Boys (The Shirelles)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boys
Artista The Shirelles
Autore/i Luther Dixon, Wes Farrel
Genere Rhythm and blues
Rock and roll
Rhythm and blues
Rock
Beat
Pop
Pop rock
Esecuzioni notevoli The Beatles, Ringo Starr, All-Star Band, Cilla Black, Pete Best
Pubblicazione
Incisione singolo Will You Love Me Tomorrow
Data 1960
singolo Will You Love Me Tomorrow – tracce
Successiva

Boys è una canzone scritta da Luther Dixon e da Wes Farrel; la prima incisione è delle Shirelles, ma è rimasta celebre la cover dei Beatles.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

La versione delle Shirelles[modifica | modifica wikitesto]

È stata pubblicata come lato B del singolo Will You Love Me Tomorrow nel Novembre 1960; il singolo è diventato una hit minore del ryhthm and blues.

La versione dei Beatles[modifica | modifica wikitesto]

Boys
Artista The Beatles
Autore/i Luther Dixon, Wes Farrel
Genere Rock and roll
Rock
Rhythm and blues
Rhythm and blues
Beat
British invasion
Pop
Pop rock
Country
Edito da EMI
Pubblicazione
Incisione Please Please Me
Data 1963
Etichetta Parlophone
Durata 2:26
Note prima canzone dei Beatles con Ringo come cantante
Please Please Me – tracce
Precedente
Successiva
Boys
Artista
Autore/i Luther Dixon, Wes Farrel
Genere Rock and roll
Pubblicazione
Incisione Baby It's You
Data 1994
Baby It's You – tracce
Precedente
Devil in Her Heart
Successiva
-

Venne registrata l’11 Febbraio 1963 in una sola take, con Ringo come cantante principale; non è l’unica canzone che appare sull’album Please Please Me delle Shirelles: della band femminile è anche Baby It's You. I Beatles non pensarono di cambiare qualche verso del testo: essendo stato scritto per interpreti femminili, sarebbe stata prassi del periodo cambiarlo se cambiava il genere dell'interprete[1]. McCartney l’ha ricordata come una canzone un po'imbarazzante da eseguire per il testo, ma anche che quando la eseguirono non ci badarono.[2]. Fu una delle canzoni che davano a Ringo il "numero del batterista" nei live della band: le altre furono I Wanna Be Your Man[3], Honey Don't[4] e Act Naturally[5].

Era uno dei “numeri del batterista” dei Beatles quando c’era ancora nella formazione Pete Best[6]; anche Ringo la cantava nella sua band, Rory Storm and the Hurricanes. In alcuni casi anche Cilla Black la cantava con Ringo[7]. Compare nel videogioco The Beatles: Rock Band. È stata inclusa nella raccolta Rock and Roll Music[8], e nei live The Beatles at the Hollywood Bowl[9] e On Air - Live at the BBC Volume 2[10], e nell'EP live Baby It's You [11].

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Formazione di Please Please Me, degli album live e dei concerti[modifica | modifica wikitesto]
Formazione prima dell'arrivo di Ringo Starr[modifica | modifica wikitesto]

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Biagini, Boys, Pepperland. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  2. ^ Guido Micheloni, Pazzi per i Beatles - La storia dietro ogni canzone, Barbera Editore, pag. 34 - 35
  3. ^ (EN) I Wanna Be Your Man, The Beatles Bible. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  4. ^ Luca Biagini, Honey Don't, Pepperland. URL consultato il 28 dicembre 1962.
  5. ^ Luca Biagini, Act Naturally, Pepperland. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  6. ^ Bill Harry, The Ultimate Beatles Encyclopedia pag 118(versione inglese)
  7. ^ Harry, Bill, The Beatles Encyclopedia: Revised and Updated, pag. 202 (versione inglese)
  8. ^ Luca Biagini, Rock 'n' Roll Music, Pepperland. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  9. ^ Luca Biagini, The Beatles at the Hollywood Bowl, Pepperland. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  10. ^ Franco Zanetti, On Air - Live at the BBC Volume 2, Rockol. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  11. ^ (EN) Baby It's You, Discogos. URL consultato il 28 dicembre 2013.