Bozza:Simone Guarany

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Template:Artista

Simone Guarany

Simone Guarany (Roma, 29 marzo 1990) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Roma, inizia a studiare recitazione dopo il liceo.

Figlio dell'ex imprenditore Carlo Guarany[1], noto alle cronache per il processo della "Terra di mezzo" e di un'insegnante di religione.

Inizia la sua attività con l'esordio al Teatro Kopò di Roma riscuotendo critiche negative probabilmente legate alla scarsa serietà del progetto[2].

La prima volta sul grande schermo è nel 2015 con il film 4021.

Nel 2019 si trasferisce a Los Angeles per studiare recitazione presso la New York Film Academy (NYFA), nello stesso anno partecipa alle riprese di numerosi cortometraggi girati nella contea di LA tra cui Paintend Survival che riscuote numerosi premi.

Dopo la vicenda giudiziaria che colpisce la sua famiglia, Guarany decide di portare in scena lo spettacolo "Il Sistema"[3] di Edoardo Sylos Labini, per denunciare la malagiustizia italiana, in particolare la corruzione della magistratura legata al caso di Luca Palamara. Lo spettacolo è tratto dall'omonimo libro Il sistema[4] di Alessandro Sallusti e Luca Palamara.

Nel 2022 esordisce come autore in teatro portando in scena "Caso, mai - L'imprevedibile virtù della dignità"[5] per la regia di Simone Guarany e Licia Amendola. Lo spettacolo riscuote un enorme successo di critica[6] e pubblico, viene successivamente prodotto dalla compagnia degli Ipocriti di Melina Balsamo[7] per la direzione artistica di Pierfrancesco Favino.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2020 è sentimentalmente legato all'attrice e doppiatrice Licia Amendola.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • La casa vittoriana degli spettri, regia di Viviana Lentini
  • Pietre di Carta, regia di Saverio Di Giorgio
  • L'ultimo italiano sulla terra, regia di Cristina De Lucia
  • Vite Parallele, regia di Antonio Nobili
  • Riccardo III, regia di Riccardo Merlini
  • Il Sistema, regia di Edoardo Sylos Labini
  • Caso, mai - L'imprevedibile virtù della dignità, regia di Licia Amendola e Simone Guarany

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ « Vi prego, credetemi: mio marito non è un mafioso...», su www.ildubbio.news, 15 giugno 2017. URL consultato il 23 novembre 2022.
  2. ^ La casa vittoriana degli spettri. Teatro di fantasmi. Di Miriam de Vita, su corrieredellospettacolo.com. URL consultato il 26 novembre 2022.
  3. ^ IL SISTEMA, su Teatro Sala Umberto. URL consultato il 23 novembre 2022.
  4. ^ Il Sistema, su Rizzoli Libri. URL consultato il 23 novembre 2022.
  5. ^ CASO, MAI, su Teatro Cometa Off. URL consultato il 23 novembre 2022.
  6. ^ Il Foyer | CASO, MAI | TEATRO COMETA OFF, su Il Foyer. URL consultato il 23 novembre 2022.
  7. ^ Gli Ipocriti, su Gli Ipocriti. URL consultato il 23 novembre 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]