano, Editore Ulrico Hoepli, 1940.
  • JPPI: Armoriale Joppi, Biblioteca Civica di Udine.
  • KHIF: Stemmi delle famiglie fiorentine, delle chiese, degli ospedali e delle confraternite, Biblioteca del Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut.
  • LAVE: Eugenio Morando di Custoza, Libro d'arme di Venezia, Verona, 1979.
  • LEOM: Sito di araldica Leone marinato, su leonemarinato.it. URL consultato il 21 agosto 2015.
  • LOBS: Franz Von Lobstein, Settecento Calabrese, I, Fiorentino, 1973.
  • LONI: Libro d'Oro della nobiltà italiana, 2004-2010.
  • LORM: Giacomo Pietramellara, Il libro d'oro del Campidoglio I-II, ristampa anastatica dell'edizione del 1893 (vol. I) e del 1897 (vol. II), Bologna, Forni Editore, 1973.
    Giovanni Rust, Il libro d'oro della nobiltà romana, su Archivio Storico Capitolino, Comune di Roma, 2008. URL consultato il 6 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2017).
  • MANN: Antonio Manno, Il Patriziato subalpino. Notizie di fatto storiche, genealogiche, feudali ed araldiche desunte da documenti, Firenze, Civelli, 1895-1906. per la parte edita; i volumi contenenti le lettere C-Z sono restati manoscritti e poi, dattiloscritti in più copie, sono consultabili presso alcune delle principali biblioteche torinesi (tra le quali Reale, Nazionale e Civica). Quest'opera è, dagli inizi degli anni 2000, consultabile anche on line nel sito dell'associazione Vivant e in particolare all'Url:[1]
  • MFLC: Francesco Degli Abbati, Raccolta di armi gentilizie di diverse famiglie di Montefalco, 1795.
  • MIGL: Ferdinando Leopoldo Del Migliore, Priorista e zibaldone di araldica e genealogia, XVII secolo, presso Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
  • MLDI: Piero di Giovanni Monaldi, Historia delle Famiglie della Città di Fiorenza et della Nobiltà de Fiorentini scritta da Piero di Giovanni Monaldi, cittadino fiorentino. Al Serenissimo Ferdinando de Medici Terzo Gran Duca di Toscana, 1607, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
  • MNGO: Antonino Mango di Casalgerardo, Nobiliario di Sicilia, 2 volumi, ristampa anastatica dell'edizione del 1912 (vol. I) e del 1915 (vol. II), Bologna, Forni Editore, 1970. URL consultato il 22 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  • MOLA: Gustavo Mola di Nomaglio, Dizionario araldico valsusino, Susa, Segusium - Società di Ricerche e Studi Valsusini, 2007.
  • MOLF: Gustavo Mola di Nomaglio, Feudalità e blasoneria nello Stato sabaudo. La castellata di Settimo Vittone, XVI, Ivrea, Società Accademica di Storia ed Arte Canavesana, Studi e Documenti, 1992.
  • MOLN: Gustavo Mola di Nomaglio, Insegne gentilizie dei Birago a Torino. Memorie conservate, memorie perdute, in L'araldica dello scalpella - Atti del convegno, Torino, 27 novembre 2010.
  • MONT: Fabrizio di Montauto, Manuale di araldica, Firenze, Edizioni Polistampa, 1999.
  • MRZN: Giovan Battista Marzano, Genealogia della famiglia Cordopatri, Laureana di Borrello, 1914.
  • MTFL: Gaetano Montefuscoli, Imprese ovvero Stemme delle famiglie italiane, 4 volumi in 6 tomi, Napoli, 1780.
  • MZZL: Scipione Mazzella, Descrittione del Regno di Napoli, Napoli, 1586.
  • NBMC: Davide Shamà (a cura di), Catalogo delle famiglie nobili Macerata [collegamento interrotto], su sardimpex.it. tratto dal Diario maceratese ecclesiastico e civile per l’anno 1783, Macerata, 1782.
  • NBNA: Stemmario delle Famiglie nobili e notabili del Sud Italia, su nobili-napoletani.it.
  • NBSC: Famiglie nobili di Sicilia, su famiglie-nobili.com.
  • NBSD: Francesco Floris e Sergio Serra, Storia della nobiltà in Sardegna, Della torre, 2007, ISBN 88-7343-418-5.
  • NOYA: Edgardo Noya di Bitetto, Blasonario generale di Terra di Bari (ristampa anastatica), Mola di Bari, Forni Editore, 1981 [1912], ISBN 88-271-0416-X.
