Bozza:Arcangelo Belli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcangelo Belli

Cavaliere del Lavoro Arcangelo Belli (Roma, 19 ottobre 1933Monte Carlo, 10 ottobre 2021) è stato un imprenditore italiano.

Attività in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Entrato giovanissimo nell’azienda di costruzioni edili del padre, Francesco Belli, a soli 28 anni ne diventa unico responsabile.

Sotto la sua guida l’azienda di famiglia inizia a espandersi verso i mercati internazionali e in nuovi settori commerciali, come quello finanziario e quello assicurativo, portandola a trasformarsi nell’holding “Habicos” con oltre 3000 dipendenti.

Nel 1976, Arcangelo Belli diventa Vicepresidente e Amministratore Delegato del Gruppo “Sogene”, elaborando e avviando un piano di risanamento finanziario e di ristrutturazione organizzativa della famosa impresa romana.

Costruzioni a Roma[modifica | modifica wikitesto]

  • Edificio Via delle Robinie (1959/1960);
  • Edificio Piazza dei Mirti (1960);
  • Complesso Via Prenestina (1960/1962);
  • Complesso Via delle Cave (1961/1963);
  • Complesso Villa Lais (1961/1965);
  • Centro Tuscolano (1965/1974);
  • Complesso Ostia Lido (1963/1974);
  • Palazzo dei Navigatori (1968/1970);
  • Cervialto (1969/1974);
  • Complesso Colle Salario (1969/1975);
  • Complesso Ambrosiana (1973/1975);
  • Complesso Vanvitelli;
  • Edificio Panoramica.
    Complesso Colle Salario - Roma (anno di costruzione: 1969/1975)
    Complesso Vanvitelli - Via Cristoforo Colombo, Roma (anno di costruzione 1974/1975)
    Ambrosiana - Via del Serafico, Roma (anno di costruzione: 1973/1975)
    Edificio Panoramica - Via Pietro Mascagni, Roma (anno di costruzione: 1973/1974)

Costruzioni a Firenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Complesso Viale Europa (1969/1972);
  • Complesso Firenze Nova.

Costruzioni a Venezia[modifica | modifica wikitesto]

  • Complesso Quartiere Cita (1968).

Attività all'estero[modifica | modifica wikitesto]

Arcangelo Belli ha realizzato numerose opere edili in diversi paesi europei (Francia, Svizzera, Principato di monaco), del Nord America e dell’America Meridionale.

La sua attività ha contribuito allo sviluppo urbanistico ed economico in particolar modo del Brasile grazie alla costruzione di oltre 40 edifici nelle città di Rio De Janeiro e San Paolo.

Costruzioni in Francia[modifica | modifica wikitesto]

  • La Reserve du Cap - Roquebrune Cap-Martin.

Costruzioni nel Principato di Monaco[modifica | modifica wikitesto]

  • Le San Juan Building - Boulevard du Larvotto;
  • La Réserve - Boulevard du Larvotto;
  • Le Mirabel - Carre d'Or;
  • Eracleia - Boulevard du Jardin Exotic;
  • Le Soleil d'Or - Boulevard Rainier III;

Costruzioni in Svizzera[modifica | modifica wikitesto]

  • Paradiso - Lugano.

Costruzioni in Brasile[modifica | modifica wikitesto]

  • Solar Princesa Deborah - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Princesa Marcela - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Princesa Patricia - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Duque Stefano - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Principe Francesco - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Principe João - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Princesa Tannit - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Solar Princesa Cristiana - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Leanna - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Patrice - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Torre Do Barão - Ipanema, Rio de Janeiro;
  • Fizzi - Flamengo, Rio de Janeiro;
  • Continni - Flamengo, Rio de Janeiro;
  • Presidente Rodrigues Alves - Flamengo, Rio de Janeiro;
  • Vila Azura - Flamengo, Rio de Janeiro;
  • Royal Palace / Majestic / Imperial Palace - Flamengo, Rio de Janeiro;
  • Leibnitz - Botafogo, Rio de Janeiro;;
  • Érica - Botafogo, Rio de Janeiro;;
  • Pasteur Palace - Botafogo, Rio de Janeiro;
  • Solar Voluntários da Patria - Botafogo, Rio de Janeiro;
  • Solar Principe Rodrigo - Lagoa, Rio de Janeiro;
  • Solar Principe de Alcãntara - Lagoa, Rio de Janeiro;
  • Solar Princesa Renata - Tijuca, Rio de Janeiro;
  • Tuuca Palace - Tijuca, Rio de Janeiro;
  • Solar Juliana / Solar Cristiana - Jacarepaguá, Rio de Janeiro;
  • Solar Diane - Engenho de Dentro, Rio de Janeiro;
  • Vip Center - Lebron, Rio de Janeiro;
  • Central de Compras do Lebron - Lebron, Rio de Janeiro;
  • Solar Princesa Silvia - Lebron, Rio de Janeiro;
  • Palace Lebron - Lebron, Rio de Janeiro;
  • Gulhermina Garden - Lebron, Rio de Janeiro;
  • Residence Via Sistina - Perdizes, São Paulo;
  • Solar Sevilha - Paraiso, São Paulo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 giugno 1979, il Presidente della Repubblica Sandro Pertini ha nominato Arcangelo Belli Cavaliere del Lavoro[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le Onorificenze della Repubblica Italiana, su quirinale.it.
    Cavaliere, su Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro. URL consultato il 13 ottobre 2021.