Bozza:Storia del Shamrock Rovers F.C.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Shamrock Rovers Football Club è una società calcistica di Dublino, Repubblica d'Irlanda. Fondato a Ringsend, un quartiere a sud di Dublino, la capitale dell'Irlanda. L'anno di fondazione dello Shamroch Rovers Football Club può essere tra il 1899 e il 1901. Tra il 1926 e il 1987 il club ha giocato a Glenmalure Park, Milltown . Lo Shamrock Rovers FC è la squadra di calcio di maggior successo d' Irlanda, avendo vinto la League of Ireland un record di 18 volte, di cui quattro di fila negli anni '80, insieme alla FAI Cup, un record di 24 volte, di cui sei volte di fila negli anni '60. [1] Fu anche il primo club irlandese a partecipare a una competizione europea, giocando la Coppa dei Campioni nel 1957. [2] Lo Shamrock Rovers fu anche una delle squadre europee di club che trascorse la stagione 1967 negli Stati Uniti per fondare la United Soccer Association, che rappresentava Boston come Boston Rovers .

Lo Shamrock Rovers FC ha fornito più giocatori alla nazionale di calcio della Repubblica d'Irlanda (62) rispetto a qualsiasi altro club. Famosi giocatori che hanno giocato per il club includono: Paddy Moore, Jimmy Dunne, Paddy Coad, Jackie Jameson, Frank O'Neill, John Giles, Mick Leech, Pat Dunne, Noel Synnott, Jim Beglin, Paddy Mulligan, Johnny Fullam, Mick Smyth, Liam O'Brien e Eamon Dunphy . Anche il nazionale irlandese di rugby Tony Ward ha giocato per il club per un periodo negli anni '70. Prima degli anni '70, lo Shamrock Rovers FC era ben supportato, attirando regolarmente oltre 20.000 persone a Glenmalure Park e fino a 45.000 per le finali di Coppa e le partite europee al Dalymount Park . Lo Shamrock Rovers ha trascorso 22 anni, dal 1987 al 2009, come club per senzatetto durante i quali ha avuto gravi problemi finanziari ed è entrato nell'Examinership .

Fondazione e storia antica[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione di Shamrock Rovers è contestata tra i sostenitori del club. Non esiste documentazione ufficiale dell'epoca. La prima menzione conosciuta del club negli archivi dei giornali presso la National Library of Ireland risale al 1899 e un articolo nel programma del club del 28 dicembre 1941 afferma che il club è stato fondato in quest'anno. [3] Questa tesi è supportata anche dalla testimonianza di alcuni parenti di ex presidenti e membri del comitato. [4] Le uniche due certezze sulle origini del club in relazione all'anno di formazione sono il fatto che i Rovers hanno giocato solo amichevoli per i primi due anni della loro esistenza e il club si è iscritto alla Leinster Football Association nel 1901. In sostanza, la disputa è se i due anni di amichevoli siano stati giocati prima o dopo l'iscrizione alla LFA. Per tutti gli anni '70 e '80, la data 1899 è stata scritta sui cancelli del Glenmalure Park, ma dagli anni '90 il 1901 è stato adottato come anno di fondazione dai vari regimi che hanno gestito il club. [5]

Lo Shamrock Rovers FC è originario di Ringsend, un quartiere a sud di Dublino . [6] Il club è stato costituito in una riunione tenutasi al n. 4 Irishtown Road, casa di Lar Byrne, il primo segretario degli Shamrock Rovers. È stata l'idea dei fratelli John e Michael James Gregg di formare il club e insieme a William Maguire, 'Mikey' Caulfield, 'Granda' Gaffney, Archie Murphy, John Fullam, William Saunders e altri sconosciuti, hanno formato il comitato inaugurale. [7] Larry Fitzpatrick, un pescatore di Ringsend spesso accreditato come fondatore del club nel 1899, fu anche attivamente coinvolto nella formazione del club e fece parte dei primi comitati. Il nome del club deriva da Shamrock Avenue a Ringsend, dove furono messe in sicurezza le prime sale del club. [8] Nel settembre 1906, dopo alcune stagioni di attività, i Rovers si ritirò dalla First Division della Leinster Senior League. In una riunione nel 1914 lo Shamrock Rovers FC è risorto, giocando partite al Ringsend Park, ma nel giro di due anni il parco non è più disponibile. Il club si sciolse e giocò solo amichevoli per i successivi cinque anni. Dopo due brevi periodi di esistenza, fu la terza volta fortunata per lo Shamrock Rovers quando il club si riformò e si unì alla Leinster Junior League nel 1920/21. Non avrebbero mai dovuto guardarsi indietro. Dopo aver trascorso solo un anno nella Junior League, uno sviluppo inaspettato ha offerto ai Rovers una rapida promozione nella Leinster Senior League. La famigerata divisione tra Nord e Sud ha visto la formazione della Football Association of Ireland e della League of Ireland. Non essendo un club senior, i Rovers non sarebbero stati in grado di candidarsi per il nuovo campionato, ma non passò molto tempo prima che prendessero il loro posto al tavolo principale del calcio irlandese. Il club di Ringsend ha valso la stagione 1921/22, vincendo la Leinster Senior League ed eliminando avversari più senior, inclusi i più affermati Bohemians, per arrivare alla finale della FAI Cup. Hanno fallito all'ultimo ostacolo quando hanno perso contro St. James's Gate in un replay della finale, ma con l'intera Dublino che si è svegliata con Shamrock Rovers il club era considerato una scommessa sicura per ottenere l'adesione alla League of Ireland per la stagione 1922/23. Il comitato decise di presentare la domanda e il 17 agosto 1922 fu confermato che avevano avuto successo. Con poco tempo per organizzarsi per quella che sarebbe stata la loro sfida più grande fino ad ora, uno dei primi problemi da superare è stato quello di trovare una casa. Si è presentata l'opportunità di affittare un terreno in Milltown Road, nella contea di Dublino, e sebbene questo potesse sembrare un viaggio lontano per i loro seguaci, in realtà non avevano altra scelta. Nel giro di un anno la terra passò di proprietà da Mary Anne O'Neill alla Società dei Gesuiti e così iniziò un'associazione tra inquilino e proprietario che sarebbe durata fino al 1987. Il comitato decise di presentare la domanda e il 17 agosto 1922 fu confermato che avevano avuto successo. Con poco tempo per organizzarsi per quella che sarebbe stata la loro più grande sfida finora, uno dei primi problemi da superare è stato quello di trovare una casa. Si è presentata l'opportunità di affittare un terreno in Milltown Road, nella contea di Dublino, e sebbene questo potesse sembrare un viaggio lontano per i loro seguaci, in realtà non avevano altra scelta. Nel giro di un anno la terra passò di proprietà da Mary Anne O'Neill alla Società dei Gesuiti e così iniziò un'associazione tra inquilino e proprietario che sarebbe durata fino al 1987. Con quella prima storica e fortunata stagione fuori mano le cose cominciarono a sistemarsi un po'. La perdita di John Joe Flood e Bob Fullam a Leeds United ha indebolito la squadra, ma il ritorno del duo per la stagione 1924/25 è stato quello di vedere più storia fatta mentre i Rovers hanno continuato a vincere non solo il loro secondo scudetto ma anche il FAI Cup, League of Ireland Shield e Leinster Senior Cup. Questa è stata la stagione in cui le famose "Quattro F" si sono unite nella linea di attacco. Bob Fullam, Billy "Juicy" Farrell, John Joe Flood e John "Kruger" Fagan erano i giocatori che componevano il quartetto. I Rovers hanno attraversato l'intera campagna di campionato avendo ottenuto l'onore di non aver subito una sola sconfitta.

