Brčko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'unità amministrativa, vedi Distretto di Brčko.
Brčko
città
Брчко
Brčko – Veduta
Localizzazione
StatoBosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
EntitàNon presente
Cantone o regioneDistretto di Brčko
Amministrazione
SindacoSiniša Milić (SNSD)
Territorio
Coordinate44°52′12″N 18°48′36″E / 44.87°N 18.81°E44.87; 18.81 (Brčko)Coordinate: 44°52′12″N 18°48′36″E / 44.87°N 18.81°E44.87; 18.81 (Brčko)
Altitudine275 m s.l.m.
Superficie283 km²
Abitanti43 007 (Censimento 2013)
Densità151,97 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale76100
Prefisso+387 49
Fuso orarioUTC+1
Targa
Cartografia
Mappa di localizzazione: Bosnia ed Erzegovina
Brčko
Brčko
Brčko – Mappa
Sito istituzionale

Brčko (cirillico serbo: Брчко) è una città nel nord-est della Bosnia ed Erzegovina con circa 43.000 abitanti.

Brčko è la sede del Distretto di Brčko, un'unità indipendente di autogoverno locale creata sui territori della Repubblica Serba e della Federazione di Bosnia ed Erzegovina come conseguenza di un processo di arbitraggio. Il processo è visto come una violazione degli Accordi di pace di Dayton, perché crea il distretto mentre potrebbe soltanto decidere in riferimento alla parte della Linea di Confine Inter-Entità (IEBL, Inter-Entity Boundary Line) in disputa, conosciuta anche come Zona di Separazione (ZOS, Zone Of Separation). L'amministrazione locale è supportata dalla supervisione della comunità internazionale, guidata da Susan Johnson (USA).

Nel 1996 le Implementation Forces (IFOR), guidate dagli USA, costruirono la base McGovern nei sobborghi della città, all'interno della ZOS. Lo scopo era quello di eseguire operazioni di peacekeeping, in particolare negli scontri tra i musulmani di Gornji Rahić e i serbi di Brčko. I motivi di tensione erano principalmente causati da proprietà contese all'interno della ZOS, che entrambi i gruppi dichiaravano loro. In alcuni casi i musulmani, dopo aver ricostruito le proprietà reclamate, trovarono le loro case nuovamente distrutte da esplosioni notturne. I principali sospettati furono i serbi, sia per le continue ostilità post-belliche, sia per il fatto che le esplosioni furono spesso a gruppi di 3, il che era un gesto rituale dei serbi, conosciuto come trojka.

Brčko ha il più grande porto della Bosnia ed Erzegovina, sul fiume Sava. È anche la sede di una facoltà di economia e di un importante festival teatrale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN168248899