Bozza:Insieme per il futuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Insieme per il futuro
LeaderLuigi Di Maio
CoordinatoreVincenzo Spadafora
StatoItalia Italia
AbbreviazioneIPF
Fondazione21 giugno 2022
CollocazioneCentro[1]
Partito europeonessuno
Gruppo parl. europeoNon iscritti
Seggi Camera
51 / 630
Seggi Senato
10 / 315
Seggi Europarlamento
2 / 76

Insieme per il futuro (IPF) è un gruppo parlamentare italiano formatosi alla Camera dei Deputati il 21 giugno 2022 da una scissione del Movimento 5 Stelle per iniziativa del ministro degli esteri Luigi Di Maio, a seguito di un lungo periodo di divergenze con il presidente del M5S Giuseppe Conte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo si è costituito ufficialmente il 21 giugno 2022 ad opera di 51 deputati eletti con il Movimento 5 Stelle,[2] a cui si sono aggiunti il giorno successivo 10 senatori confluiti tra i non iscritti del gruppo misto.[3] Alla scissione hanno partecipato anche le eurodeputate Chiara Maria Gemma e Daniela Rondinelli.[4] Tra gli aderenti si notano figure di spicco del Movimento e membri del governo Draghi quali i sottosegretari Manlio Di Stefano, Laura Castelli, Anna Macina, Dalila Nesci e Pierpaolo Sileri, il questore della Camera Francesco D'Uva e l'ex-ministro Vincenzo Spadafora.[2][5]

Alla base della rottura vi sarebbe, secondo Di Maio, la linea tenuta da Conte sulla crisi in Ucraina e sull'appoggio all'esecutivo, ritenuta ambigua e anti-atlantica,[6][7] sebbene già a gennaio Di Maio avesse contestato la leadership del M5S criticando il modo in cui l'ex presidente del consiglio aveva gestito le trattative per l'elezione del Presidente della Repubbica.[8]

Il 24 giugno Vita Martinciglio rientra nel M5S dopo un'interlocuzione con Conte.[9] Nello stesso giorno, l'ex ministra Lucia Azzolina aderisce a IpF.[10]

Nelle istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei deputati[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Insieme per il futuro

XVIII Legislatura
51 deputati

Cosimo Adelizzi, Roberta Alaimo, Alessandro Amitrano, Giovanni Luca Aresta, Lucia Azzolina, Sergio Battelli, Luciano Cadeddu, Vittoria Casa, Andrea Caso, Gianpaolo Cassese, Laura Castelli, Luciano Cillis, Federica Daga, Paola Deiana, Daniele Del Grosso, Margherita Del Sesto, Luigi Di Maio, Gianfranco Di Sarno, Iolanda Di Stasio, Manlio Di Stefano, Giuseppe d'Ippolito, Francesco D'Uva, Mattia Fantinati, Marialuisa Faro, Luca Frusone, Chiara Gagnarli, Filippo Gallinella, Andrea Giarrizzo, Conny Giordano, Marta Grande, Nicola Grimaldi, Luigi Iovino, Marianna Iorio, Giuseppe L'Abbate, Caterina Licatini, Antonio Lombardo, Anna Macina, Pasquale Maglione, Alberto Manca, Generoso Maraia, Dalila Nesci, Maria Pallini, Gianluca Rizzo, Carla Ruocco, Emanuele Scagliusi, Davide Serritella, Vincenzo Spadafora, Patrizia Terzoni, Gianluca Vacca, Simone Valente, Stefano Vignaroli

Senato della Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo misto - Non iscritti

XVIII Legislatura
10 senatori

Antonella Campagna, Primo Di Nicola, Daniela Donno, Raffaele Mautone, Simona Nocerino, Vincenzo Presutto, Loredana Russo, Pierpaolo Sileri, Fabrizio Trentacoste, Sergio Vaccaro

Parlamento europeo[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Non iscritti

IX legislatura
2 europarlamentari

Chiara Maria Gemma, Daniela Rondinelli

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesca Romanelli, Di Maio apre i lavori al centro, in TGcom24, 23 giugno 2022.
  2. ^ a b Insieme per il futuro, chi sono i 51 deputati ex M5S nel nuovo gruppo di Di Maio. La lista, su ilmessaggero.it, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  3. ^ Con il ministro molti campani e siciliani. E quaranta peones alla prima legislatura, su ilgiornale.it, 23 giugno 2022. URL consultato il 23 giugno 2022.
  4. ^ Le eurodeputate Gemma e Rondinelli seguono Di Maio, parte la scissione anche in Europa, su editorialedomani.it, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  5. ^ Claudia Bozza, Emanuele Buzzi, M5S, oltre 60 seguono Di Maio. La Lega diventa primo partito: i nuovi equilibri in Parlamento, in Corriere della Sera, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  6. ^ Il vertice di notte e la scelta, su corriere.it, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  7. ^ Di Maio lascia M5s: 'Una scelta sofferta ma basta ambiguità', su ansa.it, 22 giugno 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  8. ^ Quirinale, Conte e Di Maio alla resa dei conti: veleni e ripicche nel M5s, su ilmessaggero.it, 29 gennaio 2022. URL consultato il 22 giugno 2022.
  9. ^ Vita Martinciglio, 72 ore con Di Maio, poi torna indietro con i 5 stelle, su huffingtonpost.it, 24 giugno 2022. URL consultato il 24 giugno 2022.
  10. ^ Lucia Azzolina lascia i 5S e entra nel gruppo di Di Maio: "Non è stata una scelta semplice", su repubblica.it, 24 giugno 2022. URL consultato il 24 giugno 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]