Il club era diventato troppo grande per il terreno di Milltown e si resero necessari grandi cambiamenti. Per fortuna, non hanno dovuto lasciare il sito su Milltown Road che era diventato casa. Si trasferirono in un pezzo di terra accanto al campo su cui avevano giocato e iniziò lo sviluppo di quello che sarebbe diventato noto come Glenmalure Park. La prima partita nel nuovo campo fu giocata contro i nuovi membri della lega Dundalk l'11 settembre 1926 con l'apertura ufficiale con un'amichevole contro il Belfast Celtic che si tenne il 19 settembre. La partita contro il Dundalk ha portato a un pareggio per 3-3.

Un altro pezzo significativo della storia si è verificato l'8 gennaio 1927 quando la squadra è apparsa indossando i cerchi per la prima volta. Le strisce erano state ufficialmente scartate per sempre. L'occasione era una partita del primo turno contro i Bray Unknowns e mentre la nuova attrezzatura sembrava senza dubbio impressionante, il risultato non è andato come il club di Milltown con Unknowns che ha vinto la partita 3-0.

Nella stagione 1928-1929 doveva essere significativo sia dentro che fuori dal campo. Bob Fullam è tornato a Milltown ancora una volta dopo aver giocato a calcio negli Stati Uniti. Le strutture di Milltown sono state ulteriormente migliorate con l'apertura della tribuna principale e il terreno ha iniziato ad assumere l'aspetto di un vero stadio di calcio. Il primo incontro in assoluto tra Rovers e Bohs nella finale della FAI Cup si è svolto il 18 marzo quando le squadre si sono incontrate in un pareggio senza reti al Dalymount Park. Gli Hoops hanno vinto il replay allo Shelbourne Park e anche se di certo non lo sapevano, questo sarebbe stato l'inizio di una grande serie di successi della FAI Cup. [9]Durante gli anni '30, il club vinse altri tre scudetti e cinque coppe FAI davanti a una folla di fino a 30.000 persone a Milltown [10] con leggendari nazionali irlandesi, Paddy Moore [11] e Jimmy Dunne che giocarono ruoli chiave nel successo di il club. Nel 1949, i Rovers si affermarono come la squadra di calcio di maggior successo d'Irlanda, vincendo quarantaquattro trofei importanti: sei titoli della League of Ireland, undici FAI Cup, sette League of Ireland Shields, sei Leinster Senior Cup, due Dublin City Cup, quattro Inter-City Coppe e otto Coppe del Presidente LFA . [1] Lo scudetto continuò a sfuggire agli Shamrock Rovers, ma ulteriori successi nella FAI Cup arrivarono nelle stagioni 1929/30 e 1930/31 quando gli Hoops batterono il loro stesso record. Una partita memorabile del 1930/31 è stata l'apertura del campionato al Milltown quando i Rovers hanno battuto Jacobs 7-0. David "Babby" Byrne ne ha ottenuti quattro quel giorno, ma anche tra i marcatori c'era un Paddy Moore che si sarebbe guadagnato l'onore di essere conosciuto come uno dei giocatori più abili di sempre ad aver onorato la League of Ireland. La stagione 1931/32 doveva essere una stagione particolarmente memorabile. L'ex giocatore dello Sheffield United Vincent Matthews doveva capitanare gli Hoops in una tripletta di campionato, Coppa e Scudo. Un altro acquisto significativo in quella stagione è stato il portiere Mick McCarthy. La FAI Cup è stata vinta per la quinta volta nel 1933, un record che solo gli stessi Hoops hanno finora battuto.

La metà degli anni '30 si rivelò un periodo cupo per gli Shamrock Rovers per gli standard che il club si era prefissato. La FAI Cup fu vinta nel 1936 quando i Rovers sconfissero il Cork in finale. La partenza del lungo in servizio William "Sacky" Glen avrebbe visto finalmente finire il legame finale con quella grande squadra degli anni '20. Fuori dal campo ci sono stati grandi cambiamenti al club di Milltown quando la famiglia Cunningham ha preso il controllo del club. Joe Cunningham e sua moglie Mary Jane avrebbero continuato a governare il posatoio a livello di consiglio di amministrazione per quasi quattro decenni.

Una nuova era in campo doveva iniziare verso la fine del decennio. I Cunningham hanno messo a segno un grande colpo convincendo Jimmy Dunne a tornare a Milltown. Dunne era stato un giocatore marginale della prima squadra quando lasciò il club nel 1925 per unirsi al New Brighton. Ha continuato a diventare uno dei migliori attaccanti della lega inglese giocando con i colori di Sheffield United, Arsenal e Southampton. Dunne era anche un nazionale irlandese. È stato nominato giocatore/allenatore da Shamrock Rovers e la sua influenza ha avuto un effetto immediato. Sotto la guida di Dunne, il club vinse due campionati consecutivi nel 1937/38 e 1938/39. Anche lo Shield e la Leinster Senior Cup furono vinti nel 1937/38, ma ci sarebbe stato meno successo nel riportare la FAI Cup a Milltown.

