Bozza:Seipersei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Seipersei è una casa editrice indipendente di libri fotografici e saggistica sulla fotografia fondata a Siena, nel 2011. Seipersei tratta tematiche principalmente culturali, sociali, di ricerca personale oltre a libri per bambini.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Seipersei è stata fondata a Siena nel 2011 da Stefano Vigni in concomitanza alla pubblicazione del primo libro “20000km”. A oggi conta circa 40 libri a tematica sociale, musicale e culturale, collaborando con molti artisti, scrittori e fotografi, fra cui Colin Pantall, Joan La Barbara, Benedetta Barzini, Claudio Fasoli, Domenico Quirico, Geoff Dyer, Peppino Ortoleva, Lorenzo Arruga.

Dal 2015 lavora con l'Archivio Lelli Masotti per la realizzazione di libri fotografici su musicisti fra cui Franco Battiato, Keith Jarrett, John Cage [1].

Seipersei si interessa fin dalle origini a temi sociali, pubblicando fra gli altri, libri sull'identità di genere, sul terremoto dell'Aquila del 2009, sulla guerra civiile siriana, sul terremoto di Gibellina del 1968, sul narcotraffico in Messico.

Dal 2021, con la collana [Approfondimenti] sviluppa una serie di saggi sulle tematiche della fotografia contemporanea.

Pubblicazioni principali[modifica | modifica wikitesto]

  • "Non correre", fotografie di Aldo Frezza, testi di Patrizia Spadin, Paolo Maria Rossini, 2022
  • "Franco Battiato, Nucelus", fotografie di Roberto Masotti, testi di Carlo Maria Celli, Silvia Lelli, Luca Scarlini, 2022
  • "Estado de guerrero", fotografie di Alfredo Bosco, testi di Domenico Quirico, Elisabeth Malkin, Lorenzo Giroffi, Lou Sarah Lucie Perrin, Romain Le Cour Grandmaison, Tiziana Bonomo, Vania Pigeonutt, 2022
  • "Gibellina 1968, otto minuti dopo le tre", fotografie di Giuseppe Iannello, testi di Colin Pantall, Giuseppe Maiorana, 2021
  • "La terra dei buchi" fotografie di Mattia Marzorati, testi di Marino Ruzzenenti, Rosa Cerotti e Raffaella Giubellini, 2021 [2]
  • "John Cage, in a landscape" fotografie di Roberto Masotti, testi di Joan La Barbara, Franco Masotti, Veniero Rizzardi, 2021
  • "Umanità Ininterrotta, diario di viaggio sulla rotta balcanica" fotografie di Barbara Beltramello, 2021
  • Keith Jarrett, a portrait”, fotografie di Roberto Masotti, testi di Franco Fabbri, Geoff Dyer, Roberto Masotti, 2020
  • “Attraverso”, fotografie di Silvia Lelli, regie di Chiara Muti, testi di Franco Lorenzo Arruga, Silvia Lelli, Chiara Muti, 2020
  • “Casting”, fotografie di Mattia Baldi, testi di Benedetta Barzini, Benedetta Frucci, Nadine Barth, 2020
  • “The shape of self”, fotografie di Alessio Maximilian Schroder, testi di Fabrizio Petri, Alessio Maximilian Schroder, 2019 [3]
  • “Jazz Area”, fotografie e testi di Roberto Masotti, 2019
  • “Resistere”, fotografie di Alessio Pagani, Francesco Fiorello, testi di Patrizia Senatore, Davide Burchiellaro, Alessio Pagani, 2018
  • “Life in Syria”, fotografie e testi di Mahmud Abdur-Rahman, Mohammad Amen Qurabi, Emad Najm Husso, Jalal Al-Mamo, Life Makers Team, Nour Kelze, 2017
  • “20000km”, fotografie di Stefano Vigni, testi di Silvia Lelli, Emilio Mariotti, Stefano Vigni, 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ritratto dell’artista da adulto | Com’era John Cage, nel racconto fotografico di Roberto Masotti, su Linkiesta.it, 30 novembre 2021. URL consultato il 28 settembre 2022.
  2. ^ La terra dei buchi, su Internazionale, 28 settembre 2021. URL consultato il 27 settembre 2022.
  3. ^ (EN) Silvana Silvestri, Alessio Maximilian Schroder, intimità di genere, su il manifesto, 23 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.

Collegamenti Esterni[modifica | modifica wikitesto]

https://seipersei.com/ https://www.ibs.it/libri/editori/seipersei https://www.hoepli.it/editori/seipersei.html