Bozza:Moglie trofeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Una moglie trofeo è una moglie considerata uno status symbol per il marito. Il termine è spesso usato in modo dispregiativo o denigratorio, il che implica che la moglie in questione ha pochi meriti personali oltre alla sua bellezza fisica, richiede spese sostanziali per mantenere il suo aspetto, è spesso poco intelligente o non sofisticata. Una moglie trofeo è in genere relativamente giovane e attraente e può essere una seconda, terza o successiva moglie di un uomo più anziano e più ricco. Un marito trofeo è l'equivalente maschile.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini etimologiche del termine sono controverse. Un'affermazione è che la "moglie trofeo" apparve originariamente in un numero del 1950 del quotidiano The Economist, riferendosi alla pratica storica dei guerrieri che catturavano le donne più belle durante la battaglia per riportarle a casa come mogli.[1] Il giornalista William Safire ha affermato che il termine "moglie trofeo" è stato coniato da Julie Connelly, una redattrice della rivista Fortune, in una storia di copertina nel numero del 28 agosto 1989, ed è immediatamente entrato nell'uso comune.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Buying into the Hype: Trophy Antiques and Collectibles, su WorthPoint.com, 5 luglio 2022.
  2. ^ (EN) Safire, William, On Language; Trophy Wife, su The New York Times, 1º maggio 1994.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]