  • NRDN: L. Nardini, Raccolta di stemmi di famiglie patrizie che interessano la storia della Città di Urbino, Urbino, 1918. Ospitato su Biblioteca Universitaria di Urbino.
  • ORND: Cesare Orlandi, Delle città d'Italia e sue isole adiacenti, vol. IV, Perugia, Stamperia Camerale, 1778.
  • PGLD: Carlo Padiglione, Dizionario delle Famiglie nobili italiane o straniere portanti predicati di ex feudi napoletani e descrizione dei blasoni, Napoli.
  • PGLM: Carlo Padiglione, I motti delle famiglie italiane, Napoli, 1910.
  • PGLN: Carlo Padiglione, Trenta centurie di armi gentilizie (ristampa anastatica), Napoli, Forni Editore, 2001 [1914].
  • PIOV: Giancarlo Piovanelli, Stemmi e notizie di famiglie Valsabbine e del Benàco, Montichiari, Zanetto Editore, 2009.
  • PRTS: I casati del sud, su ilportaledelsud.org.
  • PSFR: Ferruccio Pasini Frassoni, Dizionario storico-araldico dell'antico Ducato di Ferrara, ristampa anastatica dell'edizione del 1914, Bologna, Forni Editore, 1997.
  • RAIT: Registro Araldico Italiano, Studio araldico Pasquini.
  • RIET: (FR) Johannes Rietstap, Armorial et ses compléments.
  • RTGL: Antonio Graziano Sorino e Lorenzo Longo de Bellis (a cura di), Araldica Rutigliano, su araldicarutigliano.xoom.it.
  • RVRL: (ES) Don Juan de Rivarola, Monarquía Española, Madrid, 1736.
  • SCRF: Angelo M. G. Scorza, Le famiglie nobili genovesi, Genova, 1924.
  • SCRZ: Angelo M. G. Scorza, Enciclopedia araldica italiana, Genova, 1973.
  • SISA: Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, su siusa.archivi.beniculturali.it.
  • SMDS: San Martino De Spucches, La storia dei feudi e titoli nobiliari di Sicilia dalle origini ai nostri giorni, Palermo, Boccone del Povero, 1923.
  • SPRE: Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, 1928-1936.
  • STAH: Carlo Maspoli, Stemmario Archinto - Blasonature, Milano, Edizioni Orsini de Maro, 2013, ISBN 978-88-7531-042-4.
  • STBB: Stemmi e gonfaloni dei comuni e delle famiglie della Valle Brembana, su valbrembana.org.
  • STBV: Stemmario della casa reale di Baviera nella Bayerischen Staatsbibliothek, su muenchener-digitalisierungszentrum.de. (inserire Insignia nel campo Title)
  • STOV: Enrico Ottonello, Gli stemmi di cittadinanza della magnifica comunità di Ovada, Ovada, Accademia Urbense, 2005.
  • STPT: Giovanni Mazzei, Stemmi ed insegne pistoiesi con note e notizie storiche, Pistoia, Litografia Bindo Fedi, 1907, ISBN 978-88-7531-010-3.
  • STVS: Stemmario vesuviano, Centro studi archeologici di Boscoreale, Boscotrecase e Trecase.
  • SUBL: Blasonario delle famiglie subalpine, su blasonariosubalpino.it.
  • TEAR: Leone Tettoni e Francesco Saladini, Teatro araldico, ovvero raccolta generale delle armi ed insegne gentilizie delle più illustri e nobili casate che esisterono un tempo e che tuttora fioriscono in tutta l'Italia. Illustrate con relative genealogiche-storiche nozioni, 8 vol. + 1 appendice, Lodi e Milano, 1841 - 1851.
  • TPIX: Tomba del beato Pio IX, Basilica di San Lorenzo fuori le mura, Roma. Stemmi riportati sui muri della sala, di tutti i Gentiluomini benemeriti verso il Papa e la Chiesa.
  • TRVZ: Carlo Maspoli (a cura di), Stemmario Trivulziano, Milano, Edizioni Orsini de Marzo, 2000, ISBN 88-900452-0-5.
  • UNFE: Biblioteca Estense Universitaria (BEU), Insegne araldiche, su bibliotecaestense.beniculturali.it, 2007. URL consultato il 22 agosto 2015.
  • VVCH: Renzo de' Vidovich, Albo d'Oro delle famiglie nobili patrizie e illustri nel Regno di Dalmazia, Trieste, 2004.
  • ZNBI: Giacomo Zenobi Bandino, Simbolica e forme del potere in antico regime. Il libro d'oro della città di Montalto, Quattroventi, 1988, ISBN 978-88-392-0073-0.