Colts di Coad[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 1949, in seguito alla morte di Jimmy Dunne, [12] [13] Paddy Coad accettò a malincuore la carica di giocatore-allenatore avendo giocato con il club per quasi otto anni, periodo in cui si era affermato come uno dei migliori giocatori nella Lega d'Irlanda. [14] [15] Coad ha optato per una politica giovanile radicale e nel corso dei suoi primi tre anni in carica, ha firmato praticamente l'intera squadra internazionale dello scolaro al Rovers. [16] Ha impiegato metodi di allenamento rivoluzionari con particolare enfasi sull'abilità tecnica e sul possesso che hanno portato a uno stile di calcio veloce e di passaggio che ha contribuito in modo significativo allo sviluppo del gioco in Irlanda. [17] Nel 1954, il club vinse il campionato d'Irlanda per la prima volta in quindici anni, mentre Paddy Ambrose terminò la stagione come capocannoniere della squadra. [18] Guidata da giocatori come Liam Tuohy e lo stesso Coad, la squadra conosciuta come Coad's Colts ha vinto altri due campionati e due FAI Cup, concludendo l' era d'oro del calcio irlandese come una delle sue squadre di maggior successo. [19]

Sei di fila[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la partenza di Coad nel 1960 e una stagione senza successo sotto Albie Murphy, Seán Thomas ha assunto il ruolo di ricostruire la squadra dei Rovers che aveva sofferto dello scioglimento dei Colts di Coad. Paddy Ambrose e Ronnie Nolan erano rimasti con il club e sono stati raggiunti da una vasta selezione di acquisti tra cui internazionali irlandesi, Frank O'Neill e Johnny Fullam . [8] La decisione di Liam Tuohy di tornare al club come capitano, dopo quattro anni di successi al Newcastle United, ha visto di fatto il completamento della squadra di Thomas. Il club vinse tutti i titoli nazionali tranne la Top Four nella stagione 1963-64 e fu sconfitto di misura dai detentori ed eventuali finalisti, il Valencia, nella Coppa delle Fiere . Thomas, tuttavia, lasciò gli Hoops alla fine della stagione a seguito di una disputa con i Cunninghams (i proprietari) sulla selezione della squadra. [20] Liam Tuohy ha assunto la carica di allenatore-giocatore e ha guidato il club ad altre cinque Coppe FAI in successione, completando una serie di sei, [21] inclusa una sconfitta per 3-0 dei campioni della League of Ireland, Waterford nel 1968, davanti a 40.000 persone al Dalymount Park . [22] [23] L'estate del 1967 fu trascorsa negli Stati Uniti, partecipando alla fondazione della United Soccer Association, dove i Rovers rappresentavano Boston come Boston Rovers . La stagione 1968-69 ha visto Mick Leech segnare un totale di 56 gol per il club, di cui due nell'ultima finale di Coppa FAI del periodo Six in a Row, contro il Cork Celtic . [22]

Declino[modifica | modifica wikitesto]

La sconfitta degli Hoops contro Shelbourne al primo turno della FAI Cup nel 1970, la loro prima sconfitta in 32 partite di Coppa in sette anni, [24] segnò l'inizio del declino delle fortune del club. Nonostante abbia perso di poco il titolo di campionato nella stagione 1970-71 in circostanze controverse, [25] i successivi dodici anni si sono rivelati un disastro per il club sia dentro che fuori dal campo. Il 25 aprile 1971, i Rovers incontrarono i Cork Hibs a Dalymount in uno spareggio di campionato seguito da 28.000 persone. [26] Il loro accumulo pre-partita è stato gettato nel caos quando giocatori e direttori si sono scontrati per i bonus di vittoria. [27] Gli Hibs hanno vinto lo spareggio 3-1. [28] La stagione successiva, i Cunningham, ora sotto il controllo dei figli Arthur e Des, vendettero il club a tre fratelli di Dublino: Paddy, Barton e Louis Kilcoyne. I Kilcoynes hanno assistito a decenni di grandi presenze alle partite di calcio irlandesi e hanno cercato di rilevare il club principalmente per motivi di lavoro. Tuttavia, nell'arco di cinque anni, le grandi folle scomparvero dagli stadi di calcio irlandesi e si combinarono con la scomparsa di Drumcondra e Cork Hibs, il declino delle fortune di un certo numero di top club e la mancanza di azione da parte della FAI, la League of L'Irlanda era precipitata in un drastico declino. [29] Di fronte alla diminuzione delle presenze, i Kilcoynes decisero di far morire di fame il club e svenderono i giocatori senior che furono sostituiti da calciatori junior. Durante una tournée in Giappone nel 1975, la giovane squadra di Mick Meagans /Theo Dunne sconfisse la nazionale giapponese per 3-2 davanti a 60.000 spettatori allo Stadio Olimpico, [30] [31] ma quella vittoria fu il momento clou di una stagione che vide la squadra finisce in fondo alla classifica e fa nuovamente domanda per l'ammissione alla League of Ireland. [32]

Nel 1976, Mick Meagan e Theo Dunne si dimisero dal club e furono sostituiti da Seán Thomas, l'architetto dei Six in a Row che, con risorse limitate, rifirmò Johnny Fullam e Mick Leech, [33] così come John Conway dei bohémien . Il Rovers terminò la stagione 1976-1977 in undicesima posizione, ma vinse l'unica Coppa di Lega d'Irlanda del club, [34] con il 250esimo gol in carriera di Leech che dimostrò la differenza contro lo Sligo . Nel luglio 1977, il giocatore-allenatore della nazionale irlandese John Giles tornò a Dublino per ricoprire lo stesso ruolo al Rovers. [35] I Kilcoynes attuarono una politica a tempo pieno e svelarono piani per ricostruire Glenmalure Park come uno stadio da 50.000 posti, oltre a trasformare il club in una scuola di eccellenza per il calcio irlandese, [36] grado di sfidare gli onori europei. [35] Giles ha firmato internazionali irlandesi, Ray Treacy, Eamon Dunphy e Paddy Mulligan per completare la formazione giovanile. Nella sua prima stagione in carica, il club ha vinto la sua 21a Coppa FAI, sconfiggendo lo Sligo in una controversa finale, [37] ma nonostante quel successo e le entusiasmanti vittorie nelle competizioni europee contro Apoel Nicosia e Fram Reykjavík, [38] l'approccio conservatore di Giles basato sul possesso di calcio si è rivelato infruttuoso e il 3 febbraio 1983, si è dimesso.

