Boys Don't Cry (singolo The Cure)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boys Don't Cry
Boysdontcry.jpg
screenshot del video del brano
Artista The Cure
Tipo album Singolo
Pubblicazione 12 giugno 1979
Dischi 1
Tracce 2
Genere Post-punk
New wave
Etichetta Fiction Records
Formati Vinile 7"
The Cure - cronologia
Singolo precedente
(1978)
Singolo successivo
(1979)

Boys Don't Cry è il secondo singolo della band britannica The Cure, pubblicato il 12 giugno 1979. Inizialmente non faceva parte di nessun album, ma venne poi inclusa nell'LP omonimo, riedizione statunitense dell'album d'esordio Three Imaginary Boys.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Lato A

  1. Boys Don't Cry


Lato B

  1. Plastic Passion

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Boys Don't Cry (new voice/new mix)[modifica | modifica sorgente]

Boys Don't Cry (new voice/new mix)

Artista The Cure
Tipo album Singolo
Pubblicazione 8 aprile 1986
Album di provenienza Standing on a Beach - The Singles 1978-1985
Dischi 1
Tracce 2/3
Genere Post-punk
New wave
Etichetta Fiction Records
Formati Vinile 7", Vinile 12"
The Cure - cronologia
Singolo precedente
(1985)
Singolo successivo
(1987)

Il brano è stato ri-registrato in studio nel 1986 e pubblicato come singolo nell'aprile dello stesso anno, per promuovere l'uscita dell'album Standing on a Beach - The Singles 1978-1985.

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

Per questa nuova versione del brano fu realizzato anche un videoclip, che mostra tre bambini suonare davanti ad un telone, impersonando i membri del gruppo (hanno infatti lo stesso look). Le ombre sul telone sono però quelle dei veri The Cure, e si muovono in modo indipendente rispetto ai tre bambini.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Lato A

  1. Boys Don't Cry (new voice/new mix)


Lato B

  1. Pillbox Tales
  2. Do The Hansa (solo vinile 12")

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]