Bozza:Polsi sciolti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polsi Sciolti
NazionalitàItalia Italia
Genererock progressive
Periodo di attività musicale1985 – 1995
2009 – 2012
EtichettaVirgin-EMI
Album pubblicati1
Studio1

I Polsi Sciolti sono stati un gruppo musicale milanese attivo negli anni Ottanta e Novanta.

Storia del gruppo

Milano alla fine degli anni ’80 è una città ricca di contraddizioni e in piena trasformazione. Nelle cantine del Centro Sociale Leoncavallo e in un contesto urbano sempre più degradato, numerose band emergenti sperimentano forme musicali alternative e antagoniste al dilagante edonismo tipico degli anni Ottanta che esplorano generi musicali quali il punk, l’hardcore, l’hard rock e il metal. In questo contesto, i fratelli Riccardo (detto “Baba”) e Giacomo Sistilii, dopo varie esperienze in formazioni indipendenti di musica hard rock e metal, pubblicano un annuncio su Secondamano per formare una nuova band. A Milano è anche l’anno della grande nevicata del 1985 quando, presso l’area di servizio di via Leoncavallo, Baba (chitarra) e Giacomo (batteria) incontrano Max Confalonieri (basso), giovane musicista con una discreta esperienza live nei locali dell’underground milanese. Nel giro di pochi mesi, e dopo numerose e faticose audizioni per la ricerca di un cantante, si uniscono al gruppo Francesco Cavallotti (tastiere) e Michele Lauro (voce e tastiere). In una saletta delle cantine del Leoncavallo si sviluppa la proposta musicale dei Polsi Sciolti che trae ispirazione dall’emarginazione delle periferie, dalla scarsa attenzione delle istituzioni verso i temi sociali e ambientali e dalla ricerca di un’identità alternativa alla Milano da bere degli anni ottanta. La musica del gruppo, con testi in italiano spesso in tono irriverente e surreale, passa dalle sperimentazioni progressive degli anni ’80, attraverso le sonorità più grezze e minimaliste americane, fino ad approdare alle ultime esperienze indie e alternative rock. Il suono del gruppo è molto potente e istintivo, spesso con riferimenti al rock inglese degli anni ’70 o alle sonorità più grunge della scuola di Seattle. Con la formazione originale (voce, chitarra, basso, tastiere e batteria), il gruppo inizia una lunga e intensa attività live, fino a classificarsi al primo posto del concorso organizzato dalla Yamaha, nell’ambito della manifestazione “Viva i Giovani 1989” collegata alla fiera degli strumenti musicali SIM HI-IVES. I Polsi Sciolti volano quindi in Giappone, partecipando alla finale mondiale della manifestazione Band Explosion 1989, organizzata dalla Yamaha[1], suonando sul palco del Budokan Hall di Tokyo. Nella serata finale della manifestazione il gruppo raccoglie i consensi entusiasti del pubblico giapponese e Baba Sistilii ottiene il riconoscimento "the best guitarist award" vincendo il premio di 4 mila dollari[2][3]. Al rientro in Italia, firmano il contratto con la Virgin-EMI e pubblicano nel 1992 il loro primo e unico disco con Roberto Colombo, tastierista della PFM e già produttore di Matia Bazar, Alberto Camerini, Antonella Ruggiero, Miguel Bosé e altri ancora. Per la promozione del disco registrano il video del singolo "Solleva questa nebbia" al Rolling Stone di Milano. Dopo un lungo tour e alcune importanti apparizioni televisive con Riccardo Cocciante e Marco Carena, i vari componenti del gruppo si dedicano a differenti progetti per diversi anni, fino a ritrovarsi casualmente dopo quasi 15 anni insieme pronti per una nuova esperienza.


Formazione

Storica

  • Riccardo “Baba” Sistilii – chitarre, voce
  • Giacomo Sistilii – batteria, voce
  • Max Confalonieri – basso, voce
  • Michele Lauro – voce, tastiere
  • Francesco Cavallotti – tastiere, voce

Ex componenti

  • Christian Ricciardi – voce
  • Giovanni Muciaccia - voce
  • Fabrizio Grecchi – tastiere
  • Matteo Merzagora - sassofono
  • Stefano – voce, percussioni
  • Silvio Pozzoli - voce, chitarra
  • Enrico Cremonesi - tastiere
  • Blufango Davide – voce


Discografia

Note