Quattro di fila[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 1983, Jim McLaughlin sostituì Noel Campbell come manager dei Rovers, dopo un periodo di successi al Dundalk . [39]  ] Louis Kilcoyne ha messo i soldi a disposizione di McLaughlin che ha risposto vendendo e rilasciando quasi l'intera squadra che aveva ereditato dall'era di Giles, incluso il preferito dei fan, Alan O'Neill, [40] pur mantenendo i servizi di Liam Buckley, Harry Kenny, Alan Campbell e Peter Eccles . Kilcoyne ha portato in quella che era effettivamente una League of Ireland XI che includeva Jody Byrne e Noel King da Dundalk, Mick Neville da Drogheda, il trio di Eviston, Brady e O'Brien da Bohemians, e Anto Whelan e Neville Steedman da Manchester United e Thurles città . [41] Il 1º aprile 1984, il club conquistò il primo titolo della League of Ireland in 20 anni con una sconfitta per 3-1 sullo Shelbourne e 14 giorni dopo contro il Limerick al Glenmalure Park, centrocampista e capitano, Pat Byrne ricevette il trofeo. Dopo quel successo, i due attaccanti del club, Campbell e Buckley, furono trasferiti al Racing de Santander e al KSV Waregem . [42] McLaughlin li sostituì con Mick Byrne e Noel Larkin e la coppia si dimostrò vincente mentre il club vinceva altri tre titoli di campionato e tre coppe FAI, con Byrne che ha terminato l'ultima stagione del periodo di quattro di fila come capocannoniere della lega. [43] Dermot Keely è riuscito e ha giocato per il club quell'anno dopo la decisione di McLaughlin di trasferirsi a Derry City . [44] [45] Gli Hoops vinsero 74 partite di campionato su 100 dall'agosto 1983 all'aprile 1987, perdendone solo 11. [46]

Gli anni dei senzatetto[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo aver vinto il titolo della 14a lega, Louis Kilcoyne annunciò che i Kilcoynes stavano vendendo Glenmalure Park, che avevano recentemente acquistato dai Gesuiti . [47] La squadra ha giocato l'intera stagione 1987-1988 in un Tolka Park quasi vuoto a seguito di un boicottaggio richiesto dallo Shamrock Rovers Supporters Club e KRAM (Keep Rovers at Milltown), [47] che è stato osservato dalla stragrande maggioranza degli Hoops fan. [48] Dopo il completamento della stagione di boicottaggio a Tolka, i Kilcoynes hanno venduto la squadra di calcio all'uomo d'affari di Dublino, John McNamara, che ha avanzato una proposta controversa per trasferirsi con i Bohemians al Dalymount Park . KRAM si è riunita per votare se revocare il boicottaggio e sulla proposta di trasferirsi a Dalymount. Entrambe le mozioni furono approvate e il club trascorse le successive due stagioni al Phibsboro, con una squadra irriconoscibile che giocava di fronte a poche presenze. [49]

Alla fine della stagione 1989-1990, il club annunciò che si sarebbe trasferito alla RDS Arena di Ballsbridge, situata a metà strada tra Ringsend e Milltown nel Southside di Dublino. Il 30 settembre 1990, l'RDS ospitò gli Shamrock Rovers contro il St. Patrick's Athletic, davanti a 22.000 persone. [50] L'apparecchio ha iniziato un periodo di sei anni presso la sede che includeva una stagione vincente del campionato nel 1993-94. [51] Ray Treacy ha gestito la squadra vincitrice del campionato che includeva Paul Osam, Gino Brazil, John Toal, Alan Byrne e Stephen Geoghegan, che ha concluso la stagione come capocannoniere. [43] La stagione successiva, un certo numero di giocatori chiave sono stati rilasciati mentre Treacy e McNamara hanno imposto un budget limitato e hanno deciso di ricostruire la squadra con giovani giocatori. La squadra ha iniziato la stagione con una pesante sconfitta contro Górnik Zabrze nella Coppa UEFA 1994-1995 e ha lottato per raggiungere una posizione di metà classifica. Iniziarono male la stagione 1995-1996 e alla fine di quella stagione, dopo quasi due anni di crescente scontento dei tifosi per la gestione del club, [52] Treacy si dimise, con McNamara che lo seguì poco dopo. Uno degli atti finali di McNamara è stato quello di nominare Alan O'Neill e Terry Eviston, che erano entrambi tornati al club nel 1993, come co-allenatore della squadra. Sono riusciti a rimuovere la minaccia della retrocessione e hanno quasi guidato la squadra alla qualificazione europea. [53]

Lunga strada per Tallaght[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della stagione 1995-1996, John McNamara vendette il club alla Premier Computers, guidata da Alan McGrath. [54] McGrath ha presentato un piano per costruire uno stadio all'avanguardia nel sobborgo sud-ovest di Dublino di Tallaght [55] e ha assunto Pat Byrne come direttore commerciale. Tuttavia, dopo un paio di settimane e una sconfitta nella prima partita della stagione, O'Neill è stato esonerato, mentre Eviston si è dimesso per solidarietà. [56] Byrne è stato nominato ancora una volta allenatore della squadra che giocava al Tolka Park, e hanno lottato per tutta la stagione con il capocannoniere della Lega, Tony Cousins, che ha svolto un ruolo di primo piano nell'evitare la retrocessione. [57] Nel maggio 1997, Alan McGrath si è dimesso da presidente del club ed è stato sostituito da Brian Kearney, anche lui della Premier Computers, che è riuscito ad acquisire il permesso di costruire per il nuovo stadio nel gennaio 1998. [58] Tuttavia, il permesso è stato ritardato da obiezioni fino al novembre 1998, quando Joe Colwell aveva sostituito Kearney come presidente e ha posto fine al coinvolgimento di Premier Computers con il club. [59] In campo, Mick Byrne ha guidato i Rovers a un posto nella Coppa Intertoto nel 1997-98 e all'ottavo posto, la stagione successiva. [60] Byrne è stato sostituito da Damien Richardson, che ha gestito il club durante la sua permanenza al Morton Stadium prima del suo licenziamento nell'aprile 2002, dopo un disaccordo con Colwell. [61] A quel tempo, nel sito di Tallaght si trovava un guscio semicostruito di uno stadio; Mulden International Ltd, reclutata da Colwell per completare il progetto, si era ritirata dalla costruzione dello stadio. Lo affittarono a una società separata, trasferendo la responsabilità, e si concentrarono su quattro acri che avevano trattenuto per se stessi.

Esame e sopravvivenza[modifica | modifica wikitesto]

Tony Maguire ha sostituito Colwell come presidente e ha iniziato la ricerca di potenziali investitori. Nella sua prima stagione da allenatore, Liam Buckley ha guidato il club alla finale della FAI Cup e alla qualificazione europea, poiché la squadra ha giocato a Richmond Park . [62] [63] La stagione 2003 è stata caratterizzata dal peggioramento delle finanze del club come un accordo con un potenziale investitore, Conor Clarkson è stato trattenuto dalla riluttanza di Mulden a vendere la loro terra. Dopo aver richiesto con successo un'estensione della pianificazione di un anno nell'ottobre 2003, il club ha richiesto un'ulteriore estensione pochi mesi dopo la partenza di Buckley nel settembre 2004. [64] L'SDCC ha rifiutato la domanda, ma ha chiarito la propria posizione confermando l'intenzione di costruire lo stadio in partnership con il club, una volta risolta la questione della proprietà. [65] [66] I fiduciari del 400 Club ( gruppo di sostenitori ) hanno informato il consiglio di amministrazione che non erano più disposti a finanziare la loro proprietà di Shamrock Rovers.

Di fronte alla scelta di rimanere con Clarkson, i cui piani sono stati annullati dalla decisione dell'SDCC, o di collaborare con il consiglio, Maguire ha scelto il primo e con il finanziamento di Mulden ha avviato un riesame giudiziario della decisione dell'Alta Corte. [67] [68] La revisione fallì e l'11 aprile 2005, a fronte di debiti per oltre due milioni di euro, il club entrò in esame . [69] Il 400 Club ha accettato di finanziare completamente il club durante il processo. [70] Il 5 maggio 2005 Tony Maguire si è dimesso su richiesta della FAI, che aveva scoperto che il club aveva presentato i propri conti del 2003 nella domanda di licenza per la stagione 2005. [71] Ciò ha provocato una detrazione di punti e la successiva retrocessione sotto Roddy Collins . [72] [73] L'esaminatore si concluse nel luglio 2005 con l'esaminatore che accettò l'offerta del 400 Club per gli Shamrock Rovers, [74] salvando il club dall'estinzione, [75] e il club di proprietà dei tifosi ottenne la promozione al primo tentativo nel 2006 sotto Pat Scully . [76] Le stagioni 2007 e 2008 al Tolka Park sono state di grandi risultati e stabilità, [77]  ma l'evento principale del periodo fu la ripresa dei lavori sullo stadio dopo oltre due anni di controversie legali tra il consiglio e Thomas Davis CLG . [78]

La stagione 2009 si è rivelata progressiva per il club, iniziata con il completamento dello stadio e terminata con un secondo posto e la qualificazione all'Europa League sotto la guida di Michael O'Neill . Il Tallaght Stadium ha ospitato le presenze più alte della League of Ireland, registrando regolarmente il tutto esaurito. [79] La stagione è stata segnata anche dalla visita del Real Madrid al Tallaght Stadium, dove ha sconfitto i The Hoops 1-0 davanti a un record di presenze di 10.900 persone. [80]

Dal 2010 al 2019[modifica | modifica wikitesto]

Il Tallaght Stadium ha ospitato la sua prima partita in una competizione europea per club quando il Rovers ha pareggiato 1-1 con l' israeliano Bnei Yehuda nell'Europa League 2010-11 . [81] [82] La squadra è passata al terzo turno di qualificazione contro la Juventus sconfiggendo il Bnei Yehuda 1-0 nella partita di ritorno in Israele. [83] [84] [85] La squadra italiana ha vinto l'andata 2-0 a Tallaght, attraverso una doppietta di Amauri . [86] [87] [88] e Rovers hanno tenuto i bianconeri ad un solo gol di Alessandro Del Piero allo Stadio Alberto Braglia di Modena . [89]

La stagione 2011 della Premier Division si è rivelata la stagione di maggior successo nella lunga e illustre storia del più grande club irlandese. Il club ha giocato la sua prima partita di Champions League e la sua prima partita nel più alto livello della Coppa dei Campioni dalla Coppa dei Campioni 1987-88, battendo la campionessa estone Flora Tallinn nel secondo turno di qualificazione della Champions League 2011-12 . Hanno compiuto questa impresa trionfando 1-0 nella gara di andata al Tallaght Stadium e pareggiando 0-0 nella gara di ritorno in Estonia per avanzare 1-0 complessivo. I Rovers sono stati poi battuti 3-0 complessivamente nel turno successivo dai danesi Champions Copenhagen, ma sono passati al round play-off dell'Europa League 2011-12 . Lì sono stati sorteggiati contro i campioni di Serbia FK Partizan, che hanno sconfitto 3-2 complessivo (2-1 la sera dopo i tempi supplementari) per raggiungere la fase a gironi dell'Europa League. Questo ha segnato una vittoria degna di nota per il calcio irlandese, poiché è stata la prima volta che un club irlandese ha raggiunto la fase a gironi di una grande competizione europea. I Rovers hanno anche vinto la Setanta Sports Cup 2011 sconfiggendo Dundalk nella finale al Tallaght Stadium. I Rovers hanno conquistato il secondo titolo consecutivo con una vittoria all'ultimo minuto contro l' UCD a Belfield il 25 ottobre 2011. [90] [91]

Il 2012 e le stagioni successive si sono rivelate le più deludenti per il club, ma nel club è stato introdotto un nuovo modo di fare le cose. I Rovers hanno deciso di investire nelle loro strutture giovanili e nell'aprile 2016 i membri del club hanno deciso di vendere la metà degli interessi al membro del consiglio Ray Wilson che ha offerto un prestito anticipato per finanziare un piano ambizioso che includeva la costruzione di un campo per tutte le stagioni e altre strutture correlate al club Roadstone. Mentre i Rovers attendevano l'inizio della stagione 2016, tali sono stati i cambiamenti a livello amministrativo e di gioco, un'ondata di interesse da parte dei tifosi è seguita da un rinnovato ottimismo sul fatto che un ritorno al top sarebbe stato sulle carte.

Alla fine della stagione 2016, il successo del 2010 e del 2011 sembrava una vita fa. Il 2016 si è rivelato un anno molto deludente, avendo promesso molto. Il club si separò da Pat Fenlon durante quella stagione e il 6 luglio Stephen Bradley fu nominato allenatore ad interim. Anche Stephen McPhail e Glenn Cronin entrarono a far parte della squadra di allenatori senior. Quasi subito è iniziata la sgombero della rosa con la prima squadra che è stata integrata da giocatori della sezione minorenne. Sebbene la corsa verso la fine della stagione sia stata una lotta in campo, non c'è mai stata alcuna minaccia di retrocessione.

Il consiglio ha nominato Stephen Bradley al ruolo permanente di capo allenatore durante la stagione chiusa. C'erano un sacco di andirivieni sul fronte del gioco con Roberto Lopes e Graham Burke che entravano. Il più grande acquisto però, e un grande colpo a questo, è stato il ritorno di Ronan Finn da Dundalk. Gli Hoops sembravano più forti nella stagione 2017, ma erano ancora molto lontani da ciò di cui avrebbero avuto bisogno per sfidare l'allora dominio di Dundalk e Cork City. Stavano andando nella giusta direzione pur avendo fatto molti progressi.

Una firma significativa per la stagione 2019 è stata Aaron McEneff da Derry City. Questo è stato rapidamente seguito dall'arrivo di un altro centrocampista Jack Byrne il cui club più recente è stato il Kilmarnock. Byrne doveva dimostrare di essere il più grande acquisto che il club avesse fatto da decenni con molti fan che lo paragonavano al suo omonimo Pat Byrne che aveva capitanato gli Hoops a quattro scudetti storici (inclusi tre doppi) negli anni '80.

Shamrock Rovers si è qualificato per un posto nella competizione Europa League in ciascuno di 2017, 2018, 2019 e 2020. A differenza della campagna 2016, il club ora aveva una squadra in grado di reggere il confronto. Ha affrontato gli svedesi dell'AIK Stockholm nel primo turno di qualificazione nel 2018 perdendo 2-1 complessivo, ma solo dopo un pareggio per 1-1 in trasferta che ha richiesto tempi supplementari. Questa era una misura di quanto velocemente e quanto lontano fossero arrivati ​​gli Hoops in soli due anni. Erano arrivati ​​così vicini a eliminare una squadra che aveva un pedigree europeo davvero impressionante. La stessa sorte è toccata loro l'anno successivo quando hanno perso contro i ciprioti dell'Apollon Limassol, ma di nuovo solo dopo i tempi supplementari nella gara di andata.

Il 2019 si è rivelato un punto di svolta. Il club aveva guidato la Premier Division per la maggior parte della prima metà della stagione, ma la sfida è diminuita un po' dopo la pausa estiva. Sono comunque arrivati ​​secondi e si sono nuovamente qualificati per l'Europa. Di particolare soddisfazione è stata la sconfitta di Dundalk nella finale della FAI Cup. La partita è stata vinta a seguito di una tesa serie di calci di rigore e la vittoria ha suscitato entusiasmanti festeggiamenti tra i fan che hanno tirato un sospiro di sollievo per aver colmato un divario di 32 anni dal precedente successo della coppa nel 1987. [92]

Dal 2020[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2020 è iniziata in grande stile con gli Hoops che hanno mostrato nuovamente la forma dei campioni. Il lockdown nazionale determinato dalla pandemia di Covid-19 ha portato tutto a un brusco arresto. Quando i Rovers hanno battuto il Dundalk 3-2 al Tallaght Stadium il 28 febbraio, lo hanno fatto davanti a 7.522 spettatori, un record di presenze per una partita della League of Ireland. Non sapevano che la loro prossima partita casalinga, contro Finn Harps, si sarebbe giocata davanti a un pugno di persone e non fino al 1° agosto. La squadra ha attraversato i mesi successivi giocando in stadi quasi vuoti poiché i regolamenti governativi vietavano gli assembramenti di massa a causa del Covid-19. Tuttavia, hanno continuato da dove si erano interrotti a febbraio e hanno conquistato il 18° scudetto durante quella che è stata una stagione accorciata. Non c'era dubbio che gli Shamrock Rovers fossero degni campioni. Nel vincere il campionato hanno attraversato l'intera campagna senza sconfitte emulando le squadre di Milltown del 1924/25 e 1926/27.

La finale della FAI Cup ha visto una ripetizione della decisiva 2019 ma questa volta è stato il Dundalk a conquistare la coppa negando così agli Hoops quella che sarebbe stata la prima doppietta del club dal 1986/87. Il sorteggio per il primo turno di Europa League ha consegnato agli Hoops un pareggio casalingo contro il potente A.C. Milan. A causa di Covid-19, i pareggi si sono giocati su una sola gamba con il primo fuori dal cilindro che ha avuto il vantaggio di casa. C'è stata una massiccia copertura mediatica riguardo alla cravatta. Il Milan è stato un grande pareggio e il veterano Zlatan Ibrahimovi?, che era tra loro, è stato schierato nell'undici titolare a Tallaght. Gli italiani hanno vinto 2-0 ma hanno reso il dovuto rispetto a una squadra di Shamrock Rovers che non si è mai fermata e ha dato una prestazione che ha mostrato ancora una volta quanto lontano fosse arrivato il club e dove stava andando.

Jack Byrne è stato il vincitore del premio PFAI Player of the Year avendo vinto anche il premio l'anno precedente. Byrne, Graham Burke e Aaron McEneff sono stati chiamati nella nazionale maggiore della Repubblica d'Irlanda con Byrne che è diventato il primo giocatore della League of Ireland da Pat Byrne nel 1985 a giocare in una partita competitiva per l'Irlanda a livello senior.

Nonostante l'opposizione di un gruppo di club che operavano sotto la bandiera della First Division Alliance, gli Shamrock Rovers riuscirono a far entrare una seconda squadra nel campionato. La squadra, sotto la guida di Aidan Price e Steven Gray, era composta principalmente da giocatori della SRFC Academy. Il quindicenne Kevin Zefi ha fatto il suo pezzo di storia quando il gol che ha segnato contro il Longford Town al Tallaght Stadium il 4 settembre lo ha reso il giocatore più giovane a segnare nella League of Ireland. L'ultima partita della stagione ha visto anche il debutto di Sam Curtis che all'epoca aveva solo 14 anni. È molto probabile che Curtis sia il giocatore più giovane ad aver mai giocato una partita competitiva a livello di League of Ireland per gli Shamrock Rovers. [93]

  1. ^ a b shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/honours.php.
  2. ^ Babes Recalled, in Irish Independent, Independent News & Media, 23 September 2007. URL consultato il 5 febbraio 2009.
  3. ^ A Star is Born (1901–21), in The Hoops, Gill&Macmillan, 1993, p. 2, ISBN 0-7171-2121-6.
    «It was in the year 1901 that Shamrock Rovers were first formed».
  4. ^ Robert Goggins Paul Doolan, A Star Is Born, in The Hoops, Gill & Macmillan, 1993, p. 1, ISBN 0-7171-2121-6.
    «George Gregg, whose father and uncle were founder members, maintains that he can clearly remember his father telling him that the year was indeed 1901. Martin Sheridan, whose father John was active on the committee and later became chairman of the club, also says that Rovers were definitely formed in 1901 and not 1899.».
  5. ^ Eoghan Rice, We Are Rovers, Nonsuch, 2005, ISBN 1-84588-510-4.
  6. ^ eircomloi.ie, http://www.eircomloi.ie/the-divisions/premier-division/club-profiles/shamrock-rovers/index.xml.
  7. ^ Robert Goggins Paul Doolan, A Star Is Born, in The Hoops, Gill & Macmillan, 1993, p. 1/2, ISBN 0-7171-2121-6.
  8. ^ a b shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/about/history.
  9. ^ (EN) Storia degli anni 20 del secolo scorso, su Shamrock Rovers. URL consultato il 21 luglio 2021.
  10. ^ Eoghan Rice, Foundation, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 39, ISBN 1-84588-510-4.
    «You'd get up to 30,000 people in Milltown. The PA system would be asking people to take care. The perimeter wall fell down a few times because the crowd was so big.».
  11. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/pressarchive/press_release_08_Sep_2006.php.
  12. ^ nifootball.blogspot.com, http://nifootball.blogspot.com/2006/11/jimmy-dunne.html.
  13. ^ The Emergency and the Influx of Players (1940–48), in The Hoops, Gill&Macmillan, 1993, p. 84, ISBN 0-7171-2121-6.
    «It was in November 1949, that Jimmy Dunne died suddenly at his home at Tritonville Road, Sandymount, as a result of a heart attack. Rovers' fans everywhere were stunned.».
  14. ^ The Emergency and the Influx of Players (1940–48), in The Hoops, Gill&Macmillan, 1993, p. 79, ISBN 0-7171-2121-6.
    «'I was offered the job as coach when Jimmy Dunne died', recalled Paddy. 'I was reluctant to take it because I thought it was a daunting task but they told me I was good enough to do the job.».
  15. ^ waterfordireland.tripod.com, http://waterfordireland.tripod.com/paddy_coad.htm.
  16. ^ Eoghan Rice, Coad's Colts (1950–1959), in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, ISBN 1-84588-510-4.
  17. ^ Eoghan Rice, Coad's Colts (1950–1959), in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, pp. 53–55, ISBN 1-84588-510-4.
    «However, the side that Paddy Coad would form was to change the way Irish people viewed the sport of football. The fast, passing style of football they played revolutionised the game in Ireland.».
  18. ^ clontarfonline.com, http://www.clontarfonline.com/ambrose_eglington.htm.
  19. ^ nufc.com, http://www.nufc.com/html/liam-tuohy.html.
  20. ^ Saturday, May 9, 1964 – Page 4, Irish Times. URL consultato il 2 febbraio 2009.
  21. ^ fai.ie, http://www.fai.ie/index.php?option=com_content&task=view&id=2483.
  22. ^ a b MATCH BY MATCH GUIDE TO SIX OF THE BEST, in Irish Independent, Independent News & Media, 15 February 2004. URL consultato il 30 January 2009 (archiviato dall'url originale il 4 September 2012).
  23. ^ By Glenmalure Park I sat down and wept, in Irish Examiner, 12 November 2005. URL consultato il 2 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 21 August 2008).
  24. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/iercuphistfull.html.
  25. ^ Eoghan Rice, The Death And Rebirth, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 85, ISBN 1-84588-510-4.
    «Rovers were desperately unlucky not to win the title outright given that Mick Leech had a perfectly good goal disallowed when the Hoops met Cork Hibs in a crunch fixture at Milltown».
  26. ^ By Glenmalure Park I sat down and wept, in Irish Examiner, 12 November 2005. URL consultato il 3 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 21 August 2008).
  27. ^ Eoghan Rice, The Death And Rebirth, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 86, ISBN 1-84588-510-4.
  28. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/ierhist.html.
  29. ^ Daire Whelan, Who Stole Our Game?, Gill & Macmillan Ltd, 2006, ISBN 0-7171-4004-0.
  30. ^ Eoghan Rice, The Death And Rebirth, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 90, ISBN 1-84588-510-4.
  31. ^ (JA) jfa.or.jp, http://www.jfa.or.jp/archive/daihyo/daihyo/data/AGame.pdf.
  32. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/ierhist.html.
  33. ^ Friday, September 24, 1976 – Page 4, Irish Times. URL consultato il 3 febbraio 2009.
  34. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/ierleagcuphist.html.
  35. ^ a b irelandshirts.com, http://www.irelandshirts.com/profiles/johngilesprofile.htm.
  36. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/tv/reelingintheyears/1979.html.
  37. ^ James Tiernan – the man with the magic touch, in The Sligo Champion, 1º August 2003. URL consultato il 3 febbraio 2009.
  38. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/europeanresults.php.
  39. ^ [1]
  40. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/pressarchive/press_release_08_Sep_2006.php.
  41. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/about/history.
  42. ^ loi.ie, http://www.loi.ie/index.php?option=com_content&view=article&id=236:liam-buckley&catid=22:sporting-fingal&Itemid=60.
  43. ^ a b rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/iertops.html.
  44. ^ dundalkfc.com, http://www.dundalkfc.com/History/Legends/DermotKeely.asp.
  45. ^ Greg Keane, Caught in Time: Shamrock Rovers complete the Double, 1986, in The Sunday Times, London, 12 March 2006. URL consultato il 4 febbraio 2009.
  46. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/ierhist.html.
  47. ^ a b Who dropped the ball when it came to protecting our sporting heritage?, in Sunday Tribune, 3 December 2006. URL consultato il 4 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale l'8 March 2016).
  48. ^ Eoghan Rice, The Sale of Milltown, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 148, ISBN 1-84588-510-4.
    «The Supporters Club called for a boycott, which was observed by the vast majority of Rovers fans.».
  49. ^ highbeam.com, http://www.highbeam.com/doc/1G1-161982591.html.
  50. ^ Starting Out All Over Again, in The Hoops, Gill&Macmillan, 1993, p. 326, ISBN 0-7171-2121-6.
    «The opening game at the RDS took place on Sunday 30 September 1990 when Shamrock Rovers and premier division champions St. Patrick's Athletic met in a league game. It was a beautiful sunny day and 22,000 attended the game».
  51. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/ier94.html.
  52. ^ Eoghan Rice, The Homeless Years, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 175, ISBN 1-84588-510-4.
  53. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/ier96.html.
  54. ^ Eoghan Rice, The Homeless Years, in We Are Rovers, Nonsuch, 2005, p. 177, ISBN 1-84588-510-4.
  55. ^ Wednesday, July 10, 1996 – Page 16, in Irish Times. URL consultato il 5 febbraio 2009.
  56. ^ First league win for Rovers, in Irish Times, 9 September 1996. URL consultato il 5 febbraio 2009.
  57. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/iertops.html.
  58. ^ Rovers finally come home, in Irish Examiner, 16 January 1998. URL consultato il 5 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 31 August 2006).
  59. ^ sportsfile.com, http://www.sportsfile.com/id/083890/.
  60. ^ Rovers let it slip in extra time, in Irish Examiner, 29 June 1998. URL consultato il 5 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 26 October 2008).
  61. ^ uefa.com, http://www.uefa.com/memberassociations/news/newsid=21876.html#rovers+give+richardson+sack.
  62. ^ rsssf.com, http://www.rsssf.com/tablesi/iercup03.html.
  63. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/soccer/2003/0126/eircom.html.
  64. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/2004/0907/shamrockrovers.html.
  65. ^ breakingnews.ie, http://www.breakingnews.ie/world/kfidauqlqloj/.
  66. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/soccer/2005/0625/shamrockrovers.html.
  67. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/400Club/mailoutFEB05.htm.
  68. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/soccer/2004/1216/rovers.html.
  69. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/2005/0412/shamrockrovers.html.
  70. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/soccer/2005/0701/rovers1.html.
  71. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/2005/0505/rovers.html.
  72. ^ breaking.tcm.ie, http://breaking.tcm.ie/world/cwaucweygbau/.
  73. ^ archives.tcm.ie, http://archives.tcm.ie/breakingnews/2005/11/25/story232120.asp.
  74. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/2005/0715/shamrockrovers.html.
  75. ^ hughesblake.ie, http://www.hughesblake.ie/400club.pdf.
  76. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/reports/2006_11_18vCobh.php.
  77. ^ walkthechalk.blogspot.com, http://walkthechalk.blogspot.com/2008/10/ps-we-love-you.html.
  78. ^ sdublincoco.ie, http://www.sdublincoco.ie/index.aspx?pageid=939&pid=13832.
  79. ^ loi.ie, http://www.loi.ie/index.php/clubs/premier-division/shamrock-rvs/latest-news/484-tallaght-stadium-sold-out-again.
  80. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/soccer/2009/0720/realmadrid_shamrockrovers.html.
  81. ^ extratime.ie, http://www.extratime.ie/newsdesk/articles/3882/.
  82. ^ Stephen Finn, Bayly keeps Rovers' Europa dream alive, Irish Independent, 16 July 2010. URL consultato il 16 luglio 2010.
  83. ^ rte.ie, http://www.rte.ie/sport/soccer/2010/0722/bneiyahuda_shamrovers.html.
  84. ^ Ruaidhri O'Connor, Stewart strike sets up dream Juve date, Irish Independent, 23 July 2010. URL consultato il 23 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 17 February 2013).
  85. ^ Ruaidhri O'Connor, Bonanza night for Rovers as Stewart earns dream clash with Juventus, Irish Independent, 23 July 2010. URL consultato il 23 luglio 2010.
  86. ^ Amauri dents Hoops dreams, Irish Independent, 30 July 2010. URL consultato il 30 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 5 September 2012).
  87. ^ Neil Ahern, Game at a glance, Irish Independent, 30 July 2010. URL consultato il 30 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 2 August 2012).
  88. ^ Amauri and Juventus show up the gulf in class, Irish Times, 30 July 2010. URL consultato il 30 luglio 2010.
  89. ^ shamrockrovers.ie, http://www.shamrockrovers.ie/news/62/1509-juventus-v-rovers.
  90. ^ uefa.com, http://www.uefa.com/memberassociations/news/newsid=1705603.html.
  91. ^ irishexaminer.com, http://www.irishexaminer.com/breakingnews/ireland/oneill-hails-back-to-back-champions-525798.html.
  92. ^ (EN) Storia dal 2010 al 2019, su Shamrock Rovers. URL consultato il 21 luglio 2021.
  93. ^ (EN) Storia dal 2020 al 2021, su Shamrock Rovers. URL consultato il 21 luglio